Menu

Un tiramisu per i 3 anni di Juls’ Kitchen

“The blog is a part of who I am. It’s becoming like a limb. I have to feed it all the time. I think of it as an engine that propelled me forward. I look at the world through my blogger struggles. When I go anywhere I wonder if it’s blogger material. I experience things more intensely because I’m asking myself more questions, not just living in the moment, so that I can talk to my readers afterwards.

When I’ve found my groove and I’m not hung up on traffic and number of comments and whether I’m going to quit, it’s so gratifying. It brings me so much in terms of interaction and feedback and ideas and inspiration. It’s really worth every ounce of energy I pour into it. It has grown with me. It’s really the key to everything else that I do.”

tiramisu

“Il blog è una parte di ciò che sono. Sta diventando come un arto. Devo nutrirlo costantemente. Lo considero come un motore che mi ha spinto in avanti. Guardo il mondo attraverso il mio impegno di blogger. Quando vado da qualche parte mi chiedo se si tratti di materiale adatto al blog. Ho un’esperienza più intensa delle cose perché mi faccio più domande, non mi limito a vivere il momento, in modo che poi dopo possa parlarne con i miei lettori.

Quando ho trovato il mio ritmo e non sono più appesa al traffico, al numero di commenti e a se ho intenzione di smettere o meno, è così gratificante. Mi dà tantissimo in termini di interazione e feedback, idee e ispirazione. Vale veramente ogni grammo di energia che riverso su di lui. E’ cresciuto con me. E’ davvero la chiave di tutto ciò che faccio.”

Clotilde Dusoulier di Chocolate & Zucchini – da Will Write for Food di Dianne Jacob

… è che io non avrei saputo proprio come dirlo meglio, come festeggiare i 3 anni di Juls’ Kitchen, proprio oggi che sono tornata a casa da Londra piena di idee e ispirazione e sono pronta a mettere tutto in pratica, proprio oggi che la neve ha coperto tutto di  bianco soffice e silenzioso, proprio oggi che si comincia a fare sul serio.

Voglio ringraziare soprattutto voi, perché è tutto vero quello che Clotilde dice, vero perché c’è un feedback da parte vostra, un affetto e un’interazione che cresce e che mi fa crescere, uno stimolo costante a fare meglio per non deludervi.

Ho pensato a un dolce per le occasioni speciali che facciamo a casa, il tiramisù, quello di mamma senza nemmeno una modifica, la versione base che qui sul blog proprio mancava… e non era il caso di aspettare ancora a pubblicarla! E visto che siamo a festeggiare, ho deciso di farlo in maniera un po’ speciale, con un video passo passo: grazie a Valeria per essere stata così paziente nel video e a Laura per aver fatto da aiuto regista!

5.0 from 2 reviews
Il tiramisù di casa mia
Autore: 
Tipo di ricetta: dolce, dessert, dolce al cucchiaio
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 10
 
Avrai bisogno di...
  • 5 uova freschissime codice 0
  • 500 g di mascarpone
  • 5 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di vinsanto
  • 1 tazza abbondante di caffé espresso o moka non zuccherato
  • 1 confezione grande di savoiardi
  • 100 g di cioccolato fondente al 70%
  • cacao amaro per spolverare
Come si fa...
  1. Separa tuorli e chiare dell’uovo. Monta i tuorli con lo zucchero con una frusta o lo sbattitore elettrico finché non diventano chiari e soffici e sfregando la crema tra le dita non si sentono più i granellini di zucchero.
  2. Aggiungi il mascarpone e continua a mescolare finché non è del tutto amalgamato alle uova.
  3. Monta le chiare a neve ed aggiungile con delicatezza alla crema di mascarpone. Alla fine aggiungi anche 2 cucchiai di vinsanto o di qualsiasi vino dolce o liquore tu preferisca.
  4. In una teglia grande stendi uno strato di crema al mascarpone e coprila di savoiardi inzuppati velocemente nel caffè nero, tiepido non bollente. Copri i savoiardi con altra crema al mascarpone e spargi un po' di cioccolato fondente a pezzettini. Prosegui con savoiardi inzuppati nel caffé e crema di mascarpone finché per altri due o tre strati, poi finisci con una generosa spolverata di cacao amaro. Puoi servire il tiramisù anche in coppettine individuali.
  5. Lascia riposare il tiramisu in frigo per almeno 2 ore prima di servirlo.

 

Sharing is caring:

This Post Has 36 Comments

  1. Ciao Juls, ti faccio tanti auguri per il blog e tutti i tuoi programmi!! E’ bellissimo sentirsi piene di idee nuove e tornare cariche di energia!! Il tiramisu è bellissimo e ,a parte il cioccolato, è come quello di casa mia! un bacione, Franci

  2. buonissimo il tiramisù e la foto mi ha fatto venire una gran voglia di farlo…ma non ho gli ingredienti, mannaggia! mi limiterò a mangiare il tuo, ma solo con gli occhi purtroppo! abci Angela

  3. Ciao Juls
    auguri per i 3 anni del blog…praticamente allora l’ho preso all’inizio!!
    Volevo dirti che questo tiramisu’ è IDENTICO negli ingredienti, nelle dosi e nel procedimento a quello che faccio io.
    L’unica differenza è che io ci metto l’amaretto di saronno perché mi piace tantissimo il suo sapore e la nota mandorlata che da alla crema.
    un abbraccio
    Emanuela (jesi)

  4. Cara Juls,
    ma che meraviglia questo video e questo tiramisu! Spero di cuore che questo terzo blogversario sancisca l’inizio di un percorso bello e appagante.

    Un bacio,

    Chiara

  5. AUGURIIIIIII! Che bella soddisfazione! Quando si diventa food blogger a volte chi ci sta intorno non capisce quanto per noi questo spazio sia importante. Ma quando lo capiscono ti stimano ancora di più! Io mi sono messa allo scoperta un pochino adesso, qualche amico ha scoperto della mia passione e del mio sito…beh, un po’ mi vergogno, non lo nego, sono un po’ una mosca bianca per la generazione di oggi. Ma la passione muove tutto e te lo sai bene! In bocca al lupo!

  6. Il tiramisù è uno di quei dolci che sono proprio stampati nel libro dei ricordi…il mio, è il ricordo delle estati al mare, al Forte dei Marmi, dove l’amica di mia zia ci svelava le migliori ricette del suo amico cuoco alla Capannina, tra cui quella del Tiramisù.

    Io lo faccio con i pavesini, ma ciascuno ha la sua “scuola” di pensiero sul tiramisù. Sono convinta che non esiste “la” ricetta corretta: ciascuno lo fa a suo gusto.

    Anche io lo faccio sempre per i compleanni, è un rito. Non c’è festa senza un tiramisù.
    E non avanza MAI!!!

    Brava, tanti auguri!

  7. Auguri di cuore! L’idea dei festeggiamenti legati al sapore di casa la condivido in pieno… niente dolci strabiliosi ma tanto calore e affetto in questa ricetta, un abbraccio

  8. Ma che carino il video!Il Gamberorusso respira da appena tre mesi non posso neanche immaginare cosa significhi arrivare a festeggiare tre anni: deve essere proprio una bella cosa!Complimenti per tutto!

  9. Hai ragione Juls, è proprio come dici tu! E’ bello, poi, perchè avere il blog consente di “conoscere” persone come te! E anche perchè se pur solo leggendo i pensieri e le ricette di qualcuno, ti sembra di conoscerlo. Bellissimi ricetta, foto e video!

  10. Auguri carissimi, per l’anniversaio e per tutti i tuoi progetti. So per esperienza quanto sia gratificante profondere tutte le nostre entusiastiche energie in qualcosa che ci appassiona. Ti auguro davvero di tutto cuore di raggiungere tutti i tuoi obbiettivi e di ottenere tutto quello che desideri e che meriti.

  11. Carissima Giulia, sono davvero felice anche io di condividere questo anniversario con te!
    Buonissimi festeggiamenti e un abbraccio grande!

  12. Cosa è meglio di un tiramisù per festeggiare, per prendere per la gola un uomo (su questo punto devo ancora collezionare le dovute prove, ma immagino), per fare felici tutti i commensali (fossero pure 200 e con gusti diametralmente opposti) o semplicemente se stessi?!

    Buon compleanno, Juls! 3 fantastici anni!!

  13. Julsina., auguroniiiii! Sono già 3, che bel numero! C’è telepatia perché proprio oggi ho postato la tua ricetta della Pinolata ed è stata un successo. Spero che tu abbia trascorso una giornata meravigliosa. Domani mi guardo con calma il video. Adesso è tardi e sono stanchissima, lontana da casa e dalla nevicata incredibile che abbiamo avuto. Ma avrai saputo. Ti abbraccio fortissimo. Ciao cara, Pat

  14. Augurissimi cara Giulia, non potevi scegliere dolce + “spumone” x uno spumeggiante e felice anniversario!! Bravissima!!!

  15. Veramente auguri di cuore per il tuo percorso fin qui e per quello che verra’, per tutti i sorrisi, i sapori, i pensieri, le idee, gli stati d’umore, i viaggi, le feste ed i giorni normali…questo e quant’altro tu abbia condiviso con noi. E’ da un anno che ti seguo, il tuo blog è un mio punto di riferimento… Ho imparato un sacco di cose per il mio hobby culinario! Auguri, auguri, auguri! Il tiramisù lo faccio così anche se tolgo un paio di chiare d’uovo che sostituisco con la panna montata. Come liquore uso lo Strega. La foto con le tazze è bellissima! Bacionissimi!

  16. cara, lo sapevo che questo post sarebbe stato speciale.
    aspettavo a leggerlo solo per poterlo fare la sera, a casa, con calma.
    ma in queste sere sono così stanca da non riuscire nemmeno ad accendere il pc…
    mi ritrovo così tanto in tutto quello che scrivi!
    (e serbo una letterina, da giorni, in me, per te, che quando i miei occhi stanchi dal monitor me lo permetteranno, arriverà finalmente a desitazione…
    vistomai che non si compia il paradosso che sue foodblogger si scrivano SU CARTA????)
    baci tanti (e glisso sull’attitudine di mia sorella alla scelta dei props… diciamo si è trattato di un caso fortuito, con un risotto perfetto cucinato dalla persona giusta, ospiti in casa dell’amica giusta… ;-P)

  17. Tiramisù identico a quello di casa mia, tranne che per i pezzetti di ciocolato fondente tra uno strato e l’altro… ma perchè non ci ho mai pensato?!? Da oggi, ingrediente aggiunto alla lista! ^_*
    AUGURI JUL’S KITCHEN!!!

  18. Three years?! Wow! And I’ve known you most of this time! And the blog is still brilliant, in fact, more so all the time!

    Having sampled the family-recipe Tiramisu, I can attest to the fact that it is the best Tiramisu I have ever had, and in fact, the only one I ever liked (despite living almost 3 years in Italy!).

    Keep up the excellent work carina – it’s what you were born to do!
    xxx

  19. oooohh finalmente qualcuna che spolvera il cacao tra uno strato e l’altro, come me, invece che solo alla fine!
    che voglia… eppure ne sforno a chili tutto l’anno, per l’ufficio, per le cene., per gli amici. Di solito poi dopo non lo mangio mai, perché sono sazia dopo la pulizia della ciotola…:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto a questa ricetta:  

Cerca