skip to Main Content
Menù

Torta pesata al cacao con crema al limone

Mamma è golosa di panna. A ben pensarci golosa è un aggettivo troppo riduttivo per descrivere il suo rapporto con la panna e la velocità con cui il suo cucchiaino sfreccia sotto i miei occhi quando preparo un dolce, tornando verso di lei colmo di panna.

A parte questo acuto di golosità, che ai miei occhi la rende ancora di più la mia mamma, a lei piacciono i dolci semplici e tradizionali: il tiramisù, la mantovana, la torta di rose con le mandorle, i bignè alla crema. Semplici, di sostanza, buoni, rassicuranti proprio come è lei per me.

Sabato è stato il suo compleanno e come al solito, di fretta e cercando di incastrare tutto quello che doveva essere fatto, non siamo riusciti a festeggiare a modo, se non con un piatto enorme di patatine fritte vere, fatte in casa la sera, croccantissime e con i cristalli di sale Maldon come piacciono a me.

Ma una figlia foodblogger non può fare l’indifferente troppo a lungo e ieri le ho preparato una torta semplice per festeggiarla nel pomeriggio con il resto della mia numerosa e chiassosa famiglia, ormai li conoscete gli aggettivi che come nei formulari epici vanno sempre insieme alla mia famiglia!

Ieri mattina avevo poco tempo e una gran voglia di fare una passeggiata fuori facendo finta che fosse già primavera, quindi mi serviva una torta a prova d’errore. In questi casi d’emergenza ho sempre l’asso nella manica: la quattro quarti o torta pesata è la ricetta base a cui ricorro ogni volta che voglio inventare qualcosa a partire dagli ingredienti che ho, evitando però disastrosi effetti collaterali. Basta avere in casa uova, farina, zucchero e burro, che a sua volta può essere sostituito da yogurt, ricotta, mascarpone, olio… e il gioco è fatto.

Usando lo yogurt e due cucchiai di cacao amaro molto intenso nell’impasto è venuto fuori un plum cake al cioccolato leggero, dall’interno umido e morbido. Poi, visto che è stagione di agrumi, l’ho arricchito con una crema pasticcera al limone (la stessa che ho usato nella pinolata) per dargli un effetto marmorizzato e per aggiungere un po’ di freschezza agrumata al dolce.

Potete sostituire la crema pasticcera al limone con un lemon curd o anche fare il plum cake senza altre aggiunte, ormai sapete come funziona con il quattro quarti, io vi do il la, voi ci mettere la vostra fantasia! Che altre idee avete per la marmorizzazione? io ci vedrei bene anche una marmellata di fragole…

3.0 from 1 reviews
Torta pesata al cacao con crema al limone
Autore: 
Tipo di ricetta: dessert, torta
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 8
 
Avrai bisogno di...
Per la crema al limone:
  • 3 tuorli codice 0
  • 4 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di farina 00 biologica
  • 500 ml di latte intero
  • buccia di 2 limoni bio
Per il dolce:
  • 3 uova (ca. 200 g)
  • 200 g di zucchero di canna grezzo
  • 200 g di yogurt bianco
  • 200 g di farina 00 bio
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • ½ bustina di lievito (ca. 8 g)
Come si fa...
  1. Per prima cosa prepara la crema, perché dovrà essere ben fredda quando la aggiungerai alla torta. Scalda il latte in un pentolino con la buccia di uno dei due limoni finché non accenna il bollore, monta i tuorli con lo zucchero e la farina e poi versa il latte caldo sulla crema, mescolando bene con una frusta. Metti la crema su fuoco dolce e mescola continuamente finché non comincia ad addensarsi: toglila dal fuoco, aggiungi la buccia grattata dell'altro limone e versala su un piatto o un vassoio, in modo che si raffreddi velocemente.
  2. Preriscalda il forno a 180°C.
  3. Monta le uova con lo zucchero finché non diventano bianche e spumose.
  4. Aggiungi lo yogurt bianco e fai in modo che si amalgami del tutto alle uova.
  5. Setaccia la farina con il lievito ed il cacao ed incorporala alle uova.
  6. Ungi uno stampo da plum cake di dimensione classica ed infarinalo leggermente.
  7. Versa metà dell'impasto nello stampo e poi con un cucchiaio versa un terzo della crema sull'impasto, stando lontana dai bordi. Versa il resto dell'impasto nello stampo e adesso lascia cadere qualche altro cucchiaio di crema sulla torta, anche questa volta stando ben lontana dai bordi. Ora fai passare un coltello attraverso la crema e fai qualche movimento ad onda con il coltello, in modo da creare nella torta un effetto marmorizzato.
  8. Cuoci la torta in forno caldo per circa 40 minuti: non cuocerla per troppo tempo altrimenti diventa troppo asciutta.
  9. Toglila dal forno e lascia raffreddare completamente prima di toglierla dallo stampo ed affettarla.
  10. Servila spolverata di cacao amaro con qualche cucchiaio di crema al limone avanzata.

Auguri mamma, ti voglio bene!

Vi ho detto di quanto la campagna mi chiamasse ieri per la passeggiata, quindi appena ho spento il forno sono corsa (vabeh, ho camminato, devo decisamente rifare il fiato) fuori a vedere che sorprese mi avesse riservato la Natura. Non mi sbagliavo.

Al ritorno verso casa ho visto muoversi qualcosa nei campi nella valle: erano tre caprioli che correvano verso il boschetto lì vicino. In foto si vedono come macchioline di colore, ma vi assicuro che con lo zoom si riconoscono bene! Poco più in là c’era un altro branco di sette caprioli, ma questa volta era chiedere troppo al mio obiettivo con lente fissa, quindi mi sono limitata a guardarli pascolare tranquilli.

Altre idee per una torta pesata o quattro quarti?

Sharing is caring:
This Post Has 22 Comments
  1. Anche la mia di mamma ha lo stesso rapporto con la panna! Per lei panna fresca e cialdoni sono il massimo della vita. 🙂
    Mi incuriosisce tantissimo questa aggiunta di crema di limone che non ti aspetti all’interno del dolce…
    Un bacio e auguri in ritardo alla mamma!

  2. Ma tu guarda, sai che la mia mamma andava matta per la panna montata? Se ne comprava vaschette da mezzo kg che finiva a cucchiaiate 🙂

    Auguri alla tua e complimenti per il dolce bellissimo, oltre che sicuramente molto buono.

  3. Non ho saputo resistere al richiamo di questo plum cake. Sembra buonissimo, e la tua descrizione, morbido e umido dentor, mi fa pensare che sia proprio il tipo di dolce che piace tanto anche a me 🙂 La crema al limone te la copio subito… ne hai anche una al mandarino pr caso? Sto cercando di riprodurne una che adoro ma non mi soddisfa ancora.
    Stupendo il paesaggio toscano, fra te qui e Jovanotti su twitter mi sa che mi trasferisco e vengo a stare in mezzo fra voi due.
    un bacione.

  4. Auguri alla tua mamma! 🙂
    Rivisitazione molto ammiccante della classica quattro quarti… E’ vero la usi di frequente questa ricetta per sbizzarrirti e ogni volta crei un dolce sensazionale! 🙂
    Poi le immagini della tua passeggiata? Bè mi perderei in quegli spazi aperti, pendendo totalmente la cognizione del tempo…

  5. Passo di quà dopo aver letto i commenti al contest di Semplicemente Pepe Rosa (la torta d’autunno), per ringraziare del “ma quanto è brava” ^_^.
    Colgo l’occasione per farti i complimenti per blog e foto!Superlative 😉
    E poi ritrovarsi nei tuoi paesaggi, mi fa venire nostalgia di casa…(i miei vivono al confine con la toscana in campagna a 1h da Firenze)
    Anche la mia mamma amerebbe questa quattro quarti e chissà che non gliela prepari la prossima volta che andrò a trovarli 🙂
    Un caro saluto e buon inizio settimana!

  6. è sempre bello passare qui da te e non solo per le ricette!
    io più che una marmellata di fragole ce ne vedrei bene una di lamponi (ma io i lamponi li metterei ovunque) o anche una semplice crema pasticcera, ma sicuramente la tua crema al limone dà un tocco di originalità piuttosto insolito e gustoso. sono sicura che la tua mamma avrà gradito

  7. Pure io come la tua mamma ho un rapporto di passione perversa per la panna!
    Per il 4 quarti potrei suggerire una crema di base che ho assaggiato in albergo in montagna (la devo provare perchè era goduriosa): era fatta con crema pasticciera mescolata con panna montata zuccherata….da morire. Lì era usata come base per una semplice torta al cioccolato (quelle morbide tipo torta paradiso), non ti dico che bomba!

  8. Tanti auguri alla tua splendida mamma!!
    e grazie per la rivelazione… io pensavo che la 4/4 fosse solo e sempre con il burro… non ci avevo pensato a sostituirlo con lo yogurt…
    così la prossima volta che devo farla, non mi sentiro’ piu’ in colpa!!
    un bacione

  9. Il tuo blog per me raggiunge l’apice quando prepari i dolci…ne ho sperimentati già tanti, tutti eccellenti ed anche stavolta non perderò l’occasione…questo sarà il dolce di domenica prossima! Auguri alla tua mamma!! Bacii

  10. Anche la mia mamma è molta golosa, ma non saprei dire a cosa non riesce proprio a resistere…Mi sa che ha troppi talloni d’Achille in questo senso! Io, invece (tu lo sai), ho un debole per i dolci leggeri con yogurt o ricotta invece del burro, quindi questo lo farei egoisticamente prima di tutto per me; ma poi prometto che lo condividerei (magari nascondendo l’ultimo pezzetto, che per me è il più buono!). Un bacio e buon viaggio!

  11. queste torta (e tutte le 4/4 citate nell’elenco puntato) è STUPENDA!!!!
    L’accostamento ciocco-limone mi fa pensare ad una cosina che stavo per fare questo we ma è stata traslata al prossimo… Quindi intanto mi godo questa!
    Un baciotto
    r.

  12. Ottimo modo per festeggiare il mammacompleanno! 😉 Che meraviglia i posti intorno a te, vedere i caprioli così da vicino e in libertà deve essere qualcosa di unico! I soli animali che vedo in questo periodo sono gli aironi cenerici, che sono splendidi, ma mai come i caprioli!!! Tanti auguri alla mamma di questa adorabile foodblogger! 🙂

  13. Ma ciao Giulietta!
    Riesco a passare dopo tanto tempo a trovarti.. parto con l’augurio di un ottimo anno, visto che non ne ho ancora avuto modo (poi andrò a leggermi i post che mi sono persa.. ^_* )
    E poi, nonostante il ritardo mi sembra che questo 4/4 vi abbia permesso di festeggiare degnamente! Mi sembra golosissimo!
    Brava, brava, e ancora brava Giulietta, come sempre!
    Un abbraccio, a presto!


  14. Ciao giulia!!!:)) e' un po' che seguo il tuo blog e non ho mai avuto occasione x scriverti...complimenti x le ricette, le foto, i racconti così semplici e diretti...:)) insomma x tutto!! E questa torta pesata e' una trovata a dir poco eccezionale...ho giusto dello yogurt da finire a cui dare una degna fine...!!:D a presto, Maria Lisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto a questa ricetta:  

Back To Top
Cerca