skip to Main Content
Menù

Il polpettone di tonno delle mie estati

Adesso succede molto molto prima, ma io la prima vacanza da sola con le mie amiche l’ho fatta a 19 anni, con Simona, Federica e Margherita, al mare a Bibione dalla nonna di Simona. Si faceva la vita di mare a cui le famiglie ci avevano abituato, nonostante fosse la prima vacanza da grandi. Sveglia presto, spiaggia, a pranzo a casa passando per il mercato a fare un po’ di spesa, il pomeriggio al fresco a leggere, poi in spiaggia, aquagym e poi via a cena, spesso fuori, a giro per Bibione a mangiare il gelato e ascoltare la musica per strada.

Fu una bellissima vacanza, di cui ricordo anche l’enorme gelato ai frutti di bosco che prendemmo la prima sera per cena, l’ustione dietro le ginocchia al primo sole dopo l’esame di maturità, i turni per lavare i piatti e il polpettone di tonno, fatto da me e Marghe, mia cugina, in collegamento telefonico con mamma che ci diceva la ricetta passo passo. Da quel momento, per me il polpettone di tonno è una delle ricette delle mie estati, e prima che quest’estate finisca la voglio condividere con voi!

Ecco la ricetta del polpettone di mamma, che ho scoperto essere del tutto simile al polpettone di tonno di nonna. Nonna ha imparato la ricetta quando era poco più che ragazzina ed andava in bicicletta con la sua amica Vivetta a Cavallano, un borghetto a pochi kilometri da casa, a trovare una maestra… quindi grazie alla maestra di Cavallano che ci ha passato, anni or sono, la ricetta!

Noterete che non c’è sale tra gli ingredienti: questo perché il tonno e il parmigiano sono già molto saporiti senza l’aggiunta di ulteriore sale.

POLPETTONE DI TONNO

Lista della spesa per 4 persone: 250 g di tonno al naturale – 2 uova da agricoltura biologica, codice 0 – 2 cucchiai di parmigiano grattato – 2 cucchiai di pangrattato

Procedimento

  1. Sgocciola bene il tonno dalle scatolette e frullalo parzialmente, non tanto da ottenere una crema.
  2. In una ciotola ampia, mescola il tonno con le uova, il parmigiano e il pangrattato.
  3. Forma il polpettone con le mani e chiudilo in un tovagliolo o una garza, stringendolo bene alle estremità con uno spago da cucina.
  4. Cuocilo in acqua bollente non salata per circa 20 minuti.
  5. Toglilo dall’acqua e lascialo raffreddare completamente prima di tagliarlo a fette.

Come servirlo? Il modo più semplice è fare una citronette, che non è altro che un modo carino per chiamare un’emulsione di olio extravergine di oliva, sale e limone, sbattuti con una forchetta finché non diventano una salsina omogenea e più cremosa e compatta di quanto fossero all’inizio gli ingredienti separati. Una maionese leggera, mescolata con un po’ di yogurt bianco, o la senape vanno altrettanto bene. Lo scorso anno ho scoperto quanto il polpettone di tonno sia buono servito con una crema di avocado maturo schiacciato con un pizzico di sale e una spruzzata di lime. Il contrasto cromatico fa bene agli occhi, il sapore fa bene al cuore!

Sharing is caring:
This Post Has 24 Comments
  1. Ah, il polpettone di tonno! CHe bontà! Pensa che io l’ho scoperto la scorsa estate… un po’ in ritardo rispetto a te, ma a casa mia di ricette se ne sono sempre fatto davvero poche 😀 Fortunatamente poi sono arrivata io e le cose sono migliorate… eh eh eh! Che bei ricordi che hai di questo piatto, un po’ ti invidio… un abbraccione!

  2. E io sono felicissima che tu abbia condiviso questa ricetta con noi, perché è da qualche giorno che mi interrogo sul polpettone di tonno e finora avevo trovato soltanto ricette poco credibili. La riprodurrò sicuramente!

  3. Beh, questo mi manca… io faccio sempre il polpettone freddo di pollo e mortadella (con procedimento simile/quasi identico a questo), ma quello di tonno non l’ho mai fatto… e dire che lo adoro!
    Ora avrò una ricetta affidabile, grazie alla maestra di Cavallano!

  4. Buonissimo il polpettone di tonno, anch’io ho imparato a farlo da mia nonna, però io le uova non le metto e il tonno lo frullo finchè diventa una crema e ci aggiungo la scorza di limone. Ognuno ha la sua versione!!
    Mi piace l’idea di servirlo con la citronette, la prossima volta provo!
    Grazie e buona giornata.
    Mariangela

  5. La prima vacanza da soli non si scorda mai….specialmente se è arrivata dopo l’esame di maturità 🙂
    Buonissimo il tuo polpettone di tonno, anche da noi si fa così, ed è un sinonimo dell’estate… 🙂

  6. Dalle foto mi pare lo spuntì che mi sparavo un mese fa quando ho ripreso a mangiare cose leggermente più solide dei frullati…
    (nota dettata dal dolore per la fame che ho patito!)
    La ricetta mi piace tanto, mi sa che la propongo a mia mamma……

  7. Ciao Juls,
    questa ricettina mi sembra proprio ottima e siccome oggi pranzerò in solitudo sperimento e la provo..olé!!!!un saluto e complimenti per le ricette e le foto, ti seguo da un po’ e questo tuo spazio blog mi piace proprio tanto=))

  8. Il polpettone di tonno… giuro che mi era uscito di mente, sono aani che non lo mangio.
    Adesso lo rifaro’ con la ricetta che hai pubblicato, mentre per l’accompagnamento ho un paio di ideuzze…
    Un deferente saluto a quelle generazioni di cucinatrici che hanno tramandato la ricetta 🙂

  9. Ma una fotina? Non ho mai mangiato il polpettone di tonno e non avrei mai immaginato che esistesse! Soprattutto, visto il retaggio storico (sia tua nonna che tua madre lo preparano) mi chiedo anche che origine abbia perchè sempre proprio una di quelle ricette anni 70 dove ogni genere di polpettone imperversava sulle tavole degli italiani…ci hai mai pensato? Puoi chiedere loro dove lo hanno imparato? Sono curiosaaaa. Un abbraccione, Pat

  10. A Bibione?! La mia prima vacanza da sola fu a Lignano, non lontano da Bibione. Sempre con amiche, ma senza nonne 🙂
    Noi avevamo il patè di tonno con patate. E ricordo le risate in fase frittate nel vedere un’amica aprire l’uovo col coltello. Che bei tempi.
    La tua ricetta la proverò. Mi piace per la semplicità e le sue lontane origini.

  11. mi piace questa ricetta, non solo perchè ha qualcosa di intrisecamente familiare, ma anche per la sua semplicità. Bellissimo lo scatto, non è per niente facile rendere bello un polpettone 😉
    Un bacione e buon fine settimana
    fra

  12. Buonissimo! Hai provato a farlo di salmone? Buonissimo e soprattutto facilissimo! Solo salmone in scatola, uova, parmigiano e pangrattato. Servito con maionese fatta in casa e una bella insalatina. Mhmmmm….

  13. Ciao Juls, come ti ho scritto un paio di giorni fa ho provato la ricettina qui sopra…ed è venuta fantastica…ho risollevato le sorti del mio pranzo in solitudo…un saluto e..che belle le foto della limonata ghiacciata=))) a presto

    1. ma che bello!! son proprio contenta che sia venuto bene, lo dirò a mamma e nonna che saranno molto orgogliose della loro ricetta! e poi un pranzo in solitudine con lui, mr polpettone, non è così male, no?

  14. E’ la stessa ricetta che da decenni si fa anche a casa mia, non solo d’estate in verità! Qui lo adoriamo tutti… e lo adora anche il mio neo-marito che prima non lo conosceva! L’unica differenza è che noi nella salsina olio-limone mettiamo invece del sale una puntina di pasta d’acciughe e poi il prezzemolo tritato… hai mai provato?

    1. ciao Sara! effettivamente no, non l’ho mai provato, ma a pensarci bene è una combinazione buonissima, che dà quello sprint in più ad un polpettono di tonno molto delicato!

  15. […] Questa è la pasta al tonno di ogni estate,  niente di particolarmente ricercato, ma vincente nella semplicità della sua preparazione. Mentre l’acqua della pasta bolle basta tritare finemente basilico e prezzemolo fresco ed una manciatina di capperi, poi si aggiunge del tonno in scatola di buona qualità e si finisce con un filo generoso di olio extravergine di oliva. È una pasta che sa d’estate a prescindere, ma il fatto di farla sempre e solo durante la bella stagione me la fa classificare come uno di quei piatti che istantaneamente ti portano in vacanza, proprio come il polpettone di tonno. […]

  16. Ciao Giulia,
    Ho visto il tuo blog e me ne sono innamorata! Che bello. Mi ha molto toccato la tua storia, sei molto coragiosa.

    La ricetta del polpettono di tonno lo voglio gia fare da anni. Ma non hai mai trovato una ricetta che mi convincesse. Mi hai convinta! Lo faró une di queste domeniche.

  17. […] Questa è la pasta al tonno di ogni estate,  niente di particolarmente ricercato, ma vincente nella semplicità della sua preparazione. Mentre l’acqua della pasta bolle basta tritare finemente basilico e prezzemolo fresco ed una manciatina di capperi, poi si aggiunge del tonno in scatola di buona qualità e si finisce con un filo generoso di olio extravergine di oliva. È una pasta che sa d’estate a prescindere, ma il fatto di farla sempre e solo durante la bella stagione me la fa classificare come uno di quei piatti che istantaneamente ti portano in vacanza, proprio come il polpettone di tonno. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
Cerca