skip to Main Content

Crema di zucca con polpettine di pollo

Ultima settimana di lavoro prima di Natale, qui si comincia a dover fare i conti con cene per scambiarsi gli auguri con colleghi, amiche delle elementari, delle medie, delle superiori e dell’università, amici di famiglia, parenti vicini e lontani, nuove conoscenze e aperitivi sotto l’albero. Quindi ecco, vista la contingenza da allarme vita sociale, l’idea di questo post è quello di presentare un piatto leggero ma che sia allo stesso tempo festoso, con i profumi del Natale che si avvicina.

Mi piacciono particolarmente le due cotture che ho usato per comporre la ricetta. Cuocere la zucca in forno con qualche spezia prima di fare la crema  non solo profuma la casa di buono e di festa, ma ne tira anche fuori il sapore, lo esalta e lo arricchisce. Le polpettine, invece, sono lessate nel brodo vegetale, anziché fritte o cotte in forno. Rimangono quindi morbide, delicate, con un sentore di arancio che richiama la crema di zucca.


Ingredienti per la crema di zucca:

  • zucca noce di burro, 1 piccola da circa 1 kg
  • olio extravergine di oliva
  • sale Maldon
  • zenzero fresco, un pezzetto di circa 3 cm
  • peperoncino fresco, 1 o 2 a seconda dei gusti
  • cumino, 1 cucchiaino
  • buccia di 1 arancia
  • brodo vegetale

Preriscalda il forno a 180°C. Lava bene la zucca. Se ha la buccia sottile puoi evitare di sbucciarla, tagliala a fette sottili e mettile in una teglia grande, precedentemente oliata. Condisci la zucca con un filo d’olio extravergine di oliva, dei fiocchi di sale Maldon (va bene anche del sale grosso), un pezzetto di zenzero fresco grattato, un peperoncino tagliato a fettine sottili, un cucchiaio di cumino e la buccia di un’arancia grattato. Cuoci in forno caldo per circa 30 minuti, finché la zucca non è morbida e la casa non profuma di buono.

Togli la zucca dal forno, mettila in un tegame e coprila di brodo vegetale caldo. Fai sobbollire 5 minuti e poi frulla fino ad ottenere una crema vellutata con un frullatore ad immersione. A questo punto, assaggia e regola di sale, se necessario. Metti da parte al caldo.

Ingredienti per le polpettine di pollo:

  • sovraccosci di pollo, 3
  • mortadella, 1 pezzetto da circa 100 g
  • uovo, 1
  • parmigiano grattato, 3 cucchiai
  • buccia di 1 arancia
  • pangrattato, qualche cucchiaio
  • sale
  • brodo vegetale, circa 1 litro

Metti nel bicchiere di un frullatore la carne di pollo senza grasso tagliata a pezzetti piccoli e la mortadella tagliata a cubetti. Frulla finché non ottieni della carne macinata fine. Unisci con 1 uovo, il Parmigiano grattato, la buccia di arancia grattata e 3 – 4 cucchiai di pangrattato. Regola di sale. Forma delle polpettine grandi come una noce, non di più, e mettile da parte in un piatto.

Porta ad ebollizione un litro di brodo vegetale e cuoci le polpettine, poche per volta. Appena messe scenderanno sul fondo, poi pian piano torneranno a galla. Cuocile per circa 5 minuti e scolale appoggiandole su un piatto.

Impiattare la zuppa

Versa la crema di zucca calda in piccole ciotoline monoporzione, adagia qualche polpettina ancora calda sulla crema e condisci con un pizzico di cumino in polvere.

Prova assaggio. Due piatti in uno: la crema di zucca speziata e piena di profumi grazie alla precedente cottura in forno potrebbe costituire da sola un primo leggero, di quelli che riscaldano cuore e stomaco con il suo bel colore allegro e i suoi sapori intensi. Le polpettine di pollo cotte nel brodo sono delicatissime, un secondo raffinato da servire magari con un’insalata di patate lesse.

Insieme sono un piatto unico vincente, molto insolito, adatto ad una domenica sera avvolti in un plaid di lana davanti al camino, per prepararsi psicologicamente all’ultima settimana di lavoro!

Sharing is caring:
This Post Has 19 Comments
  1. Praticamente non hai più sere a disposizione!

    Le polpettine nella vellutata mi intrigano tantissimo…
    Invece, dei meravigliosi peperoncini ne abbiamo già parlato a suo tempo… 🙂
    Un bacio tesoro!

  2. UH! occhemeraviglia queste polpettine “a bagno” …e tutti questi colori mettono un’allegria indiscutibile!!! … e le foto, le foto… meravigliose! questa zucca….. juuuuulss… ci siamo capite no?! mannaggia a te! Buongiorno Juls!!!

  3. mmmm davvero un piatto caldo da coccole..mi ci vorrebbe stasera da sola in mezzo alla campagna gelata!! le polpettine sono davvero un’idea originale da abbinare alla vellutata..brava brava!

  4. Interessante piatto!! Qualche domanda: 1) Ma i semi di cumino vengono poi tritati bene nel frullatore? e: 2) Il brodo deve bollire-bollire o e’ meglio che sobbolla soltanto? (detto meglio: non si frantuma qualche polpettina?) Infine: 3) La buccia di arancia e’ una genialata, ma come ti vengono queste idee?

  5. @ Caro: un bacione caro! io ti voglio vedereeeeeeeeeeee!
    @ Kia: sei una tesora!!! buongiorno e mannaggia a te! 😛
    @ Marzia: quale campagna gelata? da che parte di mondo sei?
    @ Corrado: e io son qui a risponderti! il cumino che ho usato io è il polvere, quindi si mixa tutto. Il prodo deve bollire, in modo che le polpettine vadano giù e tornino su belline unite e cotte. Certo, non con delle bolle da idromassaggio, ma nemmeno un sobbollire troppo blando! e l’arancio? io vado a colore, di solito!! 😛

  6. Hai ancora delle amiche delle elementari, che fortuna! Questa zuppa è uno scalda cuore e le foto stupende, cosi’ espressive 🙂 Baci e buon inizio settimana

  7. Ma che belle foto fai ufffi! La disoccupazione mi devasta, sto diventando apatica e nemmeno fotografo più, santa pupa da coscia..!le tue invece sono sempre belle, e sopratutto brillanti, allegre, trasmettono allegria, ecco.
    detto ciò, la vellutata sembra fantastica, mi piace molto la zucca e in questi giorni sto scoprendo diversi modi per utilizzarla..tipo arrosto o in purea con le mele!
    Buona giornata cara, io vò a preparare la valigia che domani si parteee! =)

  8. giusto oggi mi sono preparata una bella crema di zucca 🙂 ma l’ho solo bollita. Devo provare a passarla in forno come suggerisci tu 😉

    PS ma è il nuovo Braun senza fili quello che vedo in foto??

  9. @ Edda: in effetti ho delle bricioline lasciate in giro dalle elementari in su! Grazie, tu che mi fai i complimenti per le foto mi allarga il cuore!!
    @ Laura: grande! poi fammi sapere eh!
    @ Pinedda: guarda, per me quello di cui hai bisogno è una bella vacanza, per schiarirti la mente e rovare nuovi stimoli ed idee! un abbraccio e buona Sardegna!
    @ Silvia e Giada: è lui, il Braun senza fili! io me ne sono innamorata, perché non ho nessuna presa vicino al piano di lavoro, e così frullo come una matta dove voglio!!

  10. Solo guardando la foto viene già fame!
    Ma dove hai trovato quelle bellissime cocottine? Mi piacciono un sacco.
    Non è che avresti una ricetta per fare l’aceto bianco aromatizzato, tipo quella che hai postato un mesetto fa ma con l’aceto rosso? Vorrei preparare delle bottigliette da regalare.
    Un bacio,
    Elisa

  11. Che belle foto, Giulia!!! Dato che l’ultima volta che ci siamo viste mi hai paralto dei tuoi “modelli di riferimento” in materia, ti annuncio con grande gioia che li hai di gran lunga superati! Una pena non esserci viste sabato, io già mi immaginavo noi che passeggiavamo nella neve in fila indiana, cantando una carola…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca