skip to Main Content

La Cucina di Nonna Menna: i crostini di milza

Vi ricordate i crostini neri di fegatini di pollo fatti la prima volta? Questa che vi presento oggi è una variante: sono crostini neri fatti esclusivamente di milza. Ovviamente nel mezzo c’è un’ulteriore possibilità, quella di unire fegatini di pollo e milza nella stessa preparazione, per un gusto meno forte e pungente di quanto siano questi di sola milza.

Anche questi sono crostini tipici della mia zona, fatti spesso in casa e riscoperti da quando zia Teresa (una nipote di nonna) ci ha dato la ricetta perfezionata ed infallibile. È quella che vi propongo oggi.

Crostini di milza

Lo so, siete abituati ormai ai miei racconti bucolici del mercoledì, l’infanzia di nonna, i parenti e gli avi, i modi di dire e la campagna toscana… ma questa volta se dovessi descrivervi questa ricetta attraverso alcune immagini rischierei di ripetere Kill Bill di Tarantino per quello che riguarda i colori e lo stile!

Pulire la milza è quanto di più vicino ci sia nella mia cucina alla carneficina della banda di O-ren Ishii da parte de La Sposa, davvero! Mamma con quel cucchiaio in mano, il grembiule bianco enorme e i guanti in lattice è uno spettacolo degno di Dario Argento!

Ma veniamo alla ricetta dei crostini di milza.

Stampa questa ricetta Pin it!
5 da 1 voto

Crostini di milza

Portata Antipasto
Cucina Toscana
Preparazione 20 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 50 minuti
Porzioni 4
Chef Giulia

Ingredienti

  • 300 g di milza
  • 1 cipolla media
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaio molto abbondante di capperi sottaceto
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • Passata di pomodoro, qb
  • Pasta di acciughe, qb
  • Sale
  • Olio extravergine di oliva
  • 2 uova sode per decorare

Istruzioni

  • Prima cosa, la pulizia della milza. Raschia con un cucchiaio da minestra la pelle della milza, facendo uscire poca per volta la milza, che avrà la consistenza di una pappetta. Raccoglila tutta in una ciotolina.
  • Nel frattempo trita finemente carota, sedano, prezzemolo, aglio e cipolla. Scalda un cucchiaio abbondante di olio in un tegamino antiaderente e fai soffriggere lentamente tutte le verdure. Quando sono ammorbidite aggiungi la milza e mescola continuamente fino a che non diventa marrone scura, segno che è cotta.
  • A quel punto aggiungi un bicchiere di vino rosso e fallo ritirare tutto. Poi aggiungi un po’ di passata di pomodoro per colorare di rosso la salsa.
  • Questo è il momento di aggiungere i capperi tritati finissimi e di dare la giusta sapidità al tutto. Come fatto per i più classici crostini neri, non sarà il sale a dare la sapidità, ma la pasta di acciuga. Aggiungine quindi poco per volta, assaggiando ripetutamente per trovare il punto giusto.
  • Spalma la salsa di milza su fette di pane toscano.
  • Puoi guarnire i crostini con delle fettine di uovo sodo, che danno un bel contrasto cromatico ed aiutano ad ammorbidire il gusto forte e pungente della milza.
Hai provato questa ricetta?Ci piace vedere tutte le tue creazioni su Instagram, Facebook & Twitter! Scatta una foto e condividila taggando @julskitchen e usando l’hashtag #myseasonaltable!

 

Sharing is caring:
This Post Has 7 Comments
  1. Eccomi qui, finalmente ho due minuti! Ti devo dire la verità, la milza non l'ho mai assaggiata e non ho proprio idea di che sapore abbia. I crostini di fegatini di pollo invece li conosco (li mangio spesso quando vengo in Toscana…), se non erro vengono anche chiamati più genericamente crostini toscani, vero?
    Buona giornata 🙂

  2. Ecco…io la milza proprio no…ho un ribrezzo insensato per le interiora…però se non mi dicevi che era milza magari me li mangiavo e li trovavo pure buoni 😀

  3. Mi piacciono molto i tuoi crostini di solito ho mangiato quelli tradizionali coni fegatini.
    Chissà cosa devono essere questi…
    Bravissima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca