skip to Main Content

La cucina di Nonna Menna: i cantuccini di Prato

Se venite in Toscana, in qualsiasi periodo dell’anno, in qualsiasi bar delle città o dei piccoli paesini della campagna, potrete trovare tra i dolci tipici Ricciarelli, Panforte e Cantuccini. Se Ricciarelli e Panforte sono maggiormente legati alle festività natalizie, e quindi avremo modo di vederli, i cantuccini sono un must, si consumano spesso e volentieri come fine pasto veloce con un bicchiere di vinsanto.

cantuccini di Prato book-2

Questa è a versione di nonna, sono i biscotti di Prato, ovvero i cantuccini, che spesso prepara la domenica quando nel pomeriggio vengono zii e cugini e non abbiamo voglia e tempo di fare dolci più complessi o di lunga preparazione. Sono sorprendentemente semplici e veloci, di grande soddisfazione da mangiare! Io sono astemia e… li mangio spesso inzuppati in un bicchiere d’acqua!

Lo so, è un’eresia, ma quando ero piccina e zio li inzuppava nel vinsanto a me li facevano intingere nell’acqua, e da allora quello per me è un sapore unico, confortante e accogliente, che ti fa star bene e ti riporta alla semplicità delle sere dopo cena a San Gimignano, quando gli unici problemi erano se giocare a briscola con mia cugina e nonno o leggere Topolino sul lettone di zia!

Stampa questa ricetta Pin it!
0 da 0 voti

La cucina di Nonna Menna: i cantuccini di Prato

Preparazione 10 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 35 minuti
Chef Giulia

Ingredienti

  • Farina bianca, 500 gr
  • Zucchero, 500 gr
  • Mandorle dolci, 200 gr
  • Uova, 4
  • Burro
  • Sale

Istruzioni

  • Tosta in forno le mandorle per qualche minuto finché non diventano dorate, poi sbucciale e tritale.
  • Versa la farina a fontana su una spianatoia, e metti al centro zucchero, un pizzico di sale, mandorle e uova.
  • Lavora il composto fino ad ottenere una pasta liscia e morbida. A questo punto nonna fa dei filoncini schiacciati dello spessore di circa 2cm, larghi 10 cm e lunghi quanto vuoi. Mettili su una teglia foderata di carta da forno e falli cuocere in forno caldo a 180°C fino a che la superficie non è dorata, circa 25 minuti.
  • Togli i filoncini dal forno, tagliali a fette di circa 1,5 o 2 cm di spessore in senso obliquo e rimettili in forno fino a che non sono biscottati.
  • Si possono conservare in una scatola di latta per molto giorni.
Hai provato questa ricetta?Ci piace vedere tutte le tue creazioni su Instagram, Facebook & Twitter! Scatta una foto e condividila taggando @julskitchen e usando l’hashtag #myseasonaltable!

Oggi sono felice! Finalmente è uscito Basil, un magazine on line americano, sul quale ho una rubrica mensile tutta mia, ovviamente dedicata alla cucina toscana. Date un’occhiata alla sezione Life, Tuscany Home Sweet Home… non vi ricorda nulla? Oggi posso crogiolarmi nell’orgoglio e nella soddisfazione? dai sì, almeno oggi me lo concedo!

Sharing is caring:
This Post Has 26 Comments
  1. I cantuccini mi fanno morire!!! Venerdì vado a Firenze e ne farò una piccola scorta, poi mi stampo la tua ricetta e la incornicio in cucina :D. Vado a leggere la tua rubrica…complimentissimi
    Un bacione
    fra

  2. WOW… Sono rimasta a bocca aperta!
    Non che non sapessi quanto sei brava, ma questa del mensile è strepitosa!!!
    Sono contenta per te…

    Mi piace molto la foto sui toni del viola… Carinissima!
    Buon pomeriggio.

  3. Grandissima Giulia, sono contenta per te! Ti faccio i miei complimenti, deve essere una grandissima soddisfazione 🙂 I cantucci è da molto che mi riprometto di farli, anche perché io li mangio spesso dopo cena per darmi un contentino 😉

  4. @ Micaela: eh sì, anche io carburo a diesel, non riesco ancora a trovare il tempo di passare da tutti, al momento mi perdo nei meandri del lavoro!

    @ Fra: sei a Firenze? che bellooo!!! se non lavoravo venivo a trovarti! ma lavoro sia domani che sabato, sigh… =(

    @ Elisa: eh eh eh! grazie!! mi fai sempre stare bene coi tuoi commenti, sei un tesoro!

    @ Caro: ora mi lusinghi…. veramente!!! e per le foto, effettivamente questo too di lilla lo vedrei bene anche da te! =)

    @ CorradoT: sì sì, magno volentieri! =P fa molto sbarco degli alleati, speriamo funzioni!

    @ Camo: golosaaaaaaa!

    @ Mika: buonissimi!

    @ Roberto: assicuro che son buonissimi anche intinti nell’acqua! =P

  5. […] siete già a metà dell’opera. Poi, leggete queste signore QUI, QUA, e ancora QUI. Dopodichè, accendete il forno e datevi al biscottamento. Quando avrete finito e vi rilasserete […]

  6. […] La festa è stata l’occasione giusta per fare un viaggio in Toscana, per guidare tra le colline senesi e perdersi tra i viali di cipressi visitando borghi medievali e assaggiando i piatti più tipici e riempiendo la valigia del viaggio di ritorno di regali golosi. Sono stati cinque giorni meravigliosi e già sento la nostalgia di quei paesaggi silenziosi e rilassanti. Se chiudo gli occhi posso sentire il profumo dei fiori di campo e scorgere in lontananza le macchie rosse dei papaveri e mi rivedo seduta nel guardino di Giulia mentre assaggio cantuccini alle mandorle intinti nel vin santo. Ho scoperto di amare alla follia questi biscotti e ho deciso di provare a prepararali una volta rientrata in Sardegna, seguendo proprio la sua ricetta. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca