Le pesche fredde al vino bianco di Delancey

agosto 27, 2014

Pesche al vino bianco

Ho scelto Delancey come libro da portarmi al mare quest’estate. Ho passato la maggior parte dei miei pomeriggi a dormire in una stanza fresca in penombra, con un ventilatore da soffitto che mandava una brezza leggera, un sollievo dopo lo Scirocco umido e salmastro che soffiava fuori. Se non dormivo, guardavamo episodio dopo episodio delle quattro serie del Trono di Spade. Abbiamo cominciato a fine luglio e siamo già a metà della quarta serie, rapiti da tradimenti, imboscate, omicidi e viaggi lontani. L’inverno sta arrivando, non c’è dubbio.

In spiaggia invece, tra un bagno rinfrescante e qualche sogno ad occhi aperti guardando l’orizzonte lontano, tiravo fuori dalla borsa di paglia Delancey, spostavo il segnalibro, toglievo un po’ di sabbia e mi immergevo nelle avventure di Molly e Brandon nell’apertura del loro ristorante, Delancey, appunto.

Ero lì, coperta di crema solare dolce al cocco, con i piedi ben affondati nella sabbia bollente e i capelli appiccicosi di sale e mare, quando all’improvviso sentivo l’urgenza di cucinare del maiale brasato, o una brocca di zabaione alcolico. Così dal nulla mi rivolgevo a lui, sdraiato lì accanto al sole e mezzo addormentato, e gli prospettavo pranzi e cene del tutto fuori luogo: questa ricetta te la devo proprio fare, spalla di maiale brasata, senti che ingredienti interessanti che ha… oh, e anche il riso saltato. Quest’inverno voglio cucinare di più per te, insalate, dolci, pizze…

Ogni tanto me ne uscivo con una nuova ricetta da provare il prossimo autunno, o inverno, incurante dello scirocco e del mare azzurro davanti a me. Lui annuiva. Temo che abbia pensato che lo volessi mettere all’ingrasso, come nella storia di Hansel e Gretel.

Read the rest of this entry »

Senza glutine, senza lattosio. Gnocchetti con pesto di pistacchi

agosto 11, 2014

Gnocchi con pesto di pistacchi

Ci ho girato intorno per mesi, cercando una spiegazione a questa stanchezza. Prima ho dato la colpa alla mancanza di sonno, poi al caldo, poi ai ritmi serrati delle consegne del libro, poi anche alla mia pigrizia. Alla fine ho fatto un test per le intolleranze alimentari e i risultati sono stati come mi immaginavo. Ho imparato ad ascoltare il mio corpo quindi la risposta del test non è caduta dal cielo del tutto inaspettata.

Per qualche tempo dovrò eliminare dalla mia dieta latticini, glutine – con eccezione della segale – e cioccolato. Premetto che sono seguita da una dottoressa, quindi non sto facendo di testa mia. Però dopo due settimane di depurazione comincio già a sentirmi meglio, meno stanca, e le vacanze imminenti potrebbero dare l’ultimo aiuto per riequilibrare la situazione. Devo ancora capire come affrontare la Puglia senza poter mangiare orecchiette, burrate, pasticciotti e rustici… temo che potrei fare qualche strappo alla regola, ma di questo poi vi racconterò. Read the rest of this entry »

Il tacchino tonnato di Emiko

agosto 6, 2014

Tacchino tonnato - Turkey breast with tuna mayonnaiseEmiko mi ha insegnato tanto. Mi ha spiegato come fare graziose lanterne con vecchi barattoli, fil di ferro e garza di cotone. Mi ha fatto scoprire per prima la Firenze di chi ci vive che ho imparato ad amare, mi ha portata al tè al Four Season, a Cecina per un weekend tra amiche, a un aperitivo molecolare, a San Miniato e Fucecchio per la prima volta, a Venezia.

La pavlova è stata la prima ricetta che abbiamo fatto insieme, poi le tartellette al lemon curd per i miei 30 anni, i fiori fritti ripieni di ricotta di bufala e il miele di fichi nel pranzo pugliese che ha organizzato una volta a casa, un pranzo giapponese con chirashi sushi e melanzane al miso cotte in forno. Abbiamo preparato e cotto insieme con mezzo mondo che ci divideva la schiacciata di Pasqua toscana e messo in piedi con Valeria e Jasmine il nostro progetto, l’Italian Table Talk.

Quando è tornata in Italia qualche mese fa, nonostante fosse stato difficile far coincidere impegni, scadenze e viaggi, siamo riuscite a ritagliarci qualche giornata da passare insieme in cucina, e in una di queste, insieme a Regula, mi ha insegnato una nuova ricetta che è entrata di diritto nel mio nuovo libro, il tacchino tonnato. Read the rest of this entry »