Dagli affreschi medioevali alla tavola: tagliatelle paglia e fieno con ragù di cinta Senese

novembre 18, 2014

Tagliatelle con ragù di cinta

Ultimamente passo diversi giorni a settimana a Firenze. La pappa al pomodoro la preferisco fatta secondo la tradizione fiorentina, piuttosto che come me l’ha insegnata nonna, alla maniera senese… Rimango però profondamente legata alla mia terra e alle mie tradizioni culinarie, nate in quella zona intorno a Siena, fatta di olivi, vigneti, colline dolci, casolari sparsi e strade bianche.

Questa è terra di persone schive, di frantoi e cantine, di zuppe di pane e fagioli, di erbe di campo raccolte lungo il ciglio della strada, di ricciarelli, panforte e cavallucci quando viene Natale, delle frittelle di San Giuseppe fatte di riso, di trippa e di cinta senese.

A Siena, nel Palazzo Pubblico che affaccia su Piazza del Campo, c’è il famoso affresco del Buon governo dipinto da Ambrogio Lorenzetti nel 1.300. Nel lato dedicato agli effetti del buon governo in campagna c’è un contadino, vestito nella foggia del tempo, che spinge un maiale di cinta senese. L’animale è ritratto con precisione e autenticità, caratterizzato dalla fascia bianca che gli cinge il petto e dalle zampe anteriori a loro volta bianche.

Read the rest of this entry »

La cotognata per Natale e il mercato di Greve in Chianti

novembre 14, 2014

Mercato a Greve in Chianti

Io e Eleonora siamo partite con l’intenzione di fare un giro veloce, vedere cosa c’è a Greve in Chianti in questo mercato nuovo per noi e tornare a casa, magari con qualche etto di castagne buone. Appena arrivata avevo un passo baldanzoso, leggero, ispirata anche da una giornata che si prospettava piena di sole e un pranzo in famiglia poco più tardi.

Un’ora più tardi sono tornata alla macchina trascinando a fatica quattro buste piene di frutta, verdura, pane, ceramiche, fiori, una ghirlanda, bacche e conserve… Oltre al portabagagli della macchina pieno, tornavo a casa con gli occhi colmi di colori e sorrisi,  il cuore straripante di riconoscenza per quello che la Natura ci regala, di stagione in stagione, e la mente in subbuglio per tutte le idee che erano nate lì, tra una cesta di mele cotogne e un vaso in ceramica fatto a mano.

Marroni belli, sodi, del Casentino o del Mugello, che sono finiti direttamente nel forno a legna, dopo le pizze, e hanno chiuso più di un pranzo o una cena con il loro buon sapore dolce e affumicato. Cipolle brillanti nei loro vestiti rosa e porpora, che sembravano arrivare direttamente da una sfilata di moda. Tutto era fresco, vivo, pronto per essere trasformato in qualcosa di buono che potesse dare conforto e amore. Read the rest of this entry »

Ventura Top Blogger. Il lago, lo chef e una cena tutta per noi

novembre 6, 2014

Ventura Top Blogger

Dovete sapere che non partecipo spesso agli eventi. Molto probabilmente faccio la figura dell’orso rintanato nella sua tana nella campagna di fronte a uffici stampa e PR che mi invitano in giro per l’Italia, da Milano a Roma, a serate divertenti, aperitivi, mostre, visite in azienda e esperienze fuori dal comune.

Il fatto è che la sopra citata tana è in realtà una cucina, nella campagna, sì, ma estremamente affollata di progetti e idee che si accavallano e si contendono il tempo, oltre al forno e allo spazio in frigorifero. Per la mia già nota tendenza a sovrastimare le mie capacità organizzative e sottostimare il tempo necessario a finire un lavoro, sono sempre a rincorrere scadenze, cesellando il calendario per far sì che ci rientri tutto quello che mi sono proposta, lasciando pure qualche fine settimana libero, che si sa, quelli sono i giorni dedicati agli affetti e al riposo.

A questo si aggiunga anche una certa dose di pigrizia innata e una tendenza a sentirmi a mio agio soprattutto tra le quattro mura della mia cucina con vista o seduta al tavolo di marmo, con il computer e una tazza di tisana di calda, ora che il caffè non lo posso più bere.

A quest’evento non potevo non prendere parte, però. Read the rest of this entry »