skip to Main Content

English breakfast

Premessa indispensabile.
Amo l’Inghilterra, lo stile inglese, lo spirito British, tutto ciò che è anglosassone fuori, dentro e d’intorno, amo Londra, amo la campagna inglese, amo la verde Irlanda, amerei anche la Scozia se ci fossi andata, amo il cielo grigio che ogni tanto si apre, la nebbia, la pioggia inglese,
i cottage in fondo alla strada con le siepi alte, la lingua inglese, l’accento british, gli inglesi (eh eh eh, in tutti i sensi…), Jane Austen, Roddy Doyle, Nuala O’Faolain, Jamie Oliver e pure Carlo d’Inghilterra (beh, via, non tanto lui ma la sua azienda biologica).
Mi direte: ecchecceneimportaanoi?

Ecco, arrivo al punto! Claudia, la mia adorata sorellina diciottenne, è tornata sabato sera dalla gita scolastica a Parigi con gli occhi pieni di sogni e il cuore incantato da tutto ciò che è parisienne… io, che a Parigi per una serie di congiunture non ci sono mai stata, ho pensato di accogliere il ritorno della sorella prodiga (brutto detto così, eh eh) con una colazione che di francese non aveva nulla, ma proprio nulla!!

SCONES CON MARMELLATA DI FRAGOLE





Venerdì sera ho preparato la mia prima marmellata di fragole guardando “I Cesaroni” (le avevo però messe in infusione in zucchero e limone dal giorno prima) e sabato sera ho preparato gli scones. Per farli ho seguito la ricetta di
Mysia.

Ingredienti per 16 piccoli scones:

  • farina, 260 gr
  • latte, 150 ml
  • burro, 50 gr
  • lievito per dolci, 1 cucchiaio
  • zucchero, 30 gr
  • sale, 1 pizzico
  • tuorlo d’uovo, 1 per pennellare gli scones
  • uvetta, 3 bei cucchiai colmi (se volete, io l’ho aggiunta solo in metà degli sconese)

Setaccia farina con zucchero, sale e lievito.
Aggiungi il burro ammorbidito a fiocchiettini e impasta fino a che non viene assorbito bene.
Poi versa il latte al centro e lavora con una forchetta o con le mani fino a che non viene un panetto il meno appiccicoso possibile.
Poi stendilo con il mattarello su un piano infarinato ad un’altezza di 1 cm e taglialo con un tagliabiscotti (o un bicchiere come ho fatto io) con un diametro di circa 5 cm.
Rimpasta gli avanzi e continua a far scones!
Poi mettili su una placca da forno imburrata – io ho comprato una sfoglia in silicone che è ganzissima e la uso al posto della carta oleata da forno – e spennellali con il rosso d’uovo. Inforna a forno caldo a 200° per 15 – 20 minuti finché non sono dorati.

Toglili e lasciali intiepidire. Il giorno dopo io li ho riscaldati un po’ in forno ed erano sempre buoni. E’ bellissimo aprirli con le mani e farcirli di marmellata di fragole o, avendolo, con il lemon curd (l’avevo finito!). Sono così inglesi!! Sarebbero adatti al the delle cinque, io li ho presi col the delle dieci di mattina, una matinée, diciamo!!


Approfitto anche per ringraziare tanto Mirtill@ quanto Betty per questo premietto, grazie! Il meme l’ho già fatto qui, vi rimando quindi al post per i miei propositi (e già giovedì ho salto piscina, quindi si va benino di nulla…).
P.S. dimenticavo!! Claudia mi ha portato da Parigi una confezione di bustine di zucchero colorato della Can à Suc, giallo, rosa, azzurro, verde… in una parola: MERAVIGLIOSO! Avete idee per usarlo al meglio? Mi ha anche portato il numero di aprile della rivista Saveur: ci sono delle foto spettacolari, con una luce divina!

Sharing is caring:
This Post Has 17 Comments
  1. Ciao! che bene che ti son venuti questi scones! e poi con la marmellata fatta in casa…una colazione davvero invitante!
    bacioni

  2. I ragazzi inglesi camminano in un modo favoloso,con le mani in tasca,non so,è la cosa che mi aveva colpito di più di loro,anch’io ci avevo lasciato qualche pezzetto di cuore qui e là…ti parla una che ha vissuto sia a Londra che in Irlanda 😀

    Detto questo….CHE BUONI QUESTI SCONES!!!

  3. @ tutte: venite a trovarmi a colazione! La prossima volta faccio anche il lemon curd!

    @ Alessandra: non me lo dire, non me lo dire… io non ci ho mai vissuto, ma di pezzettini di cuore ne ho parecchi sparsi lassù! ovvia, ora m’è venuta voglia di tornarci!

  4. Ma lo sai che l’altro giorno anche io ho fatto gli scones?…. ma in versione salata….

    non mi sono dimenticata di risponderti alla mail… arriverà al più presto!

  5. cara juls
    qui o siamo anime gemelle o siamo cmq gemelle separate alla nascita!!!!
    buoni gli scones, ogni tanto li preparo anch’io….
    ciao golosastra!

  6. Ma sai che non ho mai fatto gli scones?! Però sono in cima alla mia famosa ideale lista delle cose to do. I tuoi hanno un aspetto molto british, il che equivale a dire che ti sono venuti molto bene!
    Buona settimana cara, e a presto!

  7. … Ed eccoci qua dalle pagine di FB alle pagine del tuo blog! Sei la prima tra le foodblogger che conosco che si è aggiunta al mio account facebook! Ma tu sei speciale! 🙂
    Gli scones non li ho mai fatti ma mi piace molto l’idea della colazione british devono essere proprio buoni.
    Per gli zuccheri colorati… Potresti usarli su dei cupcake con la grassa in tinta. Io li conserverei solo per le guarnizioni credo. Conosco quello zucchero e i cristalli sono così belli che è un peccato usarlo.
    A presto

  8. Yes Miss… fa moooooolto british… belle pure le foto!uuuuu lo zucchero colorato… vedere vedere!!!!!Kiss

  9. Ciao! appena ho letto english breakfast mi sono fiondata!! Come te adoro tutto ciò che è british, ma anche irish! Il british è un intero mondo, uno stile di vita! Anche io ho fatto gli scones(con la ricetta del cavoletto)ma i tuoi sembrano decisamente più belli(i miei erano delle specie di minirocce!). Ciao buona serata!

  10. queste foto sono così belle, e accoglienti… o forse sono gli scones, che a me fanno impazzire?! 😉

  11. @ Silvia: scones salati? come li mangi? buoni! vai tranquilla con la mail, anche perché a forza di pensare allo spirito british m’è venuta voglia di vedere la Scozia… non so che fare!!!

    @ Carolina: thank you, thank you! devi provarli, sono buoni per colazione!

    @ Kitty: eh eh.. è che su Facebook ci sono fissa le 8 ore di lavoro (ma lavoro anche, eh) quindi è comodo per tenersi aggiornate! grazie per il suggerimento su come usare gli zuccherini, anche Claudia ha apprezzato!

    @ Maya: hai ragione, devo fare una fotina a quegli zuccherini prima di usarli, sembrano le perline colorate per far collanine!

    @ Katty: ci vorrebbe più spesso una colazioncina rilassante! buona settimana a te!

    @ Mammazan: sapessi alla Lidl quante cosine furbe ho trovato! ma questo rotolo – sfoglia – foglio di silicone è fortissimo, ha incorporato un righello e dei cerchi disegnati sopra per calcolare le dimensioni! questi tedeschi! ne sanno una più del diavolo!

    @ Nicole: ah, che bello! un’altra malata!! è uno stile di vita sì! potessi andrei in giro coi vestiti Burberry… ma, ecco, ehm.. diciamo che il mio è uno stile mentale!

    @ Vaniglia: grazie! è tutta la luce naturale! potessi far foto di giorno sarebbe tutto più semplice!

  12. Che ricetta strepitosa! Domani mattina la provo, non vedo l’ora!
    Ho anche una marmellata di fragole buonissima da usare..
    Per quanto riguarda la carrellata British, l’ho molto apprezzata, sono assolutamente dalla tua parte su tutto^^.
    Se ti va, passa a trovarmi.
    la Zia Artemisia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca