skip to Main Content

Agosto, ho grandi progetti per noi! Sorbetto alla pesca e prosecco

Ultimamente ogni e-mail di lavoro che ho ricevuto chiudeva con un gioioso Buona estate: niente buon lavoro, buon fine settimana, buon agosto, quello che emergeva era un netto augurio di godersi al meglio l’estate. Allora ho iniziato a scrivere lo stesso.

Poi mi son fermata a riflettere. Ma come? Se ci pensi bene l’estate è cominciata da un mese e mezzo, è da giugno che qui sul blog celebro i suoi pomodori maturati al sole, il suo caldo insostenibile, i piaceri della spiaggia, i pomeriggi pigri, i grilli e le cicale, le cene fuori con gli amici e i gelati. È già estate, eppure stranamente sembra che sia appena iniziata, di nuovo.

Sorbetto alla pesca e prosecco

In Italia questo è il mese delle grandi partenze, quando chi può carica la macchina di bambini, animali e speranze e parte per il mare, per la campagna o per la montagna, per un’altra città, per le tanto attese vacanze. Le scuole non riapriranno se non a metà settembre, gli uffici e le aziende concentrano le settimane di chiusura proprio ad agosto. Il traffico rallenta, molti negozi appendono fuori il cartello ‘Chiuso per ferie’ e ti ritrovi spesso a camminare in strade quasi vuote, in una calma surreale. Ho sempre amato l’agosto in città.

Quest’anno passiamo agosto a casa, ci godremo la casa, la campagna, i ritmi lavorativi che necessariamente rallentano e conserveremo tempo, soldi e aspettative per una settimana di mare in Salento, a settembre, incastrata tra un matrimonio in cui preparerò un picnic per quaranta persone e la prima lezione del corso di Comunicazione alla Florence University of the Arts, come ogni autunno.

Ho sempre avuto l’idea sbagliata che agosto fosse già quasi settembre, che la parte migliore dell’estate fosse appena passata, ma quest’anno agosto ho deciso di darti un’altra possibilità, ho dei grandi progetti per noi, so che non mi deluderai.

Quindi ti abbraccio, Agosto, e accolgo con entusiasmo i tuoi ritmi più dolci e i tutti i tuoi trentun giorni, intensi, leggermente tostati e baciati dal sole, per godermeli fino all’ultima goccia.

È ancora estate, e dobbiamo festeggiare. Cosa c’è di meglio di un sorbetto alla pesca e prosecco, liscio in bocca come velluto e rinfrescante come una doccia mentolata alla SPA. Ci state? Siete con me?

Sorbetto alla pesca e prosecco
Preparazione
10 min
Cottura
30 min
Tempo totale
40 min
 
Piatto: Dessert, Gelato
Cucina: Italiana
Porzioni: 4
Chef: Giulia
Ingredienti
  • 400 g di polpa di pesche nettarine
  • 100 g di zucchero di canna chiaro
  • 100 g di acqua
  • 2 rametti di melissa
  • 50 g di prosecco
Istruzioni
  1. Sbuccia le pesche, togli il nocciolo e raccoglile in una ciotola.
  2. Versa in un pentolino acqua e zucchero, aggiungi i rametti di melissa e porta ad ebollizione, facendo in modo che lo zucchero si sciolga e diventi uno sciroppo.
  3. Togli i rametti di melissa e versa lo sciroppo di zucchero in un frullatore con la polpa di pesca. Aggiungi anche il prosecco. Frulla finché non è del tutto omogeneo. Metti il sorbetto in frigo per qualche ora in modo che sia del tutto freddo.
  4. Quando è freddo versalo nella gelatiera e segui le indicazioni per ottenere un sorbetto.
  5. Quando ha la giusta consistenza servilo subito oppure trasferiscilo in un contenitore ermetico e mettilo in freezer fino al momento di servirlo.

Nel frattempo mi godo i miei ricordi del Salento riguardando le foto dello scorso anno e affondo il cucchiaino in un’altra coppetta di sorbetto alla pesca.

Salento

Salento

Sharing is caring:
This Post Has 4 Comments
  1. Ho sempre pensato che trascorrere agosto a Napoli, la mia città, sia la cosa migliore. Ti godi le strade semideserte, il mare e il lungomare tutto per te, raggiungere i posti senza dover impazzire, tra parcheggi e macchine che sfrecciano in ogni dove. Recuperi tempo che puoi dedicare a te stessa e al momento che vuoi vivere. Agosto è il mese di ricarica e a settembre mi sento più emozionata che a Capodanno, pronta come mi ritrovo a ripartire e a scoprire quali sono i buoni propositi che ognuno di noi regala al suo piccolo spazio.
    E allora invece di dirti buona estate, ti dico buona ricarica, che sono sicura che ti porterà tante belle idee nuove, questo mese 🙂

  2. Anche per noi quest’anno sarà un agosto a casa: tra i propositi, ridurre le liste, mangiare pie alle pesche e prendere il sole e il vento in bicicletta, guardando l’orizzonte. Buona estate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca