skip to Main Content
Menù

I miei libri preferiti di cucina toscana e Florentine

Nonna tiene i suoi libri di cucina su una mensola vicino al camino. Sono poco meno di una decina di libri, gli stessi da quando mi ricordo. Il libro di Pellegrino Artusi è il più usurato, è il suo libro di riferimento per tutto ciò che vuole cucinare, dalle frittelle di carnevale al cinghiale in dolce forte. In casa mia non c’erano libri di cucina quando ero piccola, solo una vecchia enciclopedia culinaria che mamma aveva comprato a fascicoli in edicola, settimana dopo settimana, quando era una sposina che stava iniziando il suo percorso tra pentole e padelle. Da adolescente ho cominciato poi a raccogliere articoli e ricette prese dalle riviste di cucina in un quaderno di scuola, mantenendo una traccia delle mie torte e delle mie paste preferite.

Florentine

Ho imparato a cucinare guardando mamma fare il ciambellone la domenica mattina, seduta su uno sgabello alto con un grembiule così grande che sembrava una camicia da notte. Ho imparato molte ricette toscane mentre facevo i compiti al tavolo di cucina di nonna, crescendo nell’odore generoso e senza pretese di ragù, minestroni e cotolette fritte.

Ho imparato a apprezzare la cucina e le tradizioni della Toscana anche attraverso i libri di cucina. Ho comprato il mio primo libro di ricette dopo l’università, quando ho iniziato a lavorare, con quel piccolo ma estremamente apprezzato stipendio mensile che spendevo equamente in profumeria e in libreria.

I miei libri preferiti di cucina toscana

Quando mi sono trasferita nel nuovo studio ho deciso di scegliere quei libri che hanno segnato la mia crescita nell’amore per quel patrimonio culinario toscano a cui devo tanto, e dedicargli uno spazio apposito. Uso ancora questi libri ogni giorno come riferimento, come ispirazione, come guida per la mia cucina quotidiana.

  • Twelve, a Tuscan cookbook, di Tessa Kiros, è il primo libro che ho comprato di cucina toscana. Ho scoperto quanto possa essere affascinante il tuo cibo di famiglia, quello con cui sei cresciuta, quando è visto da una prospettiva diversa. Con Twelve passerete dodici mesi in Toscana, scoprendo ingredienti stagionali e ricette autentiche.
  • La cucina Toscana, di Giovanni Righi Parenti. Poco dopo Twelve comprai questo libro che raccoglie centinaia di ricette tipiche toscane con uno speciale focus sulla tradizione senese. Ho riconosciuto in quel libro il mio accento, le mie parole, il mio gusto in ogni ricetta. È un libro prezioso.
  • Il grande libro della vera cucina toscana di Paolo Petroni. Questa è anche la raccolta più vasta e esauriente di ricette toscane. Petroni copre ogni area della regione, dando notizia di ingredienti e tradizioni sconosciute ai più.
  • Tutti i libri di Aldo Santini. Santini ha parlato di Maremma, Livorno e Firenze. Ogni libro è un tuffo in una specifica area della Toscana, con accenni alla storia e al cibo e con humour impareggiabile. Essendo un giornalista di Livorno, Santini ha un amore speciale per la sua città e ovviamente non ha una buona opinione di Artusi, colpevole di non prestare sufficiente attenzione alle ricette e alle tradizioni della sua amata città.
  • Secrets from my Tuscan kitchen. Judy è un esempio, mi ha spronata a prendere il volo, a iniziare i miei corsi di cucina toscana, affrontando insieme i dettagli e le difficoltà. Mi ha dato coraggio e fiducia, le devo molto. Questo è il suo libro di cucina, ogni ricetta è testata e funziona alla perfezione. È una visione approfondita della cucina toscana, un libro nato dai suoi corsi.

Florentine

Florentine, the true cuisine of Florence

C’è un nuovo libro che è entrato nella mia collezione e che sicuramente ci resterà: Florentine, the true cuisine of Florence, scritto dalla mia amica Emiko Davies.

Ci siamo incontrate per caso, come accade nelle più belle amicizie. Ci siamo conosciute on line, come mi sta succedendo sempre più spesso ultimamente grazie ad una passione condivisa. Ci siamo viste per la prima volta dal vivo a Firenze, ovviamente a tavola, come si addice a due foodblogger: tra un piatto di lampredotto, un passato di ceci e un tiramisù alle fragole riuscivamo comunque a parlare e sognare di altro cibo e ricette che dovevano ancora venire.

Dalla sua scelta di dove incontrarsi capii quanto fosse profondamente innamorata di Firenze e del cibo toscano, come ben conoscesse la città in cui si aveva trovato l’amore, quanto fosse curiosa e rispettosa nello scavare nella cultura gastronomica toscana con passione inquieta. Capii subito che era destinata a fare grandi cose.

Cinque anni dopo, il suo libro d’esordio Florentine è già sold out ed è in fase di ristampa dopo appena due mesi.

Cosa mi piace di Florentine

La scrittura di Emiko è qualcosa che che vi catturerà, non riuscirete a smettere di leggerla, fino a che non arriverete alla fine del libro, come in un romanzo. La sua descrizione dei mercati fiorentini e delle affollate strade cittadine mi ricorda dei migliori passaggi di Elizabeth David su Italia e Francia, uno dei nostri amori comuni.

Florentine ha anche una struttura inusuale, Emiko vi porterà con lei, chiacchierando, per le strade di Firenze, capitolo dopo capitolo, esplorando il cibo della Pasticceria, del Forno, del Mercato, della Trattoria, del Macellaio e In giro. Ogni capitolo presenta le tipiche ricette che potete trovare in una trattoria fiorentina, al mercato o dal macellaio.

Oltre a questo, come non ricordare le foto meravigliose che fanno da complemento alla sua scrittura. Scoprirete gli angoli più affascinanti di Firenze, rendendo Florentine il libro perfetto per qualche bel viaggio, nella vita reale o seduti comodamente su una poltrona.

Florentine  Florentine

Le ricette

Emiko non sarà nata in Toscana, ma è uno dei miei riferimenti per la cucina toscana. Le sue ricette sono autentiche, genuine e raccontano di quello che si mangia attorno a un tavolo in una vera casa toscana. Le sue penne strascicate hanno un posto speciale nel mio cuore, sono tuttora una delle migliori ricette di mia zia. Emiko ha anche una ricetta per le braciole rifatte, il ricordo gastronomico più intenso della mia infanzia. Vi garantisce autentiche colazioni italiane con i suoi cornetti, la crostata di marmellata e le sfogliatine. C’è anche una selezione di panini, non solo il cibo di strada più rappresentativo di Firenze, il lampredotto, ma anche un panino spettacolare con spinaci e brie e un panino che potrete anche trovare all’Antico Vinaio, con finocchiona, melanzane e stracchino.

Ogni ricetta è molto simile al cibo che cucino a casa, ma non identica. Questo è probabilmente uno dei migliori segni dell’autenticità del suo libro: se siete lettori fedeli del mio blog, o del suo, vi sarete resi conto di come la Toscana sia frammentata in piccole aree con diverse tradizioni alimentari che differiscono solo per qualche erba, spezia o anche solo per il nome di una ricetta.

Questo libro è per…

Questo libro è per gli amanti della cucina toscana, per chi ama cucinare secondo le stagioni e le tradizioni locali, con tecniche semplici e risultati incredibili in base alla qualità degli ingredienti, per coloro che sono affascinati dalla storia di ogni ricetta fiorentina, per chi ama viaggiare attraverso cibo, foto e ricordi. È il libro giusto per coloro che apprezzano la buona scrittura, per chi si lascia incantare dal suono di parole e ritmo ben scelti.

Il giveaway!

Correte nel post in inglese, c’è un giveaway per voi! Lasciate un commento qui e potrete vincere una copia di Florentine, The True Cuisine of Florence. Avete tempo fino al 2 giugno 2016.

Florentine

Sharing is caring:
This Post Has 5 Comments
  1. mi limito alle foto e a quello che dici tu Juls, ma Emiko la conosco per altre ricette che ho provato, emi fido. Com plimenti e buon proseguimento

  2. Ti seguo sempre sul blog anche se sono ” friulana”: vengo in vacanza in Toscana perche’ mi sento a casa.
    Complimenti per il tuo modo di fare cucina.
    Claudia ( Udine)

  3. Mi fido di Emiko, per tutto quello che affronta: con educazione, rispetto e tanto amore.
    Orami vengono in mente i suoi biscotti di mais ( biscotti di meliga in italiano) la più sicura e riuscita ricetta.
    Congratulazioni e c he vinca la.. più entusiasta !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
Cerca