skip to Main Content
Menù

Crema spalmabile al cioccolato e olio d’oliva

Sono arrivati a casa impacchettati come solo gli elfi di Babbo Natale saprebbero fare: due chili di cioccolato fondente Caffarel, accompagnati da una pioggia di stelline di cioccolata gialle e rosse. Come vedete dalle foto, nel gioco del Calendario dell’Avvento iniziato il 1 dicembre con il pudding al cioccolato di Kja, a me è toccato il 20 dicembre. E’ più di un mese che sono emozionata all’idea di avere un giorno tutto mio sul Calendario dell’Avvento Caffarel, e mi sono preparata con cura.

Sapevo benissimo cosa fare: una crema spalmabile.

Una crema spalmabile al cioccolato, specialmente se fatta con l’olio extravergine di oliva, si conserva bene ed è un regalo adatto a questo Natale, con una bella etichettina fatta a mano con le matite con le sfumature del marrone, un tovagliolo di carta come centrino insolito per ingentilire il barattolo. Bastano poche attenzioni per renderlo un regalo semplice fatto con il cuore.

La semplicità della ricetta si riscatta con l’alta qualità degli ingredienti usati: l’olio extravergine di oliva è bene che sia leggero e fruttato, non troppo importante come potrebbe essere un olio pugliese, ad esempio, favoloso con la burrata o con le orecchiette con le cime di rapa ma non in pasticceria. Il cacao amaro in questo caso è della De Bondt di Pisa, tanto intenso che mi ha fatto scordare l’amore per quello olandese. La crema di nocciole è una crema biologica fatta esclusivamente con nocciole frullate: ciò significa che volendo potete anche frullare finemente fin quasi a ridurle a crema lo stesso peso di nocciole sgusciate.

Nonostante la mia preparazione psicologica e materica, con i sacchettini dei migliori ingredienti disposti sul tavolo, il mio termometro da apprendista cioccolatiera mi ha abbandonata sul più bello, quindi sono andata a lume di naso, senza rispettare i gradi indicati.

5 da 3 voti
crema spalmabile
Crema spalmabile al cioccolato, olio di oliva e nocciole
Porzioni: 3 vasetti
Chef: Giulia
Ingredienti
  • 250 g di cioccolato fondente al 60%
  • 250 g di pasta di nocciola bio
  • 125 g di olio extravergine di oliva dal gusto leggero tipo ligure
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • buccia grattata di un'arancia biologica
Istruzioni
  1. Sminuzza il cioccolato in pezzettini piccoli e tutti più o meno della stessa grandezza. Non sarà difficile da fare con un buon coltello e un tagliere ben fermo sul piano di lavoro.
  2. Sciogli il cioccolato fino a raggiungere la temperatura di 45°C a bagno maria in una ciotolina che non tocchi l'acqua sottostante, mescolando spesso con una spatola in silicone.
  3. Una volta tolta la ciotolina dal bagno maria, amalgama tutti gli ingredienti con una frusta, setacciando il cacao per evitare grumi fastidiosissimi da togliere.
  4. In un mixer, tempera la crema a 23° C e riempi i vasetti. Io ho mescolato la crema in una ciotolina con la frusta a mano finché non ha raggiunto più o meno la temperatura ambiente.

Visto che adesso mancano solo 5 giorni a Natale prendetevi qualche ora per voi, spezzettate il cioccolato in una cucina calda, inebriandovi del suo profumo mentre lo sciogliete a bagnomaria, vedendo come prende pian piano consistenza una volta mescolato alla crema di nocciole. Sentitevi per una sera un po’ Vianne, tra il cacao amaro e le scaglie di cioccolato fondente, ve lo meritate!

P.S. Provate a spalmare questa crema di cioccolato sul pane caldo ai cinque cereali, poi mi direte!

Sharing is caring:
This Post Has 42 Comments
  1. Ho da poco finito la colazione, ma quelle pagnottelle splamate di crema nella seconda foto me le mangerei tranquillamente senza problemi! ^_*
    Come si suol dire, capita proprio a “fagiuolo” l’argomento olio extravergine d’oliva…è da un pò che sono alla ricerca di un olio leggero da usare nei dolci, quello che uso solitamente è troppo forte..tu consiglieresti quello ligure quindi? O ne conosci altri che potrebero essere migliori?
    Buon 20 dicembre con questa cremina allora! ^_^

  2. meraviglioso questo post! da leggere tutto d’un fiato! e la crema bè da mangiare su qualsiasi cosa, anche se il pane ai cereali gnamme! 😉 ciao!

  3. Juls….. queste cose al mattino….. all’ora di colazione….. uhmmmmmmmm!
    Ma pensandoci bene, non sarebbe cambiato molto in nessun altro momento della giornata!

  4. Ti sembra corretto pubblicare una ricetta del genere proprio oggi, che entro in ferie, Marco, invece, lavora e io avrò un sacco di tempo tutto per me (e per i mestoli)? Se mi saltano le coronarie le mie ultime parole saranno “trovate Jul”

  5. Ah, che belleza ‘sto post! Adoro le creme spalmabili e mi piace moltissimo anche l’uso dell’olio con il cioccolato… io ho fatto dei bicchierini con una mousse al cioccolato e olio evo (devo ancora postarla) ma devo dire che mi ha lasciato a bocca aperta… l’olio non si sente e il risultato è stato ottimo!!!! Ora mi toccherà provare pure questa mi sa 😀 Complimentissimi!!

  6. saranno regali senz’altro graditissimi, non solo buoni, ma anche belli!
    (ieri ho temperato il cioccolato per fare dei cioccolatini e capisco cosa intendi quando parli della bellezza di mescolare il cioccolato fuso)

  7. Ti sembrera` assurdo ma mi chiedevo a chi fosse toccato in sorte il 20 che e` uno dei miei numeri feticcio e vedere che ti toccato in sorte mi fa molto piacere. Io amo le cose spalmabili e cremose quindi questa crema non mi sfuggira` di provarla 🙂

  8. che bello il calendario dell’avvento Caffarel!!!! Questa crema è strepitosa..io ho fatto la cioccopera che è molto simile..ma voglio provare anche questa ..una vera nutella!!!ne approfitto per farti Tantissimi Auguri di un Buon Natale e di tanto buon cibo!!!! Bacioni cara Jul’s.

  9. è un po’ che cerco una ricetta alternativa alla nutella che, diciamolo, tanto sana non è. almeno così so cosa mangio 🙂 e l’accenno di arancia mi intriga non poco!
    tanti auguri ciccina, passa un buon natale! :*

  10. La crema ha un aspetto meraviglioso…fino ad ora mi sono limitata ad usare la cioccolata per fare i cioccolatini, ma in futuro proverò anche questa!Io per il temperaggio uso il termometro dell’ikea, costa poco e per ora non mi ha mai abbandonata!

  11. Ciao e complimenti per la ricetta golosa, adoro l’olio d’oliva con la cioccolata fondente, viene strepitosa anche la ganache per farcire biscottini o macarons… Vorrei sapere se la pasta di nocciole è sostituibile o meglio omettibile, vorrei una crema solo al cioccolato…!! Grazie

  12. Oh mamma, mi fa pensare a una crema buonissima della Venchi che ho comprato qualche tempo fa.
    Ogni volta che passo qui non posso non provare ammirazione per te e tutto quello che fai.

  13. Ciao Giulia,
    il tuo blog mi piace sempre più!
    Volevo provare a fare la tua crema per usarla poi per qualche regalo di Natale, solo che qualche dubbio rispetto alla conservazione.
    Se non la si consuma subito, poi quanto dura?
    Ti ringrazio in anticipo e a presto

    Giulia

    1. Ciao Giulia, temo che sia troppo presto per farla se vuoi regalarla per Natale… sinceramente non so quanto possa durare di preciso, qualche settimana di sicuro, qualche mese non ci giurerei! fammi sapere! ciao
      Giulia

      1. Ciao! Ma devo conservarla in frigo o in dispensa?
        Serve sterilizzare i barattoli una volta riempiti come per la marmellata?
        Parli di 3 vasetti…da quanto ciascuno?
        Si possono usare anche le noci invece delle nocciole?
        Grazie mille!

        1. Ciao Serena, io la conservai in dispensa, era inverno, e purtroppo non mi ricordo di preciso la dimensione dei barattoli, diciamo da 200 g ciascuno.
          Ovviamente puoi usare anche noci, anche se penso siano più oleose delle nocciole.
          Sterilizza i vasetti, sei più sicura! 🙂

  14. Il tuo blog è MOLTO bello e interessante. Ho provato questa crema al cioccolato ed è veramente molto buona, però è un po’ amara: non occorre anche un po’ di zucchero?
    grazie ciao elsa

    1. Ciao Elsa, no, lo zucchero in teoria non serve, ha un bel gusto di cioccolato intenso e fondente… ma questo è come piace a me.. prova con una cioccolata meno amara, forse aiuta! ciao!

  15. […] Quando penso alle nocciole non posso che pensare ai biscotti. Ce ne sono diversi qui sul blog, dai quaresimali fiorentini ai biscotti preparati per babbo, con nocciole, orzo e cacao. Nei classici cantucci le nocciole stanno bene da sole, con il cacao o con le gocce di cioccolato. Ora che si avvicina Natale potrebbe anche essere l’occasione giusta per rifare questa crema spalmabile con cioccolato, olio di oliva e nocciole. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
Cerca