skip to Main Content

G2Kitchen estate e il riso latte light

L’estate è arrivata anche tra le pagine di G2Kitchen, pagine fresche, dolcissime, ma anche un po’ amare. Sarà infatti l’ultimo numero… vi rimando all’editoriale di Genny per un saluto come si deve.

Per adesso voglio solo ringraziare Genny, che ha dato tutta se stessa nel progetto dal primo all’ultimo numero, Kia, che lo ha vestito di colori e fantasia, e tutte le altre ragazze che hanno contribuito a renderlo un progetto di cui andare fiere. E’ stato bello lavorare in una redazione professionale e entusiasta!

Ma ora, come di consueto, prima di lasciarvi andare a sfogliare questo numero rinfrescante come una bella fetta di anguria ghiacciata, vi racconto una delle mie ricette che potrete trovare sul magazine!


Non riuscirete a convincermi che mangiare light sia noioso, triste e soprattutto che non si possa mangiare qualcosa di dolce! Prendiamo questo riso al latte: nella versione classica l’avrei fatto con panna fresca e un po’ più di zucchero, ma vista l’estate che reclama un po’ di attenzione, si può anche declinare in versione leggera. Il riso tenderà a rilasciare amido, che ci darà l’impressione di cremosità senza dover aggiungere ulteriori grassi e la vaniglia, con il suo aroma intenso e tropicale, lo avvolgerà in una nuvola di dolcezza senza aggravare il conteggio delle calorie.

RISO AL LATTE LIGHT

Ingredienti:

  • 250 g di riso originario
  • un pizzico di sale
  • 500 ml di latte parzialmente scremato
  • 1 baccello di vaniglia
  • 6 cucchiai di zucchero

Procedimento

  1. Cuocere il riso in abbondante acqua bollente con un pizzico di sale per 15 minuti, scolare e trasferire in una pentola antiaderente.
  2. Coprire il riso cotto con 500 ml di latte parzialmente scremato, aggiungere il baccello di vaniglia aperto e 6 cucchiai di zucchero. Lasciar sobbollire dolcemente a fuoco basso per circa 30 minuti, mescolando spesso con un mestolo di legno o una spatola in silicone per evitare che si attacchi, finché il latte non sarà stato quasi completamente assorbito.
  3. Togliere dal fuoco e frullare una parte del riso con un frullatore ad immersione. Suddividere in coppette individuali e mettere in frigo.
  4. Al momento di servire cospargere con una spolverata di zucchero a velo o di cocco essiccato, o, come in questo caso, con un cucchiaio di marmellata di petali di rosa. E’ buonissimo anche accompagnato con qualche cucchiaio di frutta fresca tagliata a pezzettini piccoli.
  5. Io l’ho servito con la buonissima marmellata di petali di rosa di Emiko.

Adesso correte a sfogliare il numero estivo di G2Kitchen, frutto ancora una volta dell’amore e della passione di tutte noi!

Sharing is caring:
This Post Has 27 Comments
    1. Mai assaggiato il riso latte? allora devi provarlo per forza, è buono d’estate e d’inverno, caldo, tiepido o freddo, è un passe partout!

  1. Aaah, amo il riso al latte! Light version, poi, mi sembra davvero perfetto anche per l’estate :):):)
    Complimenti per il nuovo numero: già scaricato 😉
    Grazie!
    Agnese

    1. perché fondamentalmente è un lavoro immane, purché bellissimo, e Genny e Kia erano le uniche che alla fine lo seguivano dall’inizio alla fine con enormi salti mortali, quindi abbiamo duvuto mettere uno stop for cause di forza maggiore, putroppo..

  2. Già che domani esce l’ultimo film della saga Harry Potter e sono ripiombata nel baratro dell’abbandono di quando uscì il settimo libro…poi vado su G2K e leggo che questo è l’ultimo numero….ma perché?!?!

    comunque – a parte il riso latte che ho fatto tante volte e non mi è mai piaciuto (anche se la foto è di un invitante che lascia fare…) – G2Kitchen è meraviglioso come sempre e vi meritate – te e le altre ragazze della redazione – un plauso immenso. BRAVE!

    Emanuela (jesi)

  3. Il riso-latte per me ha il sapore dell’infanzia e se lo rifaccio ci metto la marmellata di ciliegie e menta… per la rivista mi dispiace per la notizia quindi mi la godrò con il doppio dell’entusiasmo. A presto

  4. Il risolatte l’ho scoperto da poco la versione arricchita con confettura però mi manca. complimenti per il nuovo numero di G2 già sfogliato e apprezzato ieri. Più brave ad ogni nuovo numero

  5. Ragazze, siete state e sarete una squadra imbattibile! Non posso fare altro che complimentarvi con voi, per l’impegno e la passione che ci avete messo. Questa ricetta è bellissima, non ho mai fatto il riso al latte ma ti confesso che con la confettura (ne ho giusto una di lamponi con poco zucchero in frigo) e più leggera è molto curiosa. La provo appena posso!

  6. Giulia, Giulia… ! Caldo, freddo, puro o alla vaniglia (o al cacao)… dio mio se lo amo! Fino a un po’ di tempo fa prendevo sempre risolatte alla vaniglia, quello che si trova all’esselunga… troppo buono! Ma io credo, anzi ne sono certa, che questo sia mille volte meglio. Adorabile, davvero.

    1. sì anche io l’ho scoperto comprato nel banco frigo, con l’idea che fosse un dessert un pochino più leggero di qtutti quelli ‘chimici’ che lo circondavano! e effettivamente fatto in casa ha tutto un altro fascino, per lo meno si sa che ci si mette dentro! quando a conservazione, il mio è rimasto in frigo tipo 4 giorni ben chiuso ed era sempre buono!

  7. Come l’ultimo?????
    Nooooo…..ma non c’è modo di farlo continuare a vivere in altra forma? A pagamento, ad esempio….che peccato era una pubblicazione così bella.
    Complimenti a tutte, veramente brave. Che peccato che debba finire!

    1. eheh, magari, ma il lavoro è enorme, e per avere sempre risultati di alto livello sarebbe servito un impegno a tempo pieno, putroppo… grazie!

  8. Oggi ho scoperto il tuo blog…è veramente molto carino…bellissime foto e ricette molto interessanti..come questa che ho appena scoperto..io adoro il riso al latte…sono curiosa della ricetta della marmellata di rose!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca