skip to Main Content

Flowers in a shortbread!

Non so per quale principio della fisica quantististica o della relatività Einsteniana il tempo voli coì velocemente quando stai bene, in compagnia degli amici e possibilmente in giro in posti meravigliosi. Questo per dire che sono di ritorno da due giorni passati a Pitigliano, con visita alla Vie cave, soggiorno in un agriturismo biodinamico e bagno di mezzanotte alle Terme di Saturnia e che mi devo ancora riprendere. Per di più stasera ho il mini esamino di inglese, quindi questa volta tengo a bada la mia vena ciarliera e passo velocemente alla ricetta!


::::: FLORAL SHORTBREADS :::::


Ingredienti per una ventina di biscotti:

  • farina, 150 gr
  • zucchero di canna, 50 gr
  • burro demi-sel, 100 gr (non lo avevo e ho messo burro non salato ed un cucchiaino di sale)
  • latte, 5 cucchiai
  • tisana, 2 cucchiai (qui si intendono le foglie di tisana)

Ho preso questa ricetta dal Saveur francese, modificandola leggermente.
Prevedeva del burro demi-sel che ho sostitutito con del comune burro ed un cucchiaino di sale, cosa che ha permesso che si sentissero i cristalli di sale quando si mangiano i biscotti. Lo rifarei, la sensazione era molto piacevole!
Al posto del the al gelsomino, che credevo di non avere, ho messo una tisana della primavera acquistata in Germania da Claudia, che ha dentro pezzetti di mela, buccia di rosa canina, fiori di ibisco, fiori di malva, fiori di calendula e caramello.
Insomma, andando alla ricetta…
Porta il latte ad ebollizione, togli dal fuoco ed aggiungi la tisana: lascia in infusione 15 minuti.
Mescola la farina e lo zucchero di canna, aggiungi il burro ammorbidito a pezzetti e lavoralo con le mani.
Filtra il latte, aggiungilo e lavora l’impasto fino ad ottenere una pallina di impasto omogeneo.
Mettila in frigo per 1h.
Riscalda il forno a 165°C, taglia i biscotti in rettangoli di 3×5 cm, alti almeno 1 cm. Disponi i biscotti (non importa molto distanziati perché non cresceranno molto) su una teglia con della carta da forno.
Spolverali di zucchero di canna e cuocili in forno per 15 minuti fino a che non sono leggermente dorati, non troppo, mi raccomando!
Si conservano bene ed hanno un aroma floreale e fruttato molto forte, buonissimi per la pausa the o per sgranocchiarli davanti alla tv.


Con questa ricetta partecipo al contest di Genny Ci mangiamo una tisana?
La ritengo un’idea molto insolita e il loghetto del concorso mi ha subito colpita, quindi, eccomi qua!

Sharing is caring:
This Post Has 39 Comments
  1. Bellissimi i tuoi shortbread ed ottima l'idea di utilizzare un po' della tua profumata tisana! Grazie e in bocca al lupo con l'esame!!

  2. Tutta la mia invidia per il soggiorno a Pitigliano e le terme di Saturnia.
    Anch'io in questi giorni sto elaborando per il concorso di Genny.
    Un abbraccio

  3. bentornata!!mi vuoi lasciare con la curiosità di sapere qnt cose belle hai visto in vacanza e qnt cose buone hai assaggiato?!
    questi biscottini sono deliziosi!!
    in bocca la lupo per l'esamino!!!!
    baci

  4. Ottima idea usare dei fiori al posto della vaniglia per gli shortbreads. Mi hai fatto iniziare a progettare un abbinamento aromatico fra gli shortbread e il tè (perchè sti biscottini andrebbero presi col tè).

  5. Ma che belli! E poi che foto Juls!
    Sai che non conoscevo questi biscotti?
    E' proprio vero: non si smette mai di imparare!!! ^_____^

    Un bacione e buona settimana!!!!!

  6. Ma che incanto!!!hanno un bellissimo aspetto, peccato che in questo momento posso solo immaginare il sapore!!!
    Baci …

  7. Sembrano davvero buoni è da un po che li voglio provare,molte volte quando passo nella corsia dei biscotti mi devo controllare a non prenderli e mi dico li faccio io che sono più "salutari",non è che me ne passaresti uno?

  8. Adoooro gli Shortbread! E anche le ricette "coi fiori dentro" ^_^ Devono essere davvero profumatissimi! Me ne mangerei un paio seduta stante…
    (ros)marina

  9. @ Konstantina: ma grazie! il mio CS, Ivan, è appena andato a letto. Sta scendendo verso Roma in bici dalla Germania, è distrutto! Domani lo porto a Siena! Poi tornerà in Argentina. Anche lui è un bel giramondo!

    @ Barbara: crepi! grazie per l'inboccallupo, esame superato alla grande!

    @ Lydia: A Saturnia siamo andati alle Terme aperte per tutti, quelle fuori, di notte, tutto completamente buio, una sensazione strana e bellissima!

    @ A G Photography:

    @ Mary: anche io lì per lì ero scettica, ma ha funzionato alla grande!

    @ Chiara: per l'esamino, vedi sopra! =)
    Questa volta pochissime foto e soprattutto cibo arrangiato (avevo fatto focaccia e muffin a casa). Vedo se in settimana riesco a scegliere qualche foto carina!

    @ Lise.charmel: grazie!

    @ Elga: non c'avevo pensato, ma è vero!! hanno un che di romantico, con il loro colore che ha una sfumatura di rosa antico… anche il sapore è molto floreale e romantico!

    @ A G Photography: in effetti la ricetta originaria prevedeva il the in infusione… solo dopo mi sono resa conto che effettivamente avevo il the al gelsomino!

    @ Betty: prego, serviti pure!

    @ Babs: proprio lì, di notte, cullata dall'acqua, al buio, mi ci sono anche addormentata!

  10. Mammamia come mi ispirano questi biscottini!!! Dal titolo avevo già capito la fine che avrebbero fatto (nelle casse di Genny!!! Beata lei!)

  11. @ Anemone: grazie! buona settimana a te! effettivamente sono molto – ma che dico molto, moltissimo – fiera di queste foto! eheh =P

    @ Mariarita: ci ti posso dire… burroso,ma con i cristalli di sale che rimangono dopo sulla lingua, inebriante per i fiori e avvolgente per il sentore di caramello!

    @ Il cucchiaio d'oro: in effetti via, burro ce n'è, ma si mangiano tante schifezze a volte… questi sono sani, sai cosa ci metti dentro!

    @ Federica: brava!! ne vale la pena, son così veloci!!

    @ Marina: shortbread + fiori dentro.. che chiedere di più? eh eh

    @ Laura: lo sono!! crepi il lupo, grazie, esame passato!!

  12. @ Virginia: ci siamo incrociate on line! già… Genny se li è vinti! era da mo che cercavi di infilare sta tisana da qualche parte! =P

  13. tisana del tee Gschwender, per altro!
    ma chi ti spaccia queste bontà dalla crucconia?

    ps. sì, ero al lavoro quando mi hai incrociata online 😀

  14. Buondì Giulia! Com'è andato l'esame?
    Vado matta per gli shortbread, ma non li ho mai preparati… sono il genere di boscotti che non mi stancherei mai di mangiare 😉

  15. Ciao Giulia…ti sono venuti splendidi, questi biscotti sono troppo buoni!!!
    Ho letto delle tue origini, che bello!! Melfi lo conosco molto bene e non è lontano da Potenza…allora conosi la mia terra anzi la nostra terra, sai in questi anni ci sono state tante belle novità da vedere…ti abbraccio Lidia

  16. Sembrano davvero deliziosi e mi piace l'idea del profumo di tisana all'interno del biscotto! Da provare
    Un bacione
    fra

  17. Ciao! particolarissimi questi biscotti oerò! ci incuriosice il gusto, anch eperchè alcuni degli ingredienti proprio non li conosciamo!
    un bacione

  18. In ritardo, ma non volevo non commentare questa ricetta decisamente nelle mie corde! Sono stata via qualche giorno e mi sono persa un po' di cose sfiziose (come questi qua sotto…).
    Buon pomeriggio cara!

  19. @ Viz: la spacciatrice è Claudia, la mia BV (beloved sister). L'ha portata da un suo viaggetto di scambio linguistico in Germania, ne è ghiotta!

    @ Genny: grazie!! tutta per te!

    @ Camo: ma ciao! buondì! l'esame è andato benissimo, sono molto contenta.. beh, è solo un esamino intermedio, ma insomma!

    @ Lidia: sìì!! guarda, spero proprio di scendere quest'estate, perché sono curiosa di riassaggiare tutti i piatti tipici! magari ci incotnriamo!

    @ Fra: grazie, il profumo effettivamente è delizioso! un bacio

    @ Manu e Silvia: nemmeno io! pensa che Claudia mi ha tradotto ingrediente per ingrediente per capire che c'era dentro!

    @ Caro ciao caraaa!!!! lo so che sono nelle tue corde, ti ho pensato e ho preso ispirazione dal tuo stile per le foto! dove sei stata girellona? baci

  20. oooooooooooh mi hai ricordato della raccolta di Genny! devo azionare i pochi neuroni rimasti ^__^ lo studio mi sta fondendo!

    Cmq questi shortbread devono essere ottimi. Non mi sono mai osata farli per paura sapessero troppo di burro…ma aromatizzati così non c'è pericolo 🙂

  21. anch'io mannaggia in ritardo ma eccomi qui a divorare con gli occhi questi deliziosi biscotti cosi particolari e profumati!!baci imma

  22. What a lovely idea! I'd imagine the floral scent would compliment the buttery shortbread beautifully.

  23. Che belli e anche originali ! Quei posti li conosco benissimo, be' hanno un gran fascino e ci credo che ti abbiano folgorata ! A presto

  24. Mai fatti gli shortbreads, sono una vergogna, eheh… proviamo questi coi fiorellini?
    Un bacione, buona giornata!
    m.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca