skip to Main Content

E uovo fu!

Grazie, grazie, grazie a Caffarel per questa bellissima esperienza! Ho sempre considerato l’uovo decorato come uno degli elementi più caratteristici delle mie Pasque da piccolina: nonna e nonno me lo compravano al supermercato e quello era l’uovo più bello di tutti, sempre con un ramo di pesco tenue e delicato disegnato sopra. Con gli anni questa abitudine sì è persa e quindi, quando Caffarel ha dato la possibilità ad alcuni di noi foodblogger di decorarci l’uovo, mi è sembrata un’occasione da non perdere per rivivere quella bella sensazione di primavera e festa che si sprigiona da un semplice uovo decorato!

Ma qui nasceva il problema: come decorarlo? All’inizio avevo pensato di riprodurre sull’uovo un particolare di un quadro di Kandinskij o di Chagal, perché mi piacciono molto come artisti e per dare un tono raffinato all’uovo. Poi mi sono scontrata con la realtà, e ho ridimensionato le mie aspettative, perché alla fine sarebbe sicuramente venuto fuori un uovo forse un po’ troppo di arte contemporanea, di quelle che beh.. non si capisce mica cosa sia!

Allora ho deciso di tornare alla tradizione del ramo che si intreccia sull’uovo, ma anziché fiori delicati l’ho decorato con cupcakes colorati, come in un sogno surreale, sulla scia del successo di Alice di Tim Burton.. perché son sicura che nel Paese delle Meraviglie esiste un albero con cupcakes e muffin che sbocciano a primavera dalle gemme zuccherine dei rami, e son convinta che sotto ci fanno merenda il Cappellaio Matto con la Lepre marzolina!

Per la glassa, ho usato la ricetta ormai collaudata da anni delle torte di compleanno, ecco gli ingredienti:

  • chiara d’uovo, 1
  • zucchero a velo, circa 300 g
  • succo di limone
  • colorante alimentare (ho usato il gel della Decora, che ha avuto una riuscita strabiliante)

Sbatti la chiara d’uovo in un piatto con una forchetta finché non diventa schiumosa ed aggiungi qualche goccia di limone. Piano piano aggiungi lo zucchero a velo, sempre mescolando, finché non raggiunge la consistenza desiderata. In questo caso ho usato circa 300 gr di zucchero, un po’ più del solito, perché mi serviva una glassa molto ferma e compatta.

Ho suddiviso la glassa in più tazzine e in ognuna ho aggiunto una punta di gel colorante: sono rimasta davvero soddisfatta del colorante in gel – era la prima volta che l’ho usato – perché dà colori brillanti e non diluisce troppo la glassa, come il colore liquido.

Ho costriuto delle piccole sac-a-poche a cono con la carta da forno e le ho riempite con la glassa, tagliando appena la punta in modo da far uscire la glassa poco per volta. Con queste ho disegnato i cupcakes sulla carta da forno e li ho fatti asciugare per una notte intera.

Con la stessa glassa ho disegnato i rami e le foglioline sull’uovo, e la mattina dopo ho incollato i cupcakes con qualche goccia di cioccolato fuso sui rami come se fossero fiori o frutti. E finalmente, l’uovo Caffarel decorato fu!

Vi ricordo che Caffarel premierà chiunque voglia cimentarsi nella decorazione delle uova di cioccolato. Per partecipare potete iscrivervi e pubblicare una foto della vostra decorazione nel canale di Made In Kitchen creato appositamente per questa attività. Tutti coloro che pubblicheranno su Made In Kitchen una foto dell’uovo decorato riceveranno un goloso omaggio da Caffarel.

Sharing is caring:
This Post Has 10 Comments
  1. juls!!
    che meravigliaaaaa ;-P
    ne stai combinando delle belle in quest’ultimo periodo! Brava!
    Mi dovrai fare un super mega aggiornamento 🙂
    Ancora una settimana di clausura e poi liberta’!!!!!!!!!!!!!!!
    baci e continua cosi’…

  2. juls!!!!! ma è bellissimissimissimo!
    giuro, sono al telefono con la viz a decretare quanto ci piacciono le ovette decorate e il tuo ci ha fatto entusiasmare come bimbe!!!!
    brava la mia twin, ma da te, non mi aspettavo niente di meno!
    bacioooo

  3. Grazie Grazie a tutti!
    effettivamente mi sono stupita anche io di quanto poco rosa vi abbia messo!
    Forse è poco pasquale come uovo, ma questi coloranti della Decora sono favolosi, andavano provati tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca