skip to Main Content

Passato di ceci con baccalà

Uno degli elementi della cucina toscana che più mi affascinano e mi rendono orgogliosa è il fatto che ci sono poche regole, ma sono da considerarsi alla stregua di dogmi, che descrivono in maniera sintetica – attraverso gli abbinamenti di ingredienti, erbe, sapori e profumi – i tempi della natura e l’avvicendarsi delle stagioni. Queste regole vengono introiettate da ogni famiglia, che le fa sue e le piega ai propri gusti.

In casa mia è mamma il giudice più severo nell’applicazione delle regole, che valgono tanto per le verdure ripiene quanto per l’abbinamento legume – erba aromatica

Se il rosmarino – intenso e canforato, che ricorda l’odore dell’incenso – va per tradizione ad insaporire arrosti, patate al forno e carni alla griglia, per noi il suo sapore deciso richiama anche i ceci e un’abbondante spolverata di pepe nero macinato sul momento.

La cottura dei ceci sembrerà lunga, ma in effetti non richiede nessun tipo di assistenza, e organizzandosi la sera prima è possibile poi cuocerli senza troppo affanno il giorno seguente. Nessuno vieta, però, di usare ceci già cotti, purché di ottima qualità… da recente convertita al legume cotto con tutti i crismi ammetto però che non c’è confronto, soprattutto in preparazioni così semplici, dove il sapore e la consistenza dei ceci sono protagonisti.

Il passato di ceci è uno dei piatti che più mi ricordano l’autunno, uno dei primi piatti che con il suo calore e la sua cremosità sottolinea il passaggio alla stagione in cui tornare a casa e trovare una minestrina calda è sinonimo di famiglia.

passato di ceci
Stampa ricetta
4 da 1 voto

Passato di ceci con baccalà

Porzioni: 4
Chef: Giulia

Ingredienti

  • 2 tazze di ceci secchi
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • sale grosso
  • olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • pepe nero
  • crostini di pane o baccalà per servire

Istruzioni

  • Metti in ammollo i ceci per 24 ore in acqua tiepida con un pizzico di bicarbonato.
  • Passato questo tempo, sciacquali bene e mettili in una pentola capiente con acqua fredda e un pizzico di sale su fuoco basso.
  • Falli cuocere finché non sono teneri - questi dipende dalla qualità di legume che hai scelto, possiamo andare dai 30 minuti a più di un'ora - togliendo spesso la schiuma che faranno in superficie con un mestolo forato.
  • Lasciali raffreddare nella loro acqua.
  • Per il passato, frulla i ceci con 1/2 romaiolo della loro acqua di cottura.
  • Scalda 1 spicchio di aglio e un rametto di rosmarino in un pentolino con qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva: quando l'aglio comincia a colorarsi e il rosmarino a rilasciare gli oli essenziali, prima che cominci a soffriggere, versa la purea di ceci, mescola bene e lascia sobbollire qualche minuto prima di spengerlo.
  • Puoi servirlo così, con un filo d'olio a crudo, del pepe nero macinato fresco e magari qualche crostino di pane oppure con qualche filetto di baccalà grigliato sulla pelle per un piatto unico adatto alle prime sere d'autunno.
Sharing is caring:
This Post Has 41 Comments
  1. Mmm….il passato di ceci, io adoro i ceci – che siano alla Toscana, alla Libanese o alla Marocchina. Buonissimi! Mi hai fatto proprio venire voglia di mangiarmene un po’. Io pero’ non metteri la cipolla nell’humus, lo rende veramente troppo pesante da digerire e l’aglio solo un quarto levandogli il cuore. Prova per credere! ;D

    Bacioni
    Francy

  2. L’ho vista sulla tua bacheca di fb e sono subito venuta a leggere la ricetta. Adoro i ceci e finalmente c’è freschetto per farli!
    Una domanda sul baccalà: usi quello fresco oppure quello sotto sale?

    1. vero?! vediamo i lati positivi dell’arrivo dell’autunno. Le zuppe sono uno di questi più della nuova stagione di sicuro! il baccalà è ammollato e dissalato, sciacquato, asciugato e grigliato!

  3. ecco, ho letto i commenti sopra, l’hummus pare terreno di dibattiti piu’ della cucina tradizionale =)
    anche io lo faccio decisamente senza cipolla ma di aglio pensa che ne metto uno spicchio a testa… =)
    (senza filamento verede pero’)

    un altro bacino!

  4. Stupenda ricetta Giulia! Anche io adoro il rosmarino con i ceci anzi, senza non sarei capace di mangiarli, è quell’aroma che ritengo necessario ad esaltarli. Ma in famiglia mi si fa notare che il ceci chiamano l’alloro e con l’alloro si sposano voluttuosamente. Devo provare. Il baccalà con il passato mi sembra un binomio da urlo. La dolcezza del cece smorza l’aggressività del baccalà: ci vedrei una soluzione fast su crostone, come meraviglioso antipasto. Hai sempre idee stupende. LA ricetta dell’hummus me la copio immantinente. Un abbracio, Pat

    1. anche io devo provare ceci e alloro, noi lo mettiamo con i fegatini di solito… che ottima idea sul crostone, un antipasto fancy ma rustico, proprio come piace a me!

  5. Hai ragione a usare i ceci secchi, anche se ci vuole tempo, ma se ne possono sempre fare tanti e poi mettere nel barattoli a bagnomaria!
    Gustosissima ricetta, dai sapori corposi!

    Io ti invito nuovamente sul mio blog, te e i tuoi lettori 🙂 stiamo cercando di aggiornarci il più possibile 😉
    Un abbraccio, Marco di Una cucina per Chiama

  6. Cara Juls, la scelta tra l’hummus e il passato di ceci con baccalà mi crea non pochi problemi di preferenza =) … mi piacciono tutti e due!!! Mi sa che al prossimo giro, però, preparo i ceci e baccalà, che così come suggerisci tu non l’ho mai mai assaggiati!! Grazie=))

  7. Ottima idea x il pranzo di domani. Passo sempre davanti ad un negozietto a Viareggio che vende solo baccalà ma onestamente, a parte quello alla livornese (buono….ma un pò lungo nella preparazione) non mi veniva in mente nessuna altra ricetta.
    Così ho l’occasione per provare questo negozio e la tua ricetta!

      1. eh…parecchio nascosto!!!! Dietro la torre matilda, si chiama La casa del Baccalà.
        Cmq, ci sono stata ed ho comprato un bel filettone di baccalà, già ammollato e dissalato e il ragazzo, molto gentile e molto disponibile a raccontare i suoi prodotti, mi ha pure regalato i ceci già ammollati. Perfetto per preparare il tuo piatto che infatti ci ha risolto la cena! Buono e veloce! ottima trovata.

  8. Concordo assolutamente, il rosmarino con i ceci è un must. A Roma ho mangiato una pasta al baccalà servita su una passatina di ceci che era la fine del mondo. Spero solo che il mio negozietto turco quest’anno si ricordi di ordinare anche il baccalà sotto sale, così replico.
    Bello tornare a leggerti. Buon WE

  9. da mesi avevo nella dispensa un pacchetto di ceci secchi e leggendo la tua ricetta mi è venuta voglia di cucinarli!!! ho appena finito di pranzare e la zuppa è venuta benissimo! (ho aggiunto un pizzico di peperoncino pugliese perchè mi piacciono i sapori piccanti)…per l’hummus non ho trovato il tahine al supermercato (SOB)…ho dovuto far senza, ma è venuto bene comunque…leggere e mettere in pratica le tue ricette è un piacere! alla prossima. Lauretta

    1. evvai!! mi piace quando si riesce ad usare un ingrediente che sta lì per mesi, e se ne esce contenti! concordo con l’aggiunta di peperoncino, sicuramente aggiunge una marcia in più! anche per me è un piacere ricevere un feedback sulle ricette, alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca