skip to Main Content
Menù

10 biscotti di Natale

Siamo alle porte di un weekend dove la maggior parte di noi si rimboccherà le maniche e entrerà in cucina con il piglio di un generale, per domare panetti di burro morbido, sacchetti di farina e cucchiai colmi di zucchero. Regalare qualche biscotto fatto in casa è uno dei gesti più genuini e semplici per addolcire il giorno di Natale agli amici.

Ho cominciato una decina di anni fa. Evitavo di entrare nei negozi i giorni prima delle vacanze, negli orari di punta, compravo gli ingredienti che mi sarebbero serviti per tempo e poi sceglievo la sera giusta, o un pomeriggio di un fine settimana. Reclamavo la cucina per me, sceglievo la musica più adatta e mi preparavo a passare qualche ora di beatitudine.

Dried fruit cookies - Biscotti di frutta secca

Scegliere un regalo del genere voleva dire trascorrere qualche ora in più in cucina a fare qualcosa che mi faceva stare bene e mi riusciva con soddisfazione. Era un regalo per gli altri, ma soprattutto un premio per me.

Nonostante adesso passi tutta la giornata in cucina, fare i biscotti per regalarli ha ancora questo fascino ingenuo. È un premio che mi concedo volentieri.

10 biscotti di Natale

Oggi vi ho raccolto i miei 10 biscotti di Natale preferiti, che potete preparare in anticipo per regalarli, per goderveli da soli in un momento di riposo sul divano o per farci una colazione ricca e gratificante.

1. I biscotti di frutta secca di Ada Boni. Questi me li ricordo come se fosse ieri, dopo pochi giorni avrei conosciuto Tommaso e ancora non lo sapevo, eppure ero già piena di gratitudine per tutti voi e per l’anno appena passato. Sono sottili lamine croccanti piene di frutta secca e canditi. Delicati e squisiti biscottini per accompagnare gelati, tè, cioccolato, vini dolci, ecc. La loro preparazione è facilissima. Adatti per le nonne golose, per chi vive il momento del tè come un rito felice.

Calzoncelli

2. I calzoncelli. Sono fagottini di cioccolato e mandorle, con un leggero sentore di scorza di limone. Il guscio, anche se deve essere il più sottile possibile, quasi trasparente, gioca un ruolo fondamentale nell’equilibrio del gusto. Mi ricordano l’infanzia e i Natali di una volta. Adatti per chi sa apprezzare la generosità di un gesto semplice, per i nostalgici, per chi ama il cioccolato.

hazelnut barley cookies for coffee break

3. I biscotti di orzo, cioccolato e nocciole. Questi sono ideali per il momento del caffè a metà mattina. Il caffè deve però rimanere il protagonista, quindi ci vuole un biscotto semplice, non troppo dolce e che sia in grado di accentuare le note tostate del caffè: nocciole, cacao e farina di orzo, non serve altro. Adatti per i babbi che amano il caffè e che si sciolgono quando le figlie pensano a loro con un biscotto speciale, e per chi apprezza un biscotto ruvido, non troppo dolce.

Biscotti con le pere

4. I biscotti con le pere. La frolla è la classica frolla friabile, burrosa e profumata, il ripieno è fruttato e delicato. La spolverata di zucchero a velo ricorda la prima neve delle mattine d’inverno. Questi sono tra i preferiti di Tommaso, dovrei rifarglieli! Adatti a chi ama i sapori fruttati, a chi ama la neve e a chi trova la magia del Natale in un biscotto fatto col cuore.

Chestnut chocolate biscotti

5. I cantucci di farina di castagne e cioccolato. Con questi biscotti ho cercato di piegare i cantuccini originali e di renderli autunnali nei colori e nei sapori, scegliendo nel contempo una farina per me insolita, quella integrale d’avena. Accanto alla farina integrale di avena e alla farina di castagne, detta anche farina dolce, una manciata di gocce di cioccolato al 70%, dal gusto deciso e leggermente amaro. Adesso tirate fuori il vinsanto, che i cantuccini son pronti! Adatti a chi ama la farina di castagne e la ruvidità di una farina integrale, a chi ha un debole per il dopo pasto con vinsanto e cantucci, a chi porta nel cuore la Toscana.

Occhi di bue

6. Occhi di bueGli occhi di bue sono una costante rassicurante dei banconi della pasticceria, dei bar o del forno locali, sempre presenti da quando ero piccola. Sono conquistata dal fascino dell’ordinario, dei sapori di casa autentici: gli occhi di bue sono tutto questo, un morso e torni all’infanzia e a quei biscotti enormi, che ne valevano almeno tre. Adatti a chi ha bambini in casa, a chi ha bambini nel cuore e a ci è bambino dentro, ai cultori delle cose semplici e a chi non riesce a resistere dall’infilare il dito nel barattolo della marmellata.

Biscotti agli agrumi

7. Biscotti con agrumi e olio di oliva. Questi sono i biscotti di Rossella, tratti dal suo libro Profumo di Biscotti, ormai un classico in casa. Ci sono dei luoghi, o dei sapori, che quasi esigono l’olio extravergine di oliva. Un po’ come questi biscotti fatti con succo e scorze di agrumi, pistacchi e olio, che sembrano gridare a gran voce “Sicilia!”. Adatti a chi ama i sapori mediterranei, a chi porta sempre il sole ogni volta che arriva, a chi vuole un biscotto da inzuppare.

Biscotti albicocche secche e cioccolato bianco

8. Cantuccini con albicocche secche e cioccolato bianco. Rispetto ad un classico cantuccio toscano questi sono però più morbidi, chewy come direbbero gli inglesi, ugualmente perfetti inzuppati nel vinsanto ma ideali anche da soli, con un caffè nero o un tè al limone. O per colazione, per merenda, come dopo pasto. Se avete la forza di volontà di mangiarne solo due o tre al giorno vedrete che durano anche a lungo, ben conservati in una scatola di latta. Adatti agli amanti del cioccolato bianco, e ne conosco tanti, a chi non sa resistere all’incontro tra croccantezza e morbidezza, a chi cerca pace e un sorriso in un biscotto.

Pasticcini ai pinoli

9. Pasticcini di pasta di mandorle e pinoli. Li ho sempre trovati simpatici, rotondi e dorati, ricoperti con generosità dai pinoli che tanto mi ricordano le passeggiate al Piazzale a San Gimignano con nonno Remigio. Nella fantasia di bambina mi ricordavano dei piccoli ricci, soprattutto quando venivano sistemati con cura in pirottini di carta colorata. Adatti a chi ama gesti raffinati, a chi si sente a suo agio in un salotto elegante con una tazza di porcellana in mano, a chi riesce a sorridere scambiando questi pasticcini per piccoli ricci panciuti.

Panfortini

10. I panfortini. Rispetto alla ricetta classica ho aggiunto alle mandorle anche noci e pistacchi e ho sostituito la scorza di arancia e cedro candita con uvetta, mirtilli, albicocche e fichi secchi. Adatti per chi ama la frutta secca e i canditi, chi vorrebbe un dolcetto da accompagnare al caffè, ma non il solito cioccolatino, per chi ama la tradizione ma ha anche la voglia di reinventarla aggiungendo qualche spezia e qualche ingrediente, per chi è rimasto bambino dentro ma vuole darsi un tono da adulto con un pezzettino di panforte e un espresso.

QUI potrete trovare poi tantissime altre ricette per i vostri biscotti di Natale.

Quali sono i vostri biscotti di Natale preferiti? Condividete il link tra i commenti se vi va! Ne avete già preparato qualcuno o avete provato qualcuno dei miei? 

Calendario 2016

Il Calendario 2016

Abbiamo anche pensato a quest’altro regalo per voi, avete visto il calendario 2016 di Juls’Kitchen?

Sharing is caring:
This Post Has 6 Comments
  1. Sono fantastici Giulia! grande ammirazione! ti avevo inviato una email sul mio progetto per il primo portale sulla Toscana per i viaggiatori rumeni…forse ne possiamo parlare l’anno nuovo….ti volevo fare una piccola intervista 🙂
    Un sincero saluto da Fiesole, Ioana
    PS il sito andrà online fra 10-12 gg circa… per ora vedi solo il blog…

  2. Grazie per questa raccolta di ricette! Anche io da alcuni anni preparo biscotti da regalare alle persone più care, per Natale 🙂 Ogni anno cerco ricette nuove da affiancare ai miei cavalli di battaglia. Mi ero messa giusto alla ricerca dei biscotti per il Natale 2015, credo proprio che farò una delle tue ricette!
    grazie ancora
    Irma

  3. Una bellissima raccolta di biscotti .
    In Catalogna per Ognissanti facciamo i pasticcini di pasta di mandorle e pinoli.In casa faccio spesso i cantuciccini con nocciole o mandorle che sono anche molto tipici di cataluña

  4. Questa carrellata di biscotti rende ancora più dolce la mia idea di un Natale popolato di biscotti. Anche io da molti anni preparo biscotti per amici e parenti: gli anni scorsi ho puntato su cantucci (of course), speculoos, dischi di cioccolato e frutta secca, rugelach alle nocciole, biscottini al burro montato e ovviamente zaeti veneziani (sono veneta orgogliosa ;D ). Quest’anno sto facendo prove su prove, finora quelli più scenografici sono stati i glass cookies (ti aggiungo il link qui sotto!) ma ne ho ancora un bel po’ da provare…. e tanti sono tratti dalle tue splendide ricette Giulia! Grazie!!

    http://thegrowlingbreakfast.weebly.com/home/biscotti-di-vetro-alle-spezie-glass-cookies

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
Cerca