skip to Main Content

Marmellata di limoni e vaniglia – la saga dei barattoli continua!

Eccomi qua di ritorno da un bellissimo weekend trascorso con amici in Liguria. Ancora una volta ho avuto la prova che la semplicità paga. In qualsiasi contesto sono sufficienti pochissime cose per far funzionare la ricetta. Ingredienti di qualità, ricetta semplice ed essenziale, un pizzico di magia e… il risultato può davvero stupirti! Questo vale, per esempio, per l’insalata di mare calda e la pasta alla trabaccolara che abbiamo cucinato sabato sera: il babbo di Antonella ha comprato del pesce di ottima qualità e ci ha dato due ricettine semplicissime che in pochi minuti ci hanno regalato una cena eccezionale. Vale per il fine settimana che abbiamo passato: amici, pesce buono, carte e fotografie… pochi ingredienti di qualità superiore per un risultato eccezionale, indimenticabile.

Vale anche per questa marmellata di limoni e vaniglia: ingredienti semplicissimi, preparazione essenziale, risultato favoloso.

La ricetta è tratta Falling Cloudberries, Ricettario di famiglia dal mondo, di Tessa Kiros, uno dei libri di cucina più belli che abbia mai comprato. Suddiviso in diverse sezioni in base alla provenienza delle ricette – Finlandia, Grecia, Cipro, Sud africa, Italia – è un viaggio nella memoria e negli affetti di Tessa Kiros, fatto ripercorrendo le ricette che hanno segnato il suo rapporto con persone e luoghi diversi. Questa ricetta viene dalla sezione italiana.

 

Stampa questa ricetta Pin it!
0 da 0 voti

Marmellata di limoni e vaniglia

Portata Conserve
Chef Tessa Kiros

Ingredienti

  • limoni organici, 6
  • zucchero, 1.25 kg
  • vaniglia, 1 baccello aperto a metà

Istruzioni

  • Scegli limoni organici dalla buccia sottile. Lavali accuratamente, taglia le estremità dei limoni e affettali finemente. Togli tutti i semi dai limoni e taglia le fettine di limone in quattro parti. Metti i limoni in una casserula dal fondo spesso e versaci dentro 1,25 litri di acqua. Porta il tutto ad ebollizione e fai sobbollire a fuoco basso senza coperchio per 45 minuti finché i limoni non sono morbidi. Mescola spesso nel frattempo.
  • Dopo circa 45 minuti aggiungi lo zucchero e il baccello di vaniglia tagliato a metà e fai sobbolire per 45 altri minuti. Puoi aggiungere altra acqua, se necessario. Per verificare che sia pronta, puoi fare la prova piattino: con un cucchiaio versa un po' di marmellata su un piatto e guarda che non scivoli troppo. Non lasciarti ingannare... deve ghiacciare un po' per essere pronta la marmellata, quindi non far caramellare troppo lo zucchero!
  • Si può conservare la marmellata in barattoli e metterli sotto vuoto. Prendi i barattoli, lavali bene con acqua bollente e versa la marmellata dentro, pulisci il bordo da ventuali tracce e chiudili bene. Mettili in una pentola dal fondo spesso e sufficiente per contenere i barattoli in piedi, uno accanto all'altro, possibilmente separati da un tovagliolo in stoffa o asciughino in modo che non sbattano tra di loro quando l'acqua bolle. Porta l'acqua al punto di ebollizione e falla bollire per 20 minuti. Poi spengi il fuoco e fai freddare i barattoli in acqua. facendo così la marmellata si può conservare in un luogo fresco per mesi e mesi, e quando l'aprirai sarà fresca e profumata come appena fatta.
Hai provato questa ricetta?Ci piace vedere tutte le tue creazioni su Instagram, Facebook & Twitter! Scatta una foto e condividila taggando @julskitchen e usando l’hashtag #myseasonaltable!

 

Sharing is caring:
This Post Has 19 Comments
  1. Uh, neanche ti immagini quanto tempo è che faccio una corta spietata a questa marmellata… Poi, il tempo passa e le cose si accumulano…
    Deve essere squisita, giusto?!

    Continuo a non vedere le mie foto. Spero che domani mattina flickr sia un po’ più collaborativo…
    Buonanotte!

  2. Ammetto di non conoscere il libro ma ora sono curiosa e in pausa pranzo mi fiondo a vedere se c’è in libreria! Limone e vaniglia deve essere sublime… Quanti vasetti hai riempito con queste dosi? Concordo con te, a volte nulla è meglio della semplicità!

  3. @ Caro: anche io era tantissimo che le stavo dietro, ma aspettavo a trovare i limoni giusti per farla.. poi complice una visitina da NaturaSì…

    @ Genny: hai proprio ragione! qui potremmo fondare il club delle patite di Tessa!

    @ Gloria: merita assolutamente, come tutti i sui libri! Controlla anche Apples for Jam, tutto organizzato per colori, è bellissimo! Ora passando al numero… uhm… direi 8 vasetti tra medi e piccoli, sì. Quelli piccoli erano per regalare!

  4. JULSSS! quanto tempo che non ti lasciavo un salutino. PErò sono sempre passata a impicciarmi delle squisitezze che hai preparato!
    E’ un periodo molto intenso volevo anche scriverti per raccontarti un pò di news (cmq tutto alla grandeeeee!) 😉
    Anche io ho quel libro è favoloso hai realizzato una marmelatina irresistibile. Tra questa e il curd non saprei proprio quale scegliere x lasciarmi tentare. Bravissima

  5. MIo fratello mi riempie sempre di limoni non trattati del suo giardino e io volevo farne della marmellata, ma ho sempre desistito. Questa ricetta mi ispira. Solo una domanda: per le arance è consigliato lasciarle a bagno tutte punzecchiate per tre giorni per far perdere lo spirito che contengono, con i limoni ho visto che li hai cotti per 45, ma niente ammollo… forse lo perdono con questa cottura?
    Baci
    Stefania

  6. Julssss!! Con la s sibilante!! ^__^
    Eh sì eh.. proprio sulla stessa lunghezza d’onda! Vitamina C a palla!!
    E’ uno splendore questa marmellata, che particolare! Per non parlare del clementine curd! ❤
    Ti racconto la storia: prima di Natale Twitter mi rimanda alla tua pagina di Facebook , su cui vedo la foto del clementine curd.. me ne innamoro subito! Cerco la ricetta, ma non la trovo (l’ho capito adesso il perchè ^__^ !!), cerco online, ma trovo ben poco..
    Come??? Ma io, in casa, ho un sacco di mandarini da fare fuori prima di partire!!! Così me la invento io la ricetta, ecco! In realtà ora non la ricordo affatto.. ma non dovrebbe essere tanto lontana dalla tua!!

    ^________________^
    Un abbraccione! E buona settimana!

  7. Ciao juls, le marmellate di agrumi sono quelle che preferisco, anche se ne faccio tantissime altre.
    La mia di limoni l’ho aromatizzata con lo zenzero ma devo assolutamente provare questa tua versione alla vaniglia!!!!!

  8. @ Matteo: de nada! 😉

    @ Lise: interessante! non ho mai fatto marmellate con la MdP, anche perché non credo che la mia sia adeguata.

    @ Dada: già! bello definirlo matrimonio, mi piace!

    @ Elisa: EVVAI!! dopo il momento di gioia.. anche tu patita di quel libro, eh? Tessa deve essere fiera!!

    @ Stefania: non ho idea di cosa dirti!! io non li ho messi in ammollo, ma è funzionato tutto bene! io quando la faccio di arance non lel tratto così (ma me lo segno per la prossima volta) e quindi mi è sembrato naturale per i limoni! baci

    @ Anemone: eh eh eh! avevo lanciato l’amo! però poi mi ero dimenticata di postarla! eh eh eh. Guarda se ti ricordi la ricetta, così le confrontiamo!

    @ Stefania: che idea! devo provare così anche io!

  9. Buonissima! L’ho fatta 2 volte in una settimana! Buona con la crostata, per colazione sul pane o come aperitivo sui formaggi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca