skip to Main Content

Un picnic eco-friendly

Ogni volta che con i miei amici facciamo un picnic cerchiamo di essere il più possibile eco-friendly, cerchiamo cioè di limitare al massimo l’impatto sull’ambiente. Niente piatti o bicchieri di plastica: ognuno di noi si porta i propri piatti, il bicchiere e le posate e poi ci serviamo dai ciottolini che mettiamo in comune. Alla fine della giornata basta che ognuno riprenda i propri piatti per lasciare completamente pulito il prato o il boschetto. Come detto, impatto zero.

Poi qualche settimana fa ho visto questo articolo, postato su Facebook da Alex, una miniera di spunti interessanti, e ho subito ricollegato l’idea dei coperchi dei barattoli in vetro dipinti con la vernice effetto lavagna all’ambientazione di un picnic. Pensa: una coperta a quadretti rossi, una borsa di paglia capiente, il tuo libro preferito, i giochi di luce tra i rami degli alberi e tanti piccoli contenitori in vetro con scritto sopra con un gessetto colorato cosa c’è dentro. Una scena che è una via di mezzo tra Le déjeuner sur l’herbe di Manet e il banchetto dell’ora del tè del Cappellaio Matto di Alice nel Paese delle Meraviglie. Indicazioni più o meno scherzose, ognuno libero di scegliere quello che più lo incuriosisce. Alla fine della giornata i barattoli si lavano e i tappi si puliscono con un panno bagnato e sono pronti per il prossimo picnic. Impatto zero, massimo divertimento.

Ricette semplici e facilmente trasportabili, che non si sciupano nel viaggio. Pratici contenitori in vetro che possono essere personalizzati ogni volta con gessetti colorati e cordini abbinati. Un picnic all’ombra degli alberi di domenica. Oggi parliamo del contest Via col… bento di Carolina Elisa in collaborazione con CasaBento. Questo è l’obiettivo del contest: raccogliere tutte le ricette bento-friendly, ossia quelle ricette che possono essere agevolmente impacchettate all’interno di una scatola di plastica, vetro, legno o qualsiasi altro materiale. Mostrateci i vostri lunchbox per l’ufficio, l’università, per la merenda pomeridiana al parco con i bambini, oppure per il picnic della domenica. Mi pare che sia proprio il nostro caso, no?

 

Ho preparato quattro ricette che hanno un elemento in comune: possono essere mangiate con un cucchiaio o una forchetta senza dover tagliare niente, appoggiati ad un albero con una mano che regge un libro o magari seduti su un tronco a guardare una partita di calcio tra amici nella radura della pineta. Altro elemento ricorrente è la presenza di cereali o semini, ingredienti che non consumiamo forse tutti i giorni ma che sono una fresca alternativa alla solita insalata di pasta o di riso. Le quantità sono tutte pensate per 2 – 3 persone.

…e da bere? Un tè verde bancha fiorito preparato con infusione a freddo: due cucchiai di tè in foglie in 2 litri di acqua con un rametto di menta tenuto in infusione tutta la notte in frigorifero e filtrato la mattina prima del picnic.


Il couscous di mais e riso – che compro di solito da NaturaSi – è il mio preferito, perché è molto saporito anche senza nessun condimento, di un bel giallo dorato naturale. Ho usato la farina di mais anche per impanare le pepite di melanzana, che rimangono così dorate e croccanti fuori e morbidissime dentro.

COUSCOUS CON PEPITE DI MELANZANE

Ingredienti:

  • 175 g di couscous di mais e riso precotto
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • 1/2 melanzana grande, a cubetti
  • 1 cucchiaio di menta fresca tritata
  • 1 cucchiaio di origano essiccato
  • 2 cucchiai di farina di mais
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 mozzarella fiordilatte, a cubetti

Procedimento

  1. Cuoci il couscous secondo le indicazioni della confezione, sgranalo e lascialo raffreddare.
  2. Mescola la farina di mais con l’origano e la menta in una ciotola grande e poi metti anche le melanzane nella ciotola: scuoti bene per rivestire ogni cubetto.
  3. Scalda l’olio in una padella con lo spicchio d’aglio e cuoci a fuoco medio le melanzane per almeno 20 minuti, finché non sono ben dorate e croccanti fuori e morbide dentro. Toglile dalla padella e metti le melanzane a raffreddare su un piatto con della carta assorbente. Sala.
  4. Condisci il couscous di mais e riso con le melanzane ormai fredde e la mozzarella. Regola di sale se necessario e suddividi nei barattolini.

Qui giochiamo a mischiare le carte. La panzanella, la classica insalata di pane raffermo, pomodori e cetrioli tipica delle cucina toscana, è riproposta con il bulgur di origine mediorientale e ricorda il taboulé libanese.

PANZANELLA DI BULGUR

Ingredienti:

  • 175 g di bulgur
  • 1 pomodoro maturo, a cubetti
  • 1 cetriolo medio, a fettine
  • basilico
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • aceto di vino bianco

Procedimento

  1. Cuoci il bulgur secondo le indicazioni della confezione, scolalo e lascialo raffreddare.
  2. Condisci il bulgur con il pomodoro, il cetriolo, tanto basilico, un filo d’olio e una spruzzata di aceto bianco. Regola di sale e suddividi nei barattolini.

Chiamarla ricetta è un’esagerazione, diciamo che è una piccola lista di ingredienti che stanno bene insieme e che fanno bene a te, al tuo cuore e al tuo umore.

YOGURT CON FRUTTA E SEMINI

Ingredienti:

  • 1 cucchiaino di semi di lino
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo
  • 1 cucchiaio di semi di zucca
  • 1 cucchiaio di semi di girasole
  • 1 cucchiaio di gocce di cioccolato fondente
  • 125 g di yogurt greco
  • 1 cucchiaio di miele di fiori di bosco e lavanda
  • fragoline fresche

Procedimento

  1. Unisci tutti i semini e il cioccolato e mettili sul fondo dei barattoli di vetro.
  2. Mescola lo yogurt greco con il miele con un cucchiaio, per far sì che diventi una crema omogenea e disponilo a cucchiaiate sopra ai semini.
  3. Finisci con le fragoline lavate.

Credo che in uno dei miei ultimi post si fosse capito quanto sia rimasta incantata dal couscous dolce, tanto che ne ho provato una seconda variante. Ammetto che questa mi piace ancora di più, ha un carattere da fiaba d’oriente, grazie alle due mie spezie preferite – cannella e cardamomo -, e ai dolcissimi fichi secchi della Turchia. Il tocco finale è dato però da un cucchiaio di petali di rosa essiccati, una piccola scorta preziosa che conservo dallo scorso anno, un regalo di Stefania. Reidratati dal vinsanto tornano carnosi ed intensi e ti portano su un tappeto volante nelle notti stellate di Baghdad (quante volte ho visto Aladdin della Disney? non le conto nemmeno più…)

COUSCOUS DOLCE NOTTI D’ORIENTE

Ingredienti:

  • 175 g di semola di cuscus precotto
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 4 fichi secchi
  • 5 bacche di cardamomo, schiacciate
  • 1 cucchiaio di petali di rosa essiccati
  • 125 ml di vinsanto
  • 1 cucchiaio di mandorle, tritate grossolanamente

Procedimento

  1. Prepara il cuscus come spiegato qui.
  2. Taglia i fichi secchi a pezzettini e mettili in ammollo con le bacche di cardamomo schiacciate e i petali di rosa in una tazza con il vinsanto per almeno 30 minuti.
  3. Condisci il couscous con i fichi strizzati, i petali ri rosa, le mandorle spezzettate e la cannella in polvere. Assaggia il cuscus e se non è ancora dolce a sufficienza mescola 1 massimo 2 cucchiai di zucchero alla semola. Suddividi il couscous così arricchito in coppette individuali.

DOVE FARE ACQUISTI

  1. La vernice effetto lavagna l’ho comprata in mesticheria, ordinandola perché nel mio paesino non si trovava. Pare però che al Brico si trovi, e in più di un colore! Il mio barattolo da mezzo chilo non è economicissimo, l’ho pagato 18€, ma credo che ci dipingerò tutti i tappi di tutti i miei barattoli delle spezie. Insomma son 18€ spesi benissimo! Ho seguito questo tutorial suggerito da Alex.
  2. I vasetti sono i Quattro Stagioni della Bormioli, un grande classico, hanno quell’aria un po’ vintage che mi piace tantissimo!
  3. I cordini colorati sono del negozio CupcakeConfessional di Etsy.
  4. Sempre su Etsy ho preso le posatine in legno, dal negozio FromSoul.

E adesso scatenate la vostra fantasia e inviate a Caro ed Elisa le vostre ricette per il Contest Via col… bento. Su gentile e pressante richiesta il termine è stato prorogato fino al 15 giugno!

Sharing is caring:
This Post Has 38 Comments
  1. Idee troppo carine per portarsi in giro il pranzo. Adoro queste cose :).
    Hai proposto idee molto golose per un pranzo fuori porta, brava.
    In bocca al lupo per il contest !!

  2. Sono a bocca aperta!
    L’idea è incredibilmente bella. Adoro il picnic eco-friendly, i barattolini con il coperchio lavagna con scritto il contenuto, le scritte stesse così spiritose ;), le ricette,… Insomma tutto!!!
    Bravissima la mia Giulietta. Hai fatto un lavoro splendido. Si vede proprio che ci hai messo un sacco d’impegno!
    Grazie per aver partecipato… 🙂

  3. Bellissimo post cara amica e sai perchè?
    Perché hai preparato in maniera splendida dei barattoli con dentro fantasia, magia e fiaba.Ottimi ingredienti per un picnic.Bravissima.

  4. Oh, Juls, qui la vernice lavagna si trova a molto meno!!! Bellissima l’idea di usarla per i coperchi dei barattoli! Però complimenti, il tuo pic nic è perfetto, ma secondo me nessuno degli esempi che hai citato si addice, sai? A me ricorda le merende dei topini di Bosco di Rovo!!!

  5. Oh Giulia cara! Ma come fai? come fai a scrivere post così belli e coinvolgenti….Fai venire voglia di ripetere le tue imprese praticamente a tutti!!! complimenti davvero…idee bellissime e facilmente replicabili! baci

  6. Hai delle idee strepitose, ma come fai?! Complimenti per tutto, l’ambientazione, le ricette, le foto … e qul tocco eco friendly! Bravissima 🙂

  7. quanto mi piacciono i tuoi barattolini…. ho deciso eh… io basta con queste pezzette al bar… lo dico lo dico e poi continuo…. la pizzetta contribuisce all’aumento esponenziale del lato b. voglio i barattolini belli della juls….. che poi vedi … che loro due regine del bento, m’han voluto bene e hanno allungato i tempi….per il 15 ce la posso fare anche io su!!!!

  8. Sono stata lontana questo ponte ed ho trovato tutte queste novità.. Che esplosioni di idee che sei… Mi hai fatto venire voglia di pic nic e mi ripropongo di farne un’estate piena x far assaporarne la libertà anche alle piccole! Grazie sempre!

  9. Bello tutto, dai barattoli con la vernice effetto lavagna alle ricettine col cous cous fino alle foto… Davvero meraviglioso questo pic nic eco-friendly! Cosa tirerai fuori dal cappello la prossima volta ? 😉

  10. Ma che spettacolo questo post,si vede che hai messo una cura speciale in ogni dettaglio brava!!!Le ricette,l’idea dei barattolini decorati(io uso spesso i Bormioli quattro stagioni per servire il dessert a tavola!!)e ho visto che da un pò di tempo in molti ristoranti chic li usano per dare un tocco country al menu 🙂 Ho visto dessert di caco e meringa serviti nei barattolini versione marmellata,coperti dalla pezzetta di stoffa e paccheri con verdurine e ricotta “shakerati” nel barattolo prima di essere impiattati…
    Il tuo pic nic è davvero invitante posso unirmi?La mia ambientazione ideale è sicuramnte quella del cappellaio matto 😉 ma per Aladdin si anch’io l’ho visto ultimamente tante di quelle volte…bello!!!Disney for ever 😉 Ti mando un caro saluto Federica!!

  11. MI hai fatto emozionare, perché il post è bellissimo e perché il cous cous di riso e mais è totalmente gluten free… e sono felice che i petali di rosa ti abbiano fatto pensare ancora a me!
    Un bacio grande! 🙂

  12. …che dire?? ricette fresche e gustose, accessori carinissimi e fotografie veramente primaverili…complimentoni e buon inizio di settimana!!! =)

  13. Ciao Juls, mi piace tantissimo il tuo blog, peccato fa molta fatica a caricare… la pagina e’ un po pesante.

    Bellissimo e stupende anche le ricette… ti seguo anche su fb

    complimenti

  14. Non c’è niente da fare, sei una miniera di idee! Grande Giulia, non sai che voglia immensa mi hai fatto venire di organizzare un pic nic per sfoggiare tanti preziosi barattolini 😉 Buona serata!

  15. anche noi limitiamo al minimo l’impatto e lo spreco, questa idea mi sembra davvero interssante, mi sa che te la copio! 🙂
    il cous cous speziato mi piace tanto, come pure la panzanella di blgur, che bella idea!

  16. Che idea magnifica questa delle insalate in vasetto, l’ho sperimentata quest’inverno per una festa “no stoviglie” ed è stato un gran successo. Le riproverò di sicuro per il prossimo pic-nic (sperando esca anche un po’ sole), e m sa che provo quel cous cous dolce lì sopra che mi tenta parecchio 🙂

  17. profondamente innamorata: del couscous alle melanzane (O.O miiiiii che bontà!) e della vernice a lavagnetta per i barattoli!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    sei un vulcano di idee 🙂

  18. che bellissimo post! le ricette…mi par di conoscerle…alcune di queste le presentasti sempre a Viareggio e….sono sempre io…la degustatrice ufficiale di quell’incontro!….ma l’ambiente di campagna la dice lunga in fatto di bellezza! quelle foto fanno venire voglia di precipitarsi subito tra gli ospiti di quel pic-nic!
    simpatico oltre che pratico poi il presentare le insalate nei barattoli! alcuni anni fà in occasione di una visita a Parigi andammo in un ristorante che cucinava e presentava le pietanze in barattoli di vetro con tappo ermetico, con cottura sottovuoto; les verrines!
    evviva i barattolini dunque!
    complimenti sei bravissima!…secondo me il modo di spiegarci la “tua cucina” è semplicemente poesia!

  19. Cioè..no…questa pagina me la salvo tra i preferiti perchè ci sono almeno una dozzina di idee che mi hanno acceso lo stesso numero di lampadine in testa! Ora sono tutta illuminata! 😉

    ADORO i pic nic, tra l’altro! 🙂

  20. al prossimo pic nic chiamami!!!!!!
    che meraviglia!!!!!!! sei fantastica!!!
    bellissimi i barattoli, i cucchiai con i cuoricini, le scritte, le ricette, le foto, l’atmosfera!!!!!
    mi piacciono tantissimoooo le ricette!!!! una più buona dell’altra!!! il cous cous di mais e riso me lo segno subito, non sono mai stata al natura si e proprio nel fine settimana con Sa dicevamo di andare
    e la panzanella!! lo yogurt con i semini che adoro!!!! e il cous cous dolce notti di oriente già il nome mi fa sognare riportandomi nella magica Marrakech…e con il tocco toscano del vin santo…sei magica!!!!!!
    e per finire il tè verde con la menta!
    adoro il tuo mischiar le carte e creare meravigliose suggestioni con sapori, colori, profumi!!!
    GRAZIE!!!

  21. Fai delle foto stupende.
    Comunque ti volevo invitare a partecipare al mio contest “copiemabuone”.
    Passa a vedere di cosa si tratta: dovrebbe essere abbastanza originale.
    Se ti piace l’idea esponi il banner, crea e mandami la ricetta, naturalmente con la fotografia relativa.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

  22. Giulia, hai fatto un lavoro spettaocolare. Splendida idea usare i vasetti per un picnic. Ieri ho comprato la vernice anche io. Vediamo un po’ cosa combino. Un bacione e complimenti … sempre 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back To Top
×Close search
Cerca