skip to Main Content

Fettine di arista con birra chiara e senape

Immagina una domenica mattina di inverno, fredda e cristallina, con il sole che risplende brillante e una giornata di riposo e vacanza davanti a te. Hai voglia di uscire, di sentire la terra gelata scricchiolare sotto i tuoi piedi.

Hai voglia di stare fuori a lungo, con le guance arrossate dal freddo ma la mente sgombra di pensieri, rientrando poco prima di pranzo e portando a casa un po’ dell’allegria che ti hanno regalato i raggi di sole che giocavano tra i rami spogli degli alberi.

Fettine di arista con birra chiara e senape

Ma il pranzo? Non so per voi, ma a casa mia non è domenica se in tavola non c’è almeno un piatto di quelli ricchi e genuini, che ci avvolga nei suoi sapori caldi e morbidi. Prova queste fettine di arista di maiale che si preparano e cuociono in non più di 10 minuti: la birra chiara e la senape le rendono saporite e insolite, donando al piatto la ricchezze delle lunghe cotture che tanto ci piace in inverno.

Ovviamente, visto che queste fettine di arista sono così veloci e intuitive da fare, possono anche trasformarsi nella cena infrasettimanale inaspettata, quella che sorprende e che regala un momento da ricordare.

Fettine di arista con birra chiara e senape

Trovate la ricetta per le fettine di arista con contorno sul sito di Birra Gusto Naturale.

… e se proprio volete farvi la senape in casa, vi ricordo il mio post precedente dedicato alla senape home made, un regalo di Natale insolito adatto ai tipi che amano sperimentare, che non si spaventano per i gusti forti e che vogliono giocare nel piatto con abbinamenti e accostamenti di carattere. Mio zio, che è proprio così, domenica scorsa ha scelto a sua preferita quella con le noci.

Fettine di arista con birra chiara e senape
Preparazione
5 min
Cottura
10 min
Tempo totale
15 min
 
Piatto: Secondo
Cucina: Italiana
Porzioni: 2
Chef: Giulia
Ingredienti
  • olio extravergine di oliva
  • 4 - 5 fettine di arista di maiale
  • farina
  • ½ bicchiere di birra chiara
  • 1 cucchiaio di senape
  • ½ cucchiaino di semi di senape
  • sale
  • 2 patate lesse
  • burro salato
Istruzioni
  1. Scalda un filo d’olio extravergine di oliva in una padella antiaderente dal fondo spesso. Infarina leggermente le fettine di arista, basta un velo di farina per renderle più asciutte. Cuoci per un minuto la carne nella padella ben calda, poi girala e falle rosolare anche sull’altro lato. Aggiungi un cucchiaio di senape, mezzo cucchiaino di semi e poi versa la birra chiara sopra la carne, cercando si sciogliere la senape nella birra con un cucchiaio di legno.
  2. Regola di sale e lascia cuocere per 4 - 5 minuti finché la birra non è evaporata quasi del tutto lasciando i suoi aromi ed una salsa vellutata. Servi la carne con un contorno di patate lesse lasciate intere e con la buccia e condite con un tocchettino di burro salato.

Fettine di arista con birra chiara e senape

Sharing is caring:
This Post Has 27 Comments
  1. Sogno o quelle poggiate accanto alle fettine sono jacked potatoes? Adoro, adoro, adoro, scusa se catturano la mia attenzione più della carne, ma non posso fare a meno di andare in brodo di giuggiole ogni volta che le vedo!
    NB: mi insegni a drappeggiare così bene le stoffe per gli styling? Io se ci provo le appallottolo peggio che se fossero appena uscite da una centrifuga a 800 giri…

    1. Sono patate cotte a vapore, aperte con una forchetta e condite col cubetto di burro… ci stanno benissimo con la salsina della carne, hai avuto occhio!!
      quanto alle stoffe, ti racconto il mio segreto, carpito dalle mani della Tartine Gourmande a Londra: le cose non si appoggiano sul tavolo, ma si lasciano tipo cadere, con leggerezza… è il modo per dare quell’aspetto un po’ casuale, non troppo studiato. Quando ho difficiltà a sistemare qualcosa scelgo questa strada, e solitamente funziona!
      baci

    1. La mia senape era una senape biologica italiana, abbastanza mild nel gusto, non forte come quelle nord europee per intendersi. I semini erano propriop semini di senape, senape in grani, non quella à l’ancienne. Ovviamente puoi fare come ti suggerisce il tuo gusto, ed usare ad esempio l’ancienne, sostituendola a senape + semini!

    1. se il corso di “drappeggio stoffe” serve a farti tornare in modo da poter passare una serata a drappeggiare stoffe e chiacchierare, lo metto in piedi! 😉

  2. Ciao Giulia!
    Concordo in pieno con il pranzo ricco e genuino della domenica…obbligatorio!
    E direi che queste fettine cucinate in settimana potrebbero allegerirla notevolmente, facendo arrivare prima il weekend! 🙂
    Ho fatto i cantuccini, li ho pubblicati ieri.. era la prima volta che li faccevo, ho avuto qualche difficoltà nel taglio tra la prima e la seconda infornata, e magari dovevano cuocere qualche minuto in più (mannaggia al mio forno!). In ogni caso mi sono piaciuti tantissimo..stamattina ho sgranocchiato l’ultimo! 😉
    Un bacione
    ps.prenotata per il corso di dreppeggio!! 😀

    1. ciao Luana, sono stata a vedere i tuoi biscotti, e mi son piaciuti molto. Trovo anche geniale il modo in cui li hai confezionati singolarmente, così carini! W il weekend avvicinato!

  3. Ciao Jul’s, la tua arista ha un aspetto molto invitante e poi con la senape soprattutto. Ormai sto diventando un appassionato. Prima non la conoscevo molto, ma ora qui ho scoperto anche quella dolce e fidati, con il Bratwurst è la morte sua 😀
    Anche quelle patate super morbide con tutta la buccia 🙂 molto rustico!

    Marco di Una cucina per Chiama

  4. Sono a Rimini x lavoro ma questa arista mi fa tanto casa..poi c’è anche la senape che mi aspetta! Non vedo l’ora che arrivi domenica..

  5. I tuoi piatti fanno sempre venire l’acquolina e danno voglia di casa e di buona compagnia 🙂 Tra l’altro adoro la senape con la carne.
    Buon fine settimana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca