skip to Main Content
Menù

Ravioli ripieni di pappa al pomodoro

La pappa al pomodoro è uno dei piatti più famosi della tradizione culinaria toscana, con un’incredibile varietà di versioni. Direi che ogni famiglia ha la propria ricetta, che considera ovviamente la migliore. La pappa al pomodoro è un primo vecchio stampo ma anche un piatto unico da rivalutare, corposo e semplice. Si fa seguendo la regola d’oro della cucina toscana: ingredienti di prima qualità, un processo di cottura molto semplice e questo è tutto. Non c’è bisogno di lunghe cotture, salse e ingredienti ricercati per tirar fuori il meglio dai prodotti più freschi e di buona qualità. Questo ne è un esempio, perché alla fin fine tutto quello che serve è del pane raffermo, della salsa di pomodoro e una generosa quantità di olio extravergine di oliva.


La prima volta che i miei amici sono venuti a trovarmi da Londra volevo organizzare il tour perfetto, fargli vivere in 48 ore il meglio che la mia terra possa offrire, dalle colline con i contorni sfumati incoronate dai cipressi alle tipicità enogastronomiche. In una delle numerose tappe previste era inclusa una sosta al Bar dell’Orso di Monteriggioni a mangiare la pappa al pomodoro. Ero emozionata, la vedevo nel coccino morbida, rossa ed invitante. Eppure, la prima cosa che mi dicono è: ma come? ci vuoi far mangiare del soggy bread? del pane zuppo e molliccio? Effettivamente la pappa al pomodoro è del pane inzuppato, ma dovete assaggiarla prima di giudicare.

I loro occhi scintillanti e la loro mani ingorde, che raccoglievano con il cucchiaio le ultime briciole dalla ciotola in coccio, sono la descrizione più accurata dell’idea finale che si sono fatti della pappa al pomodoro: qualcosa di così buono che non vorrai lasciare niente nel piatto!

Questo è un modo diverso di presentare la ricetta tradizionale: la pappa al pomodoro diventa il ripieno di ravioli di pasta fresca, un condimento nascosto, una sorpresa per le vostre papille gustative.

Ravioli ripieni di pappa al pomodoro
Autore: 
Tipo di ricetta: Fresh Pasta
Cucina: Tuscan
 
Avrai bisogno di...
Per il ripieno
  • 1 kg di pane toscano raffermo (importante che sia pane senza sale)
  • 1,5 kg di passata di pomodoro
  • 1 cipolla rossa
  • 1 gambo di sedano
  • ½ bicchiere di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d'aglio
  • basilico
  • sale
Per la pasta fresca ho seguito la solita ricetta.
Come si fa...
  1. Fai un battuto fine di cipolla, carota e sedano e lasciali imbiondire a fuoco medio in una pentola ampia con qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva.
  2. Nel frattempo, ammolla le fette di pane raffermo in una ciotola con dell'acqua fredda.
  3. Quando il battuto di verdure comincia ad ammorbidirsi e diventare dorato, versa la passata di pomodoro nella pentola e lasciala sobbollire per circa 15 minuti.
  4. Strizza bene il pane con le mani per eliminare tutta l'acqua e sbriciolalo dentro la pentola di passata di pomodoro. Fallo cuocere per 10 minuti in modo che il pane si intrida dei sapori e dei colori del pomodoro.
  5. Schiaccia l'aglio e aggiungilo alla pappa al pomodoro con qualche foglia di basilico, mescolando bene.
  6. Togli la pentola dal fuoco e condisci con ½ bicchiere di olio extravergine di oliva e del sale, se necessario. Mettila da parte coperta a riposare per almeno un'ora.
  7. Stendi la pasta fine - ma nel caso tu usi la macchina per stenderla, non arrivare fino all'ultima tacca, altrimenti non sarà tanto resistente da tenere il ripieno! Taglia delle forme rotonde e metti un cucchiaino di ripieno nel centro del cerchio, piegalo su se stesso e sigilla i bordi con una forchetta.
  8. Cuocili in acqua bollente salata finché la pasta non è morbida e i ravioli non tornano a galla.
  9. Servili conditi con un goccio d'olio, del parmigiano grattato e qualche foglia di basilico.

Visto che in questo momento sono a Barcellona, a godermi il sole e il buonissimo cibo Spagnolo (sono sicurissima riguardo al cibo, sul sole non ci metto la mano sul fuoco) voglio condividere con voi alcuni scatti del dietro le quinte di questo post, a testimonianza di foto fatte con un cielo plumbeo e carico di pioggia. Vi prego di notare la tuta viola e la scarpina fine rosa shocking, qua ne andiamo fiere! Grazie Rob, un amico con l’iPhone, che hai immortalato il momento!

Sharing is caring:
This Post Has 36 Comments
  1. Che idea, Giulia! Come per i tortelli di patate, riempire i ravioli con altri carboidrati mi fa un po’ strano, ma il risultato dev’essere strabiliante! Noto con piacere che anche tu fai la pappa con la passata, a volte ho letto cose tipo “figurati se i contadini toscani dell’ ‘800 avevano la passata di pomodoro”… boh, magari anche sì?

  2. Che buoniiiiiiii! Che acquolina davanti a dei ravioli così!
    Saperti poi a passeggiare tra le strade di Barcellona mi mette una sana invidia!
    Io che in questi giorni mi sogno di notte (capitato davvero) di passeggiare su quella splendida spiaggia enorme!
    Un bacione e buon divertimento!

  3. Io la pappa al pomodoro penso di non averla mai mangiata, oppure ero talmente piccola che non me ne ricordo purtroppo. Da bambina ho trascorso varie vacanze in Toscana con la mia famiglia, quindi probabilmente l’ho mangiata. L’idea di sfruttarla come ripieno per i ravioli mi pare ingegnosa ed elegante 🙂

    Ps La foto di apertura e` la mia preferita

  4. Ok mi inchino a tale delizia! Già sono una fan sia della pappa al pomodoro che della pasta ripiena se poi tu me li racchiudi in un unico piatto diventi all’istante il mio idolo!
    Un bacione
    fra

  5. Che idea fantastica!!! La tua pasta ripiena non delude mai!!!
    Mi segno l’indirizzo perché una vera pappa al pomodoro non me la posso perdere!!
    Ti auguro tanto sole 😉

  6. Eccola, l’aspettavo al varco! Siccome non sono riuscita a godermela durante la tua presentazione a Viareggio, prima o poi dovrà passare di qua, mi dicevo! Infatti, eccola qui, la strepitosa pappa al pomodoro nei ravioli. Rimanendo in ogni caso convinta che si potrebbe mettere qualsiasi cosa nei ravioli e sarebbero sempre buoni (la prossima volta proviamo con la ribollita!), trovo questa ricetta perfetta per ogni momento dell’anno. Se mi dicevi che andavi a Barcellona, ti davo qualche dritta, la conosco molto bene. Volevo anche dirti che ho postato le famose lasagne bianche in brodo. Goditi Barca e divertiti! Baci, Pat

  7. il behind the scenes è troppo carino! e l’idea della pappa al pomodoro come ripieno è geniale! quel bel piattino secondo me è stato spazzolato in 3 secondi!

  8. Toc toc..sono emersa dalle liane familiari e tornata a farti visita! sicuramente mi “scancellerai” dall’elencodelle amiche-virtuali-che-vorrai-incontrare ma non ho mai assaggiato la celebre pappa!:(
    Ps: tipregotipregotiprego aggiungi il behind the scenes dietro ogni post!!!

  9. uh mammina!!! GANZI!!! io non c’avrei mai pensato….. io vivrei dei pappa col pomodoro!!! metterla pure nei ravioli … mi pare un’ideona!!! secondo me cosi’ spiazzeresti pure gianburrasca!!!

  10. come detto da qualcun’altro sopra questa cosa è geniale! Già la pappa al pomodoro è un piatto a mio parere difficilissimo da fare, proprio perché a fare la differenza sono gli ingredienti (primo fra tutti un ottimo pane raffermo Toscano), se poi lo usi come ripieno dei ravioli direi che il tutto diventa sublime…
    Meravigliosa ricetta

  11. ahhaahhah grazie per il dietro le quinte, finalmente scopriamo qualcuno dei tuoi segreti, perchè io stavo di nuovo rimanendo incantata davanti al pc, non sono per la foto, ma per quei ravioli… PERFETTI !!!!

  12. Ho già l’acquolina in bocca..ma sai che non credevo che la pappa al pomodoro fosse col pane ma con la pasta..che ‘mbranata… Ciao!

  13. Come sai amiamo le stesse cose: cucina tradizionale, pasta fresca, ingredienti semplici e genuini e….Barcellona! Divertiti anche al posto mio!
    Unica cosa su cui non andremmo d’accordo? Le scarpine rosa! Io odio il rosa! ihihihiihihi

  14. Sì, sì hai ragione, io da Laziale, quando in un bel posticino mangereccio Toscano mi hanno proposto la papa col pomodoro ho un po’ storto il naso, cosa sarà mai… ma poi ho voluto provare (mio marito è toscano e in onore a lui…) e l’ho trovata straordinaria. Ho anche provoato a rifarla ma non con lo stesso risultato… questi ravioli sono davvero tentatori !!!

    Con tutti questi piatti raffinati, perchè non partecipi al mio concorso ? La tecnica di cucina è premiata dallo chef stellato Palluda, le foto dal fotografo Guerani e la parte relativa all’equilibrio nutritivo da Gunther di “papille vagabonde” : ci saranno 3 vincitori in un concorso solo ! I premi sono prodotti tipici e attrezzi da cucina.

    Mi sono dilungata troppo – sorry… vieni a vedere ?
    Ciao
    Marilì

  15. ma tu hai il giardino non vale 🙂 i vicini ti vedono? perchè ogni tanto mentre scatto sul terrazzo c’è la vecchina di fronte semi nascosta che fa delle buffe facce 🙂

  16. E’ una di quelle ricette che appena guardi la foto hai gia deciso che farai!!!!! Buoniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii a parte che sono vegetariana, a parte che adoro il pomodoro, a parte che mi piace tutto quello che faiiiiii ; )))
    P.S. bello il posto in cui ti trovi, quella casina dietro mi piace molto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto a questa ricetta:  

Back To Top
Cerca