skip to Main Content

Una torta di noci e cioccolato per festeggiare

Stamani di prima mattina ero in palestra, sul tapis roulant. Stavo ascoltando il mio podcast preferito mentre cercavo di bruciare le calorie della pizza di ieri sera. Nel frattempo, in un precario equilibrio, era anche in atto una sessione di brainstorming con la mia amica Regula, che era a casa, in Belgio, con il suo pigiama e una tazza di tè. Siamo connesse e sempre sulla stessa lunghezza d’onda, siamo amiche, di quelle che non si vedono per mesi e poi quando si incontrano sembra che si siano lasciate il giorno precedente, ci siamo incontrate grazie al blog.

torta di noci e cioccolato

Oggi Juls’ Kitchen compie 7 anni. Tommaso e babbo lavorano in garage per trasformarlo in una cucina, quello che diventerà il Juls’ Kitchen Studio, con mattonelle reali e scaffali, un grande forno, un frigorifero, un sacco di libri di cucina, un lavandino in ceramica bianco, innumerevoli mensole e sedie per ospiti e amici. Beh, questo è il nostro progetto, anche se per il momento abbiamo solo un mucchio di detriti e una parete incisa dalle tracce dell’impianto elettrico e scarabocchiata in qua e là. Si sente odore di polvere, ma non appena chiudo gli occhi l’odore secco si trasforma nell’aroma avvolgente del pane che sta cuocendo in forno. Mentre sono qui a scrivere questo post sul tavolo di cucina riesco a sentire il trapano al piano di sotto. In un’altra occasione questo mi avrebbe fatta impazzire, ma oggi è il suono più armonico, un suono che presto sarà sostituito da quello delle pentole che borbottano sul fuoco o delle persone che chiacchierano e ridono davanti a del cibo genuino.

Stavo pensando a questo fin dall’inizio? Quando ho scritto il mio primo post del blog in una notte d’inverno, mi stavo immaginando tutto questo? Niente affatto. Non avevo indizi, o progetti di lungo termine, stavo solo cercando qualcosa in cui impegnarmi completamente.

Tuscan countryside

Questo è un post difficile da scrivere. Non è il momento di fare un bilancio, ho imparato a mie spese che non è salutare fare paragoni. Ognuno è destinato a seguire la sua strada, con un proprio ritmo, una velocità, un itinerario personale. Sono orgogliosa di come il mio palato si sia affinato nel corso degli anni, quando ho iniziato ero soltanto una principiante in cucina, non avevo mai fatto una vera polenta, non avevo mai sgranto i piselli freschi, non avevo mai preparato qualcosa con la farina di castagne, mai tagliato una zucca, non avevo mai fatto fatto da mangiare per quaranta persone con un sorriso eccitato sulle labbra.

Oggi voglio festeggiare la mia testardaggine. Oggi non voglio essere modesta, se sono qui non si tratta di fortuna, è perché ho creduto ogni singolo momento che avrei potuto fare la differenza. Non ho perso la speranza quando ero senza lavoro, quando cercavo di combattere la mia paura di restare sola, quando cucinavo finché la schiena non mi faceva male.

Sono stata delusa, ho sbagliato, ho pianto, ho imparato. Ma oggi festeggio il mio blog che ha appena compiuto sette anni, un progetto di una persona che è diventato il progetto di vita di una coppia, la nostra vita insieme, il prossimo Juls’ Kitchen Studio.

torta di noci e cioccolato

E festeggio con il cioccolato.

Questa è probabilmente la più semplice torta al cioccolato che abbia mai fatto. Può essere facilmente trasformata in una ricetta senza glutine e senza latticini se evitate il burro e il pangrattato sulla teglia e li sostituite con la carta da forno. È una ricetta centenaria, trovata nel ricettario del leale Pellegrino Artusi, La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene. È fatta con solo cinque ingredienti: noci, cioccolato fondente, zucchero, uova e cedro candito. Ha la consistenza di un brownie, ma è al cento per cento italiana. Vi unite a me in questi festeggiamenti?

5 da 5 voti
Torta di noci e cioccolato
Preparazione
10 min
Cottura
30 min
Tempo totale
40 min
 
Piatto: Dolce
Cucina: Italiana
Porzioni: 8
Chef: Pellegrino Artusi
Ingredienti
  • 140 g di noci sgusciate
  • 140 g di zucchero
  • 140 g di cioccolato fondente
  • 4 uova
  • 20 g di cedro candito
  • Burro
  • Pangrattato
Istruzioni
  1. Pellegrino Artusi consiglia di raccogliere le noci in un mortaio e di pestarle finemente con lo zucchero. Io ho preso la scorciatoia e le ho messe in un frullatore, riducendole in una farina grossolana. L'importante è che vi fermiate prima di avere una pasta, o un burro di noci.
  2. Versate noci e zucchero in una ciotola e aggiungete il cioccolato grattato. Unite i tuorli e mescolate.
  3. Montate gli albumi a neve e incorporateli delicatamente all'impasto, aggiungendo alla fine il cedro candito tritato.
  4. Imburrate uno stampo rotondo da 26 cm di diametro, spolveratelo di pangrattato e riempitelo con l'impasto della torta.
  5. Cuocete la torta in forno caldo a 180°C per circa 30 minuti, finché non sarà asciutta.
  6. Lasciatela raffreddare completamente prima di tagliarla. Se resistete fino al giorno successivo scoprirete che è ancora più buona.

JK Studio Colour Palette  torta di noci e cioccolato

Questa è la tavolozza di colori del Juls’ Kitchen Studio, sono troppo emozionata, non vedo l’ora di mostrarvi i progressi!

Sharing is caring:
This Post Has 29 Comments
  1. complimenti giulia… per il tuo impegno, per il talento, per la magia che metti nei tuoi piatti e anche per la costanza, la fatica, la pazienza… in sette anni sei riuscita a mettere su un mondo davvero splendido, il tuo mondo, fatto di cose buone e dei colori della nostra bella toscana! è sempre un piacere passare di qui… e magari chissà un giorno riuscirò anche a partecipare a qualche tuo corso, e non ci conosceremo più soltanto virtualmente!
    auguri di cuore!

  2. Tanti auguri cara Giulia, per tutti i tutti i possibili nuovi progetti… Non ti seguo da molto, ma da subito mi ha colpito la tua spontaneità e “genuinità”. Ti auguro di rimanere sempre così, nonostante le tue sicure prossime 3mila evoluzioni…Un abbraccio

  3. Come mi piacciono i sogni che si realizzano, come mi piacciono i sogni che prendono forma e definizione man mano che si avanza sul sentiero. Da prima sono qualcosa di piccino, privo di dettagli, li vedi in lontananza, non sai bene che aspettarti, poi man mano che ti avvicini diventano più grandi, prendono sostanza, forma, consistenza, diventano tangibili, veri, reali….
    Mi piace la tua determinazione Giulia, è bellissima, come lo sei tu. La fortuna aiuta gli audaci dicono, ma l’impegno premia.
    E adoro i colori che hai scelto, sono bellissimi e quelle piastrelle subway con quel colore mi entusiasmano un sacco. Non farci restare a corto di “lavori in corso” perché è bello vedere come le cose prendono forma.
    Piuttosto la torta…!!!! Adoro i dolci con le noci e visto che in casa credo di avere tutto l’occorente, quasi quasi oggi mi regalo questa come merenda.
    Un abbraccio grande grande

  4. tanti, tanti, tanti auguri per il compleanno e anche per questo progetto che solo dai colori mi pare già meraviglioso. e insomma anche il tuo blog è un Acquario… personaggini difficili gli Acquari ma sempre pieni di idee 😉

  5. Ma augurissimi di buon bloggheanno! e le mattonelle mi piacciono un sacco! non vedo l’ora di vedere il Juls’ Kitchen Studio!!! Un bacione! 😉

  6. Auguri, Giulia, per questo anniversario e grazie per il lavoro che ci metti per creare un blog che non solo ci fornisce con piatti deliziosi ma ci trasporta a un paesaggio idillico, a feste di amici, alla bellezza di una persona contenta e generosa.Tanti di questi giorni.

  7. spero di essere un ospite del juls kitchen studio, anche se vegetariano, in grado di assaporare le tue magie.Mi appassiona il cibo e insieme a Fiorella mia moglie ci regaliamo delle incursioni in cucina e spesso sperimentiamo alcune tue ricette. Mi affascina la cultura e la fatica che sta dietro una elaborazione in cucina.Tanti complimenti per la tua avventura e la tua passione.

  8. Cara Giulia, posta le foto del work in progress, così quando verremo il 25 aprile sapremo quali props regalarti per il tuo nuovo studio! 😉
    Un bacione e continua così!!!

  9. Giuli… dolcissima Giuli dai bellissimi ricci… che mi fa sempre sognare ogni volta che scrive o fotografa….
    anche io come te sogno… e sono in quel momento in cui tu dici…”
    quando ero senza lavoro, quando cercavo di combattere la mia paura di restare sola, quando cucinavo finché la schiena non mi faceva male.” …. ho una forte spinta verso la natura.. un richiamo che mi fa desiderare di mettermi a piantare e a fare orto… alberi da frutto… creare qualcosa con le mani… auto-produrre…
    sono da sola, e cerco cerco cerco…. come te sto ai fornelli fino allo sfinimento… faccio marmellate, vado ai mercatini, e nelle piccole aziendine vicine a me per acquistare il formaggio e soprattutto per imparare e ascoltare…. io Jul’s apero di conoscerti, di diventarti amica e partecipare alle tue tavolate…. perché anche io sogno come te di avere il pentolone che sobboolle sul fuoco, il forno che contiene una ciambella, l’arrosto che profuma di vino ed un tavolo che accoglie gli amici per un te … io lo sogno come famiglia…. mi ci vedo troppo con il grembiule…. e sporca di farina… sono una contadina.. di quelle di una volta come lo era la mia nonna che putroppo non ho più e mi manca da morire…. cerco la semplicità e bramo le piccole cose, il respiro che solo la campagna sa dare…no aspiro ad avere chissà cosa, ho capito che non serve….le grandi cose….
    tu hai iniziato dal blog… io non so scrivere ne fotografare come te… ho poca dimestichezza col pc…. non so da dove partirò, forse da un barattolo di marmellata di more raccolte per strada che mi hanno fatto rendere conto di quanto la terra sia il mio posto nel mondo, la campagna sia il mio VERO POSTO NEL MONDO.. anche se gli altri credono sia una cervellona… io mi sento e credo di essere in realtà molto più semplice di come gli altri pensano o credono, forse è per questo che o così tanta paura di mostrarmi realmente per quella che sono…
    ma leggendoti mi dico che non devo più vergognarmi di amare la semplicità e il voler passare la domenica ai fornelli..
    lo so sono confusionaria nello scrivere.. ma volevo imprimere subito di getto i pensieri e, dopo aver fatto inglese con un ragazin svogliato ho un po’ la testa nel pallone…
    spero di poter farti presto visita, anche se i lavori non son finiti…..
    mi ci sono affezionata a te… la mia Giuli… dai sapori belli e toscani.. veri e sinceri… poi magari mi siedo con nonna Menna e chiacchiero tutto il giorno….. 😉
    un abbraccio fortissimo e tanti auguri amica Giuli…
    Manu.

  10. Compliment davvero Giulia, amo la testardaggine buona nelle persone, quella fllia che ti fa continuare a credere anche quando sembra che non abbia realmente un senso. Il tuo, il vostro progetto, è bellissimo da vedere e da leggere, continua così!


  11. Complimenti!ogni anno ne passa uno , è vero, ma sette cominciano ad avere un loro peso,santo cielo
    come passa il tempo.Ma con le tue innovazioni e progressi è un piacere. Speriamo che tu finisca presto, e si possa inaugurare la nuova cucina. A quanto pare l’aspettiamo tutti !!!!!

  12. auguri ho festeggiato anch’io con la tua torta per questi anni passati insieme!!! complimenti continua così, sei forte


  13. Ciao ti seguo da poco ,ti ho scoperta per caso …sei unica nell’esprimere l’amore per la cucina ,per tutto ciò che ti circonda .Ho riso nel leggere alcuni post spontanei e ironici .Brava continua così ! Io non sono più giovanissima ho 65 anni e mi sono messa in gioco qualche anno fa aprendo un blog che per la mia incapacità al pic non riesco a migliorare . Ma e’ un passatempo per me che amo la cucina e che trascorro giornate a provare e riprovare sempre con un occhio alla tradizione della mia regione la bellissima la Calabria .Auguri ciao

  14. Cara Giulietta, sapessi che bello seguirti ancora oggi e leggere le tue novità 🙂 e sapessi che voglia ho delle volte di passare a trovarti come un’amica di vecchia data, perché sai in un certo senso io un po’ mi ci sento dalla sera in cui sono rimasta con gli occhi impigliati sulla lettura del tuo post in cui annunciavi il tuo primo cambiamento di vita 🙂 io ricordo molto bene una cosa: da una parte propositi di sogni (che tenacemente hai realizzato) e dall’altra una foto di scarpe campagna ancorate a terra, la tua terra, quella di cui non hai mai smesso di parlare e che ogni volta che visito ormai non posso fare a meno di associare a te!:) Complimenti a te e Tommaso

  15. Ciao, approfitto di questo post per farti i complimenti per il tuo blog. Riesci a trasmettere l’amore per la cucina come pochi sanno fare. Spero di riuscire a fare la stessa cosa con il mio blog. Penso basti poco per amare la vera cucina. Adoro il cioccolato e poi abbinamento con le noci, mmmmm da fare ad occhi chiusi!!!! Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca