skip to Main Content

Juls’ Kitchen & Mettiamocilatesta.it: Lunch box

Sono onorata di presentarvi il primo episodio della collaborazione tra Juls’ Kitchen, che sarei io, e Mettiamocilatesta.it, che da qui a febbraio vi offrirà qualche idea e spunto per dei pratici lunch box da portare in ufficio, che vi possano nutrire, sfamare e soddisfare, sempre prestando attenzione alla qualità degli ingredienti e alla semplicità della preparazione. Questo è il nostro motto:

MANGIARE DI QUALITA’, CON CREATIVITA’

Ma andiamo con ordine, prima vorrei presentarvi il progetto Mettiamocilatesta.it, che ho appoggiato fin dall’inizio non solo perché è presentato dall’agenzia Milc nella quale lavorano alcuni amici e compagni di università, ma soprattutto perché, in quanto laureata in Scienze della Comunicazione sento molto vicino il problema dei tagli destinati al budget della comunicazione. Lascio duanque la parola agli esperti per illustrarvi il progetto:

Crisi o non crisi il fenomeno dei tagli e delle ristrettezze dei budget destinati alla comunicazione è una limitazione con la quale chi fa il nostro mestiere si deve spesso confrontare.
Quante volte abbiamo visto mortificare una nostra idea, ridimensionare una nostra strategia, rimandare l’attuazione di un progetto su cui avevamo speso tempo ed energie, con la motivazione dei budget limitati? Quante volte questo si è verificato nel corso dell’ultimo anno sentendo tirare in ballo il tormentone della crisi? Quante volte accadrà nei prossimi mesi di sentirsi ripetere che, nonostante i segnali di ripresa, i tempi di recupero dalla crisi suggeriscono ancora cautela negli investimenti in comunicazione?
Tagliare la comunicazione di qualità non comunicando affatto o, peggio ancora, comunicando male (è sempre meglio tacere che dire stupidaggini) significa produrre un grave danno all’immagine di marca, soprattutto nei periodi di crisi diffusa che portano il consumatore ad essere maggiormente selettivo nelle proprie scelte di acquisto.
Milc ha pensato di lanciare una campagna contro i tagli alla comunicazione con l’obiettivo di sensibilizzare il mondo delle imprese e delle istituzioni sul problema, coinvolgendo anche creativi e professionisti di altre agenzie.
Una campagna che non vuole limitarsi a parlare con una sola voce ma stimolare un coro di voci che veda, almeno per una volta, il nostro settore unito da un intento comune.

Da qui nasce l’idea di offrire dei lunch box di qualità, creativi e sani, nel pieno spirito di Mettiamocilatesta.it. Partiamo con il primo!

::::: RISO ALLE VERDURE :::::

Ingredienti:

  • riso Carnaroli, 80 – 100 gr
  • zucchina, 1 media
  • carota, 1 media
  • Parmigiano
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • menta o scorza di limone

Metti sul fuoco una pentola di acqua salata e a freddo unisci carota e zucchina tagliate a cubetti. A circa 10 minuti da quando l’acqua ha cominciato a bollire, aggiungi il riso e porta a cottura. Quando i chicchi di riso sono cotti, scola tutto insieme e condisci con un filo d’olio e della menta fresca o essiccata. Puoi sostituirla con della buccia di limone grattata.

Se hai il microonde in ufficio, puoi aggiungere subito il parmigliano a scagliette e riscaldare tutto al momento, portando il riso in un contenitore ermetico pratico e colorato. Se invece non hai il microonde, metti comunque il riso nel Tupperware e lascialo freddare. Quando è tiepido o freddo aggiungi il parmigiano e mescola di nuovo. Pappa pronta!

Adesso basta una tovaglietta colorata per allietare al scrivania e hai un pranzo completo e bilanciato: i carboidrati del riso, le proteine di olio extravergine di oliva e parmigiano e le vitamine e fibre delle verdure, che cuocendo nell’acqua del riso lo hanno insaporito in maniera naturale senza l’aggiunta di altri condimenti. Come vedete è quindi possibile mangiare di qualità, con creatività, iin poco tempo ma utilizzando prodotti buoni e sani. Al prossimo appuntamento!


Sharing is caring:
This Post Has 10 Comments
  1. Complimenti Juls!
    Mi piace moltoquesta iniziativa, la seguirò con interesse! Tra l’altro è un’idea veramente intelligente, a nessuno piace portarsi un magiare triste e squallidino in ufficio…!

  2. Fortunatamente ho la mensa, anche se sualla qualita’ stendo un piumone impietoso :P, ma conosco qalcuno a cui queste idee potrebbero fare molto comodo!

  3. @ Chiara: Grazie! in effetti è interessante e provocatoria come campagna, merita attenzione! La mia mammina poi in questo periodo mi mette la tovaglietta natalizia nel cestino del pranzo!

    @ Caro: fai i complimenti alla Milc e ad Angelo che m ha proposto l’iniziativa!! comunque li accetto anche io! =P

    @ Elvira: ah ah ah! il piumone impietoso mi piace!! la mensa ha il vantaggio di farti trovare cibo caldo e pronto tutti i giorni, ma sicuramente con il lunch box controlli quello che porti!

  4. Giulia,
    ma sei una grande! Era da un pò che per questioni di sopravvivenza avevo deciso di rinunciare alla mensa aziendale, ma mi mancava qualche ricetta che fosse sufficientemente semplice e gustosa. La provo oggi stesso! Grazie mille!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca