skip to Main Content
Menù

Insalata di riso autunnale con zucca e melanzane

C’è un periodo brevissimo dell’anno in cui le melanzane, ancora sode e di un viola profondo, convivono nell’orto e sui banchi del mercato con l’arancio acceso della zucca. Complementari come colore ma anche, e soprattutto, come sapore.

L’odore della zucca che cuoce in forno e vicinissimo a quello della tazza di latte caldo e miele che mamma mi preparava in inverno, da piccola, quando avevo mal di gola. Sa di coccola e conforto.

Insalata di riso autunnale

Aggiungete anche la melanzana e avrete un contorno sontuoso, che può solo migliore con l’aggiunta di una cipolla rossa e di qualche rametto di erbe aromatiche fresche: rosmarino e salvia si sposano bene con queste verdure per il loro profumo di resina e di arrosto.

Siamo qui, nei primi giorni dell’autunno, e la zucca è già entrata di prepotenza nella routine di questa piccola cucina di campagna: cotta fino a che non si disfa nelle vellutate, arrostita con un’idea di noce moscata, grigliata e condita con olio e aceto di vino rosso, con il cavolo nero e la pasta integrale… Difficile che riesca a venirmi a noia, sicuramente non ora, sicuramente non per almeno qualche mese. 

Insalata di riso autunnale

Venerdì scorso, dopo un corso di cucina e un giro al mercato, mi stavo preparando al corso di food writing di sabato. In una cucina caotica, piena di buona intenzioni, avevo bisogno di cucinare qualcosa che potessi portarmi dietro il giorno successivo, in giro per Firenze, in tramvia, chiuso in un contenitore e fuori dal frigo per qualche ora.

Fin da piccola l’insalata di riso, uno dei leitmotiv degli anni ’80 e delle estati spensierate di bici e letture, è stata la risposta più ovvia a quelle necessità. Con prosciutto cotto, uova sode, sottoli e sottaceti, tonno in scatola, capperi, cucchiai di maionese… io l’ho vestita d’autunno, togliendole l’abito leggero e multicolore di un’estate sbarazzina per sostituirlo con un maglioncino color arancio bruciato e una sciarpa viola per le prime mattine fresche. 

Insalata di riso autunnale

Una pratica insalata di riso autunnale

La base è un riso selvaggio integrale che mantiene la consistenza al dente anche dopo qualche ora in frigo. Ho aggiunto zucca e melanzane al forno, poi olive, capperi e erba cipollina. È un’insalata di riso autunnale per i pranzi in ufficio, per le sere in cui già sai che farai tardi e allora le prepari con un po’ di anticipo per trovarla lì, per le serate pigre di serie TV e divano, quando devi solo scegliere cosa guardare, perché l’insalata è già li che ti aspetta.

Puoi mangiarla fredda, ma  è sicuramente al suo meglio quando è appena tiepida, più vicina a quello che cerchiamo nei primi giorni di autunno, o anche riscaldata, saltata in padella finché qualche chicco di riso non diventa croccante. 

Con questo condimento avrete un’insalata vegana e senza glutine, da mangiare come primo o piatto unico. Potrete però aggiungere anche uova sode, del buon tonno sott’olio, un pecorino non troppo stagionato, una mozzarella fior di latte o anche del prosciutto crudo, tagliato spesso e poi fatto a striscioline. 

Con l’arrivo delle stagione delle melagrana, potrete anche impreziosire l’insalata con i loro chicchi brillanti e asprigni. 

5.0 from 3 reviews
Insalata di riso autunnale
Autore: 
Tipo di ricetta: Primo
Cucina: Italiana
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 4
 
Avrai bisogno di...
  • 240 g di riso selvaggio integrale
  • 350 g di zucca noce di burro
  • 1 melanzana
  • Qualche foglia di salvia
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 cucchiaino di pepe nero in grani
  • Olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaio di capperini sott’aceto
  • 3 cucchiai di olive leccino sott’olio
  • Erba cipollina
Come si fa...
  1. Portate a ebollizione una pentola di acqua. Quando l’acqua bolle, salatela generosamente e versate il riso. Cuocete il riso secondo le indicazioni riportate sulla confezione. Quando il riso è al dente, scolatelo e raffreddatelo sotto l’acqua corrente, poi mettetelo da parte.
  2. Scaldate il forno a 200°C.
  3. Tagliate la zucca noce di burro e la melanzana a dadini piccolini: cercate di farli tutti della stessa dimensione, almeno cuoceranno più velocemente e nello stesso tempo.
  4. Spargete zucca e melanzana su una teglia foderata di carta da forno.
  5. Frullate le erbe aromatiche con l’aglio e il pepe nero, poi aggiungete il sale e usate questo sale aromatico per condire le verdure. Versate anche qualche cucchiaio di olio extra vergine di oliva, poi mescolate tutto con le mani per distribuire uniformemente il condimento.
  6. Cuocete le verdure per circa 40 minuti, mescolandole a metà cottura, o finché non saranno morbide e dorate, con qualche angolo caramellato.
  7. Prendete un’insalatiera capiente e versateci dentro il riso ormai freddo, la zucca e le melanzane al forno, i capperi e le olive e qualche filo di erba cipollina tagliuzzato finemente.
  8. Mescolate con delicatezza con due cucchiai di legno, dal basso verso l’altro, finché il condimento non è ben distribuito nell’insalata di riso. Assaggiate e aggiustate di sale e olio d’oliva.
  9. Potete mangiare l’insalata subito, tiepida per le verdure appena cotte in forno, o lasciarla in frigo fino a che non vi servirà. Si conserva bene per un giorno o due.

 Insalata di riso autunnale

Link Love

Prima di tutto vorrei sapere voi come cambiate l’insalata di riso al cambiare della stagione. La fate anche quando finisce l’estate? Quali sono gli ingredienti che per voi non possono mancare? 

Autunno

Supper Club – Benvenuto Autunno

Ed eccoci con un’ulteriore occasione di incontro, per un pranzo a quattro mani con Alice di A Gipsy in the Kitchen. A fine novembre io e Tommy andremo a Milano per due supper club, già sold out, dedicati al ringraziamento. Il 21 ottobre saranno invece i gitani a scendere in Toscana per un pranzo conviviale nel nostro studio dedicato all’autunno. Orchestreremo insieme ingredienti, ricette, profumi e sapori per farvi immergere nell’esperienza dell’autunno toscano a tavola. 

Per info e prenotazioni scrivi a Alice, qui. Per prenotazioni scrivi a eventi@agipsyinthekitchen.com.

Autunno

Sharing is caring:
This Post Has 7 Comments
  1. Ciao Giulia ti leggo e ti ammiro da sempre e oggi leggendoti mi è venuto un dubbio…
    cosa significa 350gr. di zucca noce di burro ? Quella noce di burro intendo, in che senso?
    Scusa la mia stupidità ma te lo chiedo per togliermi un dubbio che ho…
    Grazie

    1. Ciao Gilda, ma figurati, può essere frainteso! è a tipologia di zucca, si chiama proprio noce di burro, come la butternut squash americana. Puoi sostituirla, se non la trovi, con la mantovana o la violina! un abbraccio!

  2. grazie Giulia , infatti lo avevo immaginato ma nel dubbio ti ho chiesto (ma è quella che vedo in foto?)…
    Grazie ancora, sei una inesauribile fonte di ispirazione (peccato che sei lontana, io sono di Lecce)
    Un abbraccio

  3. questa insalata di riso è perfetta, domani la provo! mio marito è un grande amante del riso, quindi tutto l’anno faccio delle specie di insalate di riso che vario a seconda della stagione (magari variando anche il tipo di riso secondo l’estro del momento): d’estate faccio riso bollito e zucchine (le zucchine le grattugio e le faccio semplicemente saltare in padella), d’inverno la faccio con carciofi e parmigiano (dopo aver stufato i carciofi passo tutto in teglia in forno), in questo periodo la facevo con la melanzana, ma ci è appena arrivata anche una zucca, quindi ottima idea unire tutti gli ingredienti e così per giovedì avrò anche il pranzo pronto per l’ufficio 🙂

  4. Cara Giulia, ho agguantato subito una bella zucca intera al supermercato perche la tua insalata autunnale mi spirava troppo. Mi son divertita a tuffar il naso nei profumi degli ingredienti sia da soli appena tagliati, sia mischiati e cucinati. Facile esecuzione, ottima riuscita.

  5. Giulia, l’ho fatta ieri per degli amici, un successo! Neanche il tempo di fotografarla! Spazzolata!! Un mix perfetto di sapori e consistenze. Buona buona buona!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto a questa ricetta:  

Back To Top
Cerca