skip to Main Content

Il mio menu di Pasqua: panna cotta al cioccolato

Avevo programmato di pubblicare questa ricetta qualche giorno fa, per darvi il tempo necessario a procurarvi tutti gli ingredienti e chiudere così in bellezza il vostro menù di Pasqua con un dolce al cucchiaio raffinato nella sua semplicità. Ma si sa, io non son brava a pianificare, quindi eccomi qui, un paio d’ore prima di Pasqua, con una delicata panna cotta al cioccolato con fragole fresche. Come promesso, però, gli ingredienti sono semplici, di stagione e probabilmente li avrete già in dispensa. Quindi rimbocchiamoci le maniche e iniziamo a cucinare.

panna cotta al cioccolato

L’ho sognata per giorni: la consistenza setosa, una presentazione elegante, il sapore intenso di cioccolato. Tradizionalmente nella mia famiglia concludiamo ogni pranzo di Pasqua con qualche pezzetto di uovo di cioccolato e una fetta di sportellina, una schiacciata dolce di Pasqua aromatizzata con semi di anice e rosolio di menta.

Quindi questo dessert che arriva a chiusura del mio menu di Pasqua doveva essere al cioccolato, e doveva avere le fragole. Al mercato sono infatti finalmente arrivate le fragole succose coltivate sulla costa toscana, te ne accorgi dal profumo.

panna cotta al cioccolato

Panna cotta al cioccolato con fragole e fava tonka

C’è solo un ingrediente un po’ meno noto in questa panna cotta, la fava tonka.

Quando ho aperto il blog mi sono improvvisamente trovata di fronte a un turbinio confuso di ingredienti insoliti per un palato toscano: il tè matcha, il pepe lungo, le spezie del curry, la fava tonka… erano i protagonisti osannati di ogni post su qualsiasi blog, italiano o straniero. Poi, tutto a un tratto, un nuovo ingrediente prendeva il loro posto e diventava il nuovo trend. Ora è tutto lattes e avo toast su Instagram e social media, ma prima non si parlava che di chia puddings, tè matcha, cupcakes o cake pops.

La fava tonka appartiene a quel tempo, a quando esploravo con curiosità e batticuore un mondo nuovo, quando ogni giorno portava un nuovo gusto o un nuovo abbinamento. Se il matcha non ha lasciato alcuna traccia nella mia dispensa, la fava tonka mi ha invece conquistata, tanto che ancora mi piace abbinarla a cioccolato o caffè. Quindi, se vi capita di trovare nei meandri della vostra dispensa una fava tonka dimenticata da un po’ di tempo, potete usarla per questa panna cotta al cioccolato, altrimenti scegliete la vostra spezia preferita per dare una marcia in più alla panna: un baccello di vaniglia, una stecca di cannella o qualche bacca di cardamomo andranno benissimo.

Ma ora, veniamo alla ricetta.

Stampa questa ricetta Pin it!
5 da 2 voti

Panna cotta al cioccolato

Portata Dolce
Cucina Italiana
Preparazione 15 minuti
Cottura 5 minuti
Tempo totale 20 minuti
Porzioni 8
Chef Giulia

Ingredienti

Per la panna cotta al cioccolato

  • 500 ml di panna fresca
  • 100 ml di latte fresco intero
  • 1 fava tonka
  • 50 g di zucchero
  • 15 g di gelatina in fogli
  • 150 g di cioccolato fondente

Per le fragole

  • 200 g di fragole fresche
  • 25 g di zucchero
  • Foglie di menta

Istruzioni

  • Mettete i fogli di gelatina in ammollo in acqua fredda.
  • Versate la panna e il latte in un pentolino, aggiungete lo zucchero e la fava tonka. Scaldate la panna e il latte e quando accennano il bollore, spegnete il fuoco. Tenete da parte per circa 10 minuti, poi togliete la fava tonka.
  • Sciogliete il cioccolato tritato finemente a bagnomaria e, una volta fuso, mescolatelo alla panna. Non saltate questo passaggio, per avere una panna cotta al cioccolato vellutata dovete prima sciogliere il cioccolato e poi amalgamarlo alla panna.
  • Strizzate bene la colla di pesce ammollata per rimuovere l'acqua in eccesso e aggiungetela nel pentolino con panna, latte e cioccolato. Mescolate per sciogliere la colla di pesce.
  • Versate la panna cotta al cioccolato in stampini mono porzione, di ceramica o in silicone, e lasciatela in frigo fino al giorno successivo. Non dimenticatevi di bagnare gli stampini prima di versare la panna cotta, questo vi aiuterà poi nel toglierli.
  • Circa un'ora prima di servire la panna cotta, tagliate le fragole e raccoglietele in una terrina, cospargetele di zucchero e aggiungete anche qualche foglie di menta fresca tritata. Mettetele da parte. In poco tempo produrranno uno sciroppo denso.
  • Per sformare la panna cotta passate un coltello sul bordi dello stampo e picchiate gentilmente sul fondo. Decorate la panna cotta al cioccolato con qualche cucchiaio di fragole e cospargetela di sciroppo alle fragole.
Hai provato questa ricetta?Ci piace vedere tutte le tue creazioni su Instagram, Facebook & Twitter! Scatta una foto e condividila taggando @julskitchen e usando l’hashtag #myseasonaltable!

panna cotta al cioccolato

Buona Pasqua a tutti, godetevi questi giorni di famiglia, amici e buon cibo!

Sharing is caring:
This Post Has 15 Comments
  1. Aspettavo con ansia….di fava tonka neppure un grammo …e io ho una Erboristeria, ma non mi vergogno a dirlo…però di altre spezie ne ho “da vendere”!!!! grazie grazie…tra poco inizio a cucinare.Buona Pasqua a te:-)

  2. Cara Giulia, semplice ma di grande effetto e sicuramente squisito questo tuo dolce pasquale! Ho nella mia dispensa delle fave tonka comprate ma mai usate… proverò sicuramente a fare la tua ricetta. Magari cambiando stampino e per un’occasione diversa dalla pasqua! Ti auguro Felice Pasqua!!!

    1. Visto che alla fine una fava tonka dimenticata da qualche parte ce l’hanno tutti? Grazie per gli auguri, contraccambio un po’ in ritardo! un abbraccio

  3. Ciao Giulia, approfitto della tu gentilezza e disponibilità per chiederti qualcosa sulla gelatina. Quello che mi trattiene sempre dal preparare la panna cotta è la sua consistenza. La tua fotografata mi pare perfetta, come la vorrei io. Ho notato però che la differenza la fa proprio la gelatina che, purtoppo, cambia anche in base alla marca. Io uso una comunissima Pane Angeli (non ne trovo altre) : mi fido ad usarne 15 grammi come consigli tu? La resa sarà uguale alla tua stupenda della foto?
    Grazie Arianna

    1. Ciao Arianna! ho usato diversi tipi di colla di pesce e il risultato non cambia: rimane bella cremosa, non gelatinosa. Questo quantitativo è proprio al limite tra “lo sformo bene” e “la faccio nel bicchierino perché altrimenti non la sformo”, proprio per evitare quella consistenza che dicevi tu! Fammi sapere se la provi!

    1. gli auguri fanno sempre bene, anche in ritardo! E sì, c’eri, e forse incrociavi pure le dita per me! :*

        1. uh ma… sono rintronata io o vedo (ehm, solo oggi ;-P) “Profumo di Biscotti” lì tanto carino tra le tue letture preferiteeeeeee????????
          <3 <3 <3 <3 :-*


  4. Cara Giulia,
    adoro il cioccolato con le fragole! Io esagero perchè insieme alle fragole servo perfino il french toast alla nutella per un risveglio domenicale davvero speciale…Se hai piacere di dare un’ occhiata, il link della ricetta è http://ricettesexy.com/2016/03/03/french-toast-ripieno-di-nutella/.
    Sono anch’ io dell’ avviso che spesso resti poco delle mode passeggere mentre sui sapori autentici e sugli abbinamenti vincenti non si sbaglia mai. Complimenti per la forma scenografica e voluttuosa della panna cotta, a me ricordano dei tulipani!
    Grazie per la ricetta, ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca