skip to Main Content
Menù

Quattro quarti con mela e cannella

Ciao da Londra. Quattro righe solo per dirvi che la traduzione del malloppo va avanti, anche se pianino, che esco raramente di casa – datemi pure della pazza – ma che lavorare con altre quattro pazze qui accanto rende tutto più divertente. Sto anche facendo un sacco di dolci, perché in fondo ad una giornata di traduzione, quando ti si incrociano gli occhi e non sai più in che lingua parlare, una fetta di plumcake alle mele e cannella distende gli animi e rende tutti più felici. E poi il giorno dopo ti trovi la colazione pronta, quindi vale doppio.

Tra pochi giorni inizierà il Food Blogger Connect, quest’anno pare ancora più incredibile del solito e credetemi se vi dico che non vedo l’ora che inizi, sarà un’occasione unica per conoscere nuovi foodblogger internazionali, incontrare vecchi amici e soprattutto imparare e venire investiti da una corrente di ispirazione e motivazione che non ha uguali.


Ma ora la torta, essenziale nella sua semplicità, umida dentro per la grande quantità di mele, leggera e confortante. È l’autunno che bussa alla porta, aprite e fate entrare un po’ di foglie gialle e un bel freschetto, a scaldarvi basterà una fetta di torta e una tazza di tè con arancio e cannella.

4.6 from 5 reviews
Quattro quarti con mele e cannella
Autore: 
Tipo di ricetta: Dolce
Cucina: Italiana
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 8
 
Avrai bisogno di...
  • 200 g di yogurt bianco intero
  • 200 g di zucchero di canna
  • 3 uova
  • 150 g di farina 00
  • 50 g di farina di mandorle
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1 pizzico di cannella
  • 2 mele
Come si fa...
  1. Mescola bene lo yogurt con lo zucchero di canna fino a che non diventano una crema omogenea.
  2. Aggiungi un uovo per volta, mescolando bene prima di incorporare l'altro.
  3. Setaccia le farine con il lievito e la cannella e incorporale delicatamente all'impasto.
  4. Taglia le mele a cubetti e uniscile all'impasto.
  5. Metti l'impasto a riposare in frigo per qualche ora.
  6. Preriscalda il forno a 180°C, fodera uno stampo da plumcake di carta da forno e versa l'impasto nello stampo.
  7. Cuoci la torta per circa 45 minuti finché non diventa dorata in superficie e asciutta dentro.
Due note:

  • non pensate di saltare il riposo in frigo dell’impasto, è quello che impedisce alla frutta di collassare sul fondo. Così facendo le mele saranno perfettamente distribuite nel dolce, rendendolo variegato e pieno di frutta.
  • se invece dello yogurt volete usare il burro, usatene la stessa quantità, verrà un dolce più ricco e morbido, provato anche in questa versione, ve lo consiglio.
Sharing is caring:
This Post Has 33 Comments
  1. ciao Giulia, è da un po’ che ti seguo, ma non ti ho mai scritto.
    Ieri ho fatto la tua composta di mele selvatiche e me ne sono innamorata, aspetto il dolce che hai detto di voler fare con questa composta. Nel frattempo provo anche quello che di oggi che mi sembra davvero ottimo.
    Invidio un po’ la tua permanenza a Londra, ho vissuto lì parecchi anni e sento spesso nostalgia.
    A presto
    baci
    sabina

  2. ciao Giulia, qui Genova. Che bella esperienza che stai vivendo! 🙂 goditela tutta, e mangia un pò di questa torta anche per me, che adoro le 4/4. Io lo so che sono una rompina: ma tu mi sai spiegare come mai qualcuno mette il peso delle uova con il guscio e qualcuno senza guscio??? 🙂 è un mio dilemma da sempre!!! 🙂 bacino, sere

  3. Non vedo l’ora di respirare l’aria del Food Blogger Connect…senza traduzioni da fare 🙂
    Ho bisogno di motivazione e concretezza, per questo ti sto per raggiungere a London (quante volte l’ho detto??! 🙂 ).

    La tua quattro quarti al limone e cioccolato bianca è stata a suo tempo una gran fonte di ispirazione. Anche questa alle mele, con il tuo appunto di farla riposare nel frigo, sarà presto “copiata”.

    See you soon.

  4. la torta, le mele e la cannella… l’autunno alle porte e i racconti che questo dolce ispira…

    I trucchi che si imparano (come quello di lasciar riposare in frigo) non sono mai abbastanza come le fette di questo quattro quarti… buon lavoro, quindi…che sarà dolcissimo se in pausa caffè (e tè) hai una fettina di questa bontà accanto 😀

  5. Questo quattro quarti fa proprio autunno, mi sembra quasi di sentire il profumo di cannella e la morbidezza del cake data la presenza delle mele, una vero regalo per la colazione=) Spero sia davvero un’altra bellissima esperienza il fbc 2012, aspettiamo i tuoi bei racconti, e scatti, ovviamente=)

    ps. concordo sulla tazza di tè arancio-cannella, il mio tè autunnale preferito!=)

    un bacio,
    M.

  6. Lo sapevo!Lo sapevo che non te ne saresti stata con le mani in mano!Ne ero sicura, altrimenti non sarei passata da queste parti a guardare!:-) che meraviglia, mi hai fatto venir fame… come al solito, mentre aspetto tue notizie dettagliate sulla bella esperienza che fai ogni anno, mi consolerò con la tua torta ma bada che al tuo rientro, aspetto di conoscere anche i dettagli! 😉

  7. Tesoro da quqanto tempo che non passavo da te…mi piace sempre l’aria che si respiora da queste parti la tua dolcezza, i tuoi post e le meraviglie che ci presenti come questa torta qui che trovo favolosa!!bacioni,Imma

  8. La sostituzione del burro mi sembra già un buon motivo per provare questa torta… la presenza di tanti pezzi di mele anche 😉 Buon soggiorno londinese e buon lavoro!

  9. Adorabile come sempre e soprattutto instancabile come sempre! Ma è mai possibile andare a Londra a lavorare??? 😀
    Intanto che aspetto il resoconto del FBC e il libro mi vado a rifare gli occhi con questa torta 🙂
    Buona continuazione!!

  10. Quando vedo mela e cannella impazzisco e non capisco più nulla. Questi 2 ingredienti assieme per me sono come una droga! Assolutamente mi cimenterò ai fornelli per provare la tua splendida ricetta!!! Have fun in London!

  11. Sono propria contenta per te Giulia. Ti ho intravisto un anno fa a Lucca piena di speranze e direi che, piano piano, stai andando nella direzione che volevi. In bocca al lupo! 🙂

  12. Buona traduzione libro e goditi Londra alla grande…. Un autunno così caldo qui al sud..32 gradi il 27 settembre….quando arriva il fresco per questo quattro quarti???Spero presto!!!Di caldo non se ne può più!!! Bacioniiii!!!!

  13. Ciao Giulia,
    anch’io sono toscana come te, ma non delle tue parti…comunque ti ho scoperta per caso cercando una ricetta dell’arista con le mele, l’ho fatto ed è venuto SPETTACOLO!!!!
    Complimenti davvero anche per la bellezza dei post…

  14. Ciao Giulia,
    ti ho scoperta da poco ma mi sono subito appassionata al tuo blog. Mi hai conquistata con questa ricetta, perché le torte di mele sono le mie preferite e non avevo mai mangiato nessun plumcake buono come questo. Grazie!!!! Anch’io traduco, ogni tanto, e conosco bene la sensazione di dovere staccare e recuperare il senso della realtà… e sfornare i dolci è un’ottima soluzione 🙂 Buon weekend!

    1. Ciao Ilenia, sono così felice che ti sia piaciuto, anche tutte noi a Londra lo abbiamo adorato… ora mi prende un po’ di nostalgia a ripensarci! Scusa il ritardo con cui ti rispondo, ma volevo risponderti!! buona settimana
      Giulia

  15. Fatta! E’ rimasta un po’ troppo umida, cosa di per se’ positiva, ma l’impasto era, ome dire, ‘chiuso’, non cotto uniformenente. Qualcun’altro ha provato a farla e puo’ darmi suggerimenti? Forse lo stampo era troppo piccolo per la quantita’ d’impasto… Inoltre Jul’s non vedo il senso di inserire il lievito istantaneo e poi non infornarlo subito. Non converrebbe inserirlo prima d’infornarlo dopo il riposo? Grazie per la condivisione!

    1. Uhm, l’ho fatta diverse volte e non mi è mai successo.. forse le mele erano diverse? magari hanno rilasciato tanta umidità.
      Quanto al lievito, si fa così perché il dolce deve riposare e raffreddare per evitare che le mele collassino sul fondo, ma se metti il lievito dopo non riuscirai mai a distribuirlo uniformemente, perché deve essere setacciato con la farina.
      È il procedimento che mi ha insegnato il pasticcere durante il corso di pasticceria, quindi c’è da fidarsi!
      P.S. lievito istantaneo… quale hai usato? quello normale per dolci? il baking powder?
      Buon Anno!
      Giulia

  16. Ciao Juls!! ti ho scoperto grazie a questo cake,alla ricerca dell’ennesima torta di mele :D. Vorrei provare a farlo quanto prima. Ma sbaglio o quelle in superficie sembrano delle fettine di mela con ancora la buccia?? grazie mille!

  17. Ciao juls 😉 ho provato a rifare la tua ricetta ed è davvero strepitosa! L’unico cambiamento che ho apportato è che invece di mettere lo yogurt ho messo la panna ed è uscita ugualmente una bomba 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto a questa ricetta:  

Back To Top
Cerca