skip to Main Content

Sette cose che non sapete di me e un farrotto con fave e pecorino

Rossella è un’amica. Se leggete il suo blog avrete l’impressione che sia una persona delicata, entusiasta della vita, colorata, piena di energia e di un tocco unico con la luce e le foto. Le sue ricette raccontano tanto di lei e del suo mondo, vi affascineranno, non c’è dubbio. Se poi la conoscete, tutto questo verrà confermato dieci, cento, mille volte.

Siamo diventate amiche grazie ai potenti mezzi offerti dal progresso, forse unite in maniera speciale dalle comuni origini lucane, forse da un’affinità d’altri tempi. È divertente e spiritosa Rossella, ma quando ti dà un consiglio, anche per scritto, è come se fosse lì a guardarti negli occhi, ti legge dentro e ti dice quello che avresti voluto sentirti dire.

Rossella mi ha invitata più di un mese fa a prender parte ad un giochino, il “Very Inspiring Blogger”, che si sintetizza nel raccontare sette cose che non avevo mai detto di me. Ci ho messo un po’ a trovarle, eh, perché mi rendo conto che qui sul blog condivido praticamente quasi tutto con voi, ma alla fine penso che queste siano abbastanza inedite!

Sette cose non sapete di me (o almeno credo…)

  1. Prendo le fittonate per alcune canzoni e cantanti. Del genere che poi ascolto la stessa canzone per dieci volte di seguito e nonostante questo non mi viene a noia, anzi, ogni volta colgo sospiri, accenti, riferimenti alla mia vita che mi fanno dire: sembra scritta per me. Le mie ultime fissazioni musicali sono Just give me a reason di Pink, Sei Ottavi di Rino Gaetano e Mi sei scoppiato dentro al cuore di Mina. Come vedete prescindo dal genere musicale e dal momento storico. Se mi dicono qualcosa in un particolare momento mi conquistano, e ciao.
  2. Non ho mai visto alcuni dei film storici che appartengano alle liste dei film che devono assolutamente essere visti se vuoi capirci qualcosa di cinema, tipo tutti quelli di Stanley Kubrick, Apocalypse Now o Blade Runner. Però ho visto decine di volte Mamma ho perso l’aereo, Notting Hill, Pretty Woman, Waterworld (…) e Dirty Dancing. Contano, no?
  3. Ho lavorato per 3 mesi nel mondo degli eventi di lusso e della moda, capendo quasi subito che non faceva per me. Ad un evento molto molto in nello show room Escada sono andata con un vestitino grigio che ho scoperto essere macchiato non so come di olio proprio davanti, e all’evento chiccoso e brillante nel negozio Dior sono andata con pantaloni extra large grigi (il mio colore comfort se non si fosse capito) e scarpe stringate nere. Alla fine mi hanno messo fuori della porta a raccogliere dati. Chissà perché…
  4. Ho girato per un mese a dieci anni con un sasso legato con una cordina e gli occhi disegnati facendo finta che fosse un cane da quanto ne desideravo uno. Non avevo un amico immaginario, ma poco ci manca…
  5. Nonostante abbia studiato Scienze della Comunicazione e abbia preso 30 e lode all’esame di Comunicazione pubblicitaria (sì, me ne vanto, dovevate vedere in che condizione eravamo io e la mia amica Laura il giorno dell’esame…) mi faccio abbindolare come un pollo dalle pubblicità ben fatte, e anche da un bel packaging, come se non sapessi lo studio che c’è dietro. I prodotti di bellezza vincono su tutto, specialmente se c’è Julia Roberts che li pubblicizza.
  6. Nonostante sia timida, sono una persona molto affettuosa e coccolona, a 31 anni passati cerco ancora le coccole di mamma e al momento riempio Noa di baci, abbracci e grattini quando ho bisogno di affetto!
  7. Ho cominciato a mangiare le fave solo due o tre anni fa, praticamente in contemporanea all’apertura del blog, nonostante siano uno degli ingredienti più rappresentativi della tavola toscana. Insomma un bel picnic di primavera senza fave e pecorino qui non s’è mai visto. Da quando ho cominciato a mangiarle ogni anno le aspetto con impazienza, mi piace il loro sapore fresco, di verde… e proprio con  le fave, allora, ho deciso di fare la ricetta di oggi, un farrotto con fave e pecorino.

È un farro cotto come se fosse un risotto, con i profumi e i sapori della Toscana dati dalle fave e dal pecorino e dall’aggiunta finale del pepe nero e del rosmarino. Per non coprire il sapore più delicato di fave e formaggio ho usato solo i fiori del rosmarino, in splendida fioritura proprio in questi primi giorni di primavera.

Stampa questa ricetta Pin it!
5 da 1 voto

Sette cose che non sapete di me e un farrotto con fave e pecorino

Portata Primo, Vegetariano
Cucina Italiana
Preparazione 10 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 35 minuti
Porzioni 3
Chef Giulia

Ingredienti

  • 1 scalogno
  • Qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 500 g di fave, circa 120 g una volta sgusciate
  • 250 g di farro
  • 100 ml di vino bianco
  • ca. 700 ml di brodo vegetale
  • 5 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattato
  • 50 g di pecorino toscano fresco, a cubetti
  • Sale
  • Pepe nero appena macinato
  • Fiori di rosmarino

Istruzioni

  • Fai rosolare lo scalogno affettato finemente in pochi cucchiai di olio. Aggiungi il farro e tostalo a fuoco basso girandolo spesso per qualche minuto per insaporirlo.
  • Sfumalo con il vino bianco e poi aggiungi gradualmente il brodo vegetale caldo per portarlo a cottura, mescolando spesso. Ci vorranno in tutto circa 25 minuti.
  • Verso la fine aggiungi le fave sgusciate e cuoci per gli ultimi 5 minuti.
  • Quando il farro è al dente toglilo dal fuoco e aggiungi il Parmigiano grattato. Manteca bene per rendere cremoso il farrotto e subito prima di servire aggiungi il pecorino a cubetti e i fiori del rosmarino. Servi con un tocco di pepe nero appena macinato.
Hai provato questa ricetta?Ci piace vedere tutte le tue creazioni su Instagram, Facebook & Twitter! Scatta una foto e condividila taggando @julskitchen e usando l’hashtag #myseasonaltable!
Sharing is caring:
This Post Has 15 Comments
  1. Confermo. Rossella è veramente un fiume di energia creativa ed umana.
    Bello scoprire che non sono l’unica a cui piace Waterworl e che Pretty Woman la sa a a memoria 🙂
    Mi ha commosso il tuo desiderio per un cane, a dieci anni.
    Mentre il farrotto con i fiori di rosmarino è speciale come tutto quello che hai raccontato di te.

  2. 7 cose che non sappiamo di te ma.. che sono molto simili alle mie!! anhc’io ascolto in loop una canzone quando mi fisso.. continuo ad ascoltarla innumerevoli volte fino a quando poi la so a memoria e me la canto da sola!!! ahhahaha
    idem con patate per i film.. le commedie sono il mio forte ;o)
    va be la pubblicità mi fa comprare di tutto e di più e anche per le fave è lo stesso.. ho iniziato a mangiarle da poco.. in effetti da quando vivo in toscana!!!
    A presto e buona giornata!!!!

  3. Ciao e piacere di conoscerti. Che buono deve essere questo farrotto, ottima ricetta, complimenti! E’ stato molto bello leggere le 7 cose su di te, anch’io ho visto tantissime volte (ho perso il conto) Dirty Dancing, e’ il mio film preferito…e che simpatica con il sasso legato con una cordina e gli occhi disegnati facendo finta di avere un cane…io gli adoro!
    Ti auguro una bellissima giornata!
    Baci

  4. Non si fanno, certi scherzi!
    Alla 1,5 riga già stavo per scoppiare a piangere.
    Ma oggi me so’ messa la matita e l’obiettivo è di mantenermela almeno fino all’ora di pranzo, dopodiché potrò cominciare a frugarmi gli occhi modello bimbo o cartone animato (modalità “incredulità”) e chi s’è visto s’è visto.
    Per ora quindi mi contengo molto e ti mando un bacino: :*
    <3
    ok vabbè è partito pure un cuore.
    E le sette cose, le sette cose come al solito mi hanno fatta spaccare! (tra l'altro io adoro le pubblicità, quelle belle e/o intelligenti, e a guardarle in modo bello e/o intelligente fanno parte di quello che contengono e sono valide alleate… magari per sognare un po', sempre con moderazione ed ironia, no?) 😉
    chau, bella mia!

  5. juls!
    il punto 2, da malata di cinema quale sono, mi fa accapponare la pelle, e al punto 4 mi sono sciolta…
    tenerissima!
    e questo piatto è speciale!
    (anche io ho da pochissimo – 2012, credo – imparato ad apprezzare le fave.


  6. punto primo, passo ogni tanto a leggerti, ed è semrpe un piacere.
    punto secondo, congratulazioni per il tuo libro.
    punto terzo, io spero sempre di avere modo di lavorare insieme, e non è detto che…….
    un grande abbraccio

  7. Accipicchia, questo farrotto ha un’aria deliziosa e così primaverile! Oh e, naturalmente, hai avuto un’idea geniale nel condividere con noi queste 7 cose su di te che non sapevamo!

    Un abbraccio, Elisa

  8. Ciao!!!! Molto carina la tua descrizione in 7 punti…..per 1,2 e 6 siamo assolutamente compatibili!!!!! Mi piace molto il tuo blog e le tue foto sono fantastiche! Mitica!!!!! un bacio a te e a presto

  9. riguardo alle fissazioni musicali, io sono proprio come te 😉 posso ascoltare la stessa canzone per una giornata intera, andare a letto e svegliarmi con il bisogno fisiologico di riascoltarla il giorno dopo 🙂

  10. che bello leggerti..sopratutto quando fai confessioni così intime ma che accomunano un po’ tutte noi….grazie..

  11. ridacchio ancora per la macchia d’olio sul vestitino fru-fru,scusa:’D
    per la musica anch’io non faccio razzismo di genere, mentre per i film, ssì, molti baluardi del cinema mancano all’appello ma se mi chiedi qualche commediola americana le ho viste tutte:D
    il farrotto ancora non l’ho mai fatto, questo sembra davvero buonissimo!:) e che belli quei fiori di rosmarino!
    un bacio

  12. Ciao Jul sono troppo una tua fan non sai come le tue ricette siano perfette x mio marito celiaco, vedi quelle con ceci e castagne. Amo i tuoi libri e ti seguo con passione. Ieri sono andata al ristorante la Parata a Bagno Vignoni e ho detto alla proprietaria che me l’ha consigliato il tuo blog! Domani olio nell’azienda di Petroio, sempre su tuo consiglio! Siamo venuti da Piacenza apposta. Brava continua così !!!


  13. Complice un amico che mi ha regalato ben 5Kili di farro bio, sto sperimentando molto ma questa mi mancava.. Visto che ci sono ancora le fave in giro mi accingo a provare..

I commenti sono chiusi.

Back To Top
×Close search
Cerca