skip to Main Content

Cantucci di avena con noci e miele. Io scelgo il forno e scelgo i biscotti.

Mi mancava cucinare d’istinto, nella mia cucina, in un pomeriggio tranquillo. A un capo del tavolo di marmo c’ero io, indaffarata tra barattoli di farina, frutta secca e miele. All’altro mia sorella che studiava per un esame all’università, ma che seguiva di sottecchi, tra una pagina di un libro e un grafico, quello che stava succedendo. Una tazza di tè verde caldo a testa chiudeva il quadro di un pomeriggio vecchio stile, uno di quelli che hanno accompagnato la nostra crescita insieme.

Cantucci di avena con miele e noci

Ho sempre avuto la tendenza a individuare scene di Piccole Donne nella mia vita, un libro che ha segnato il mio immaginario per anni. In bilico tra Meg e Jo, sono cresciuta fino a diventare una piccola donna di cui vado fiera, che trova il centro del suo mondo nella cucina, negli affetti più veri e nelle parole scritte.

Quando la cucina esercita la sua attrazione in modo così convincente non hai armi per combatterla. Devi arrenderti al fatto che, ancora una volta, ti ha portata lì tra pentole e barattoli, dove ti senti a casa. In questi momenti mi trovo sempre a informare qualcosa di dolce.

Autumn

 

Autumn  Cantucci di avena con miele e noci

Negli ultimi anni ho cominciato ad apprezzare il fascino antico di preparare un pezzo di carne arrosto, o il piacere di sfornare un pane croccante, che canta mentre raffredda sul piano di marmo. Però se devo trovare rifugio, fare qualcosa per me, che mi riporti a concentrarmi solo sulle mani che si muovono, scelgo il forno e scelgo i biscotti, o una torta da credenza, di quelle senza pretese ma che fanno felici tutti.

Una colazione diversa dal solito, con una torta alta e soffice spolverata di zucchero a velo, o una tè del pomeriggio dopo una passeggiata nelle stradine di campagna, da accompagnare con qualche biscotto secco pescato con fiducia da una vecchia scatola di biscotti. Sono pigra, ma l’idea di tornare a casa e trovare i biscotti ad aspettarmi mi fa uscire più determinata e mi riporta a casa con un passo più svelto.

I biscotti sono facili, senza pretese. Posso farli in qualsiasi momento della giornata, o della notte, andare a letto con il profumo dolce che riempie casa e lasciarli per quando arriva il momento giusto. Posso farli spinta dal desiderio istantaneo di cucinare, senza dovermi organizzare prima, o senza preparare in anticipo ingredienti particolari. Le uova ci sono sempre, così come le farine, lo zucchero, il miele, un po’ di frutta secca e del cioccolato.

Cantucci di avena con miele e noci

Qualche giorno fa mi sono stati richiesti dei biscotti. Quando qualcuno mi chiede di cucinare qualcosa, lui in particolare, lascerei tutto quello che sto facendo per correre in cucina. Proprio come quando senti nascerti dentro il desiderio di infornare qualcosa, per il piacere di sentire il tepore del forno che ti scalda le spalle mentre lavori al tavolo, e la trepidazione di tirar fuori una teglia di biscotti con un guanto da forno per non bruciarti, con il loro odore biscottato che ti fa subito sorridere.

Lui mi ha chiesto dei biscotti. Io ho immaginato una teglia di biscotti semplici, adatti alla colazione, pieni di energia e ingredienti buoni, biscotti che puoi mangiare senza troppi sensi di colpa anche nel pomeriggio, con una tazza di tè caldo, nel caffellatte, da soli o inzuppati di nascosto in un bicchiere di acqua fresca, come faccio io. È un retaggio di quando ero piccola, è ancora il mio modo preferito di mangiare cantucci e ciambellone.

Cantucci di avena con miele e noci

I cantucci di avena con noci e miele nascono dalla ricetta dei cantuccini toscani. Passano dal dopo cena alla colazione grazie alla farina di avena, che li colora di un bel marrone dorato autunnale, al miele, che li rende dolci ma non troppo e si sposa bene con l’amarognolo delle noci, all’uvetta che regala piccole gocce di dolcezza.

Mentre scrivo questo post sto già perlustrando la cucina con gli occhi per individuare qualche altro ingrediente per l’infornata di biscotti di questi fine settimana: forse frutti rossi e nocciole, o mandorle e albicocche secche. Ho anche un barattolino di gocce di cioccolato che potrebbero rendere la colazione di qualcuno ancora più dolce…

5 da 1 voto
Cantucci di avena con noci e miele
Preparazione
5 min
Cottura
25 min
Tempo totale
30 min
 
Chef: Giulia
Ingredienti
  • 2 uova
  • 200 g di miele
  • 250 g di farina di avena
  • ½ cucchiaino ammoniaca per dolci
  • Scorza grattata di 1 limone non trattato
  • 150 g di noci
  • 100 g di uvetta
Istruzioni
  1. Preriscalda il forno al massimo, ventilato.
  2. Monta le uova con il miele finché non sono spumosi e leggeri.
  3. Incorpora la farina d’avena con l’ammoniaca e la scorza di limone grattata, aggiungendo noci e uvetta solo alla fine.
  4. Rivesti con la carta da forno una teglia grande e con l’aiuto di un cucchiaio forma due filoncini di impasto ben separati, larghi circa 5 cm e lunghi circa 30.
  5. Metti la teglia in forno e abbassa la temperatura a 180°C. Cuocili per circa 15 minuti, poi toglili dal forno, lasciali raffreddare per 5 minuti e tagliali a fette di circa 2 cm di spessore in senso obliquo.
  6. Rimettili in forno appoggiati su un lato per altri 10 minuti, fino a che non sono biscottati. Si conservano in una scatola di latta ben chiusa per diversi giorni.

Autumn

 

Autumn  Autumn

Buon weekend d’autunno a tutti. Io andrò a caccia di colori e di profumi di forno a legna, di riposo e di libri da leggere sotto un plaid di lana bianca. Quali sono i vostri programmi per questo fine settimana?

Sharing is caring:
This Post Has 26 Comments
  1. Che bello tornare a leggerti dopo tanto tempo! Mi ritrovo molto nelle tue descrizioni: anche a me quel libro ha dato molto, indirizzandomi verso uno stile di vita sereno e semplice… Ora è uno dei libri preferiti da Matilde…

  2. sorrido 🙂 abbiamo la stessa tazza. è qualla che uso per il mio litro di caffè d’orzo la mattina, la trovo tremendamente confortante. piena dei tuoi cantucci ancora meglio 🙂
    ciao Juls, un abbraccio.

  3. Ciao, vorrei fare questi biscotti, mi chiedevo l’ammoniaca per dolci è sostituibile con un normale lievito o bicarbonato, e sopratutto secondo te quanto si conservano in casa?
    grazie mille e complimenti!
    Daniela

    1. Ciao Daniela! a volte ho usato anche il lievito, quando non avevo l’ammoniaca, quindi vai tranquilla con quello. Per una settimana, se li tieni in un barattolo o in una scatola, si conservano benissimo!

  4. I cantucci sono la prima cosa che posso dire di aver davvero cucinato in vita mia! Vivevo a Firenze, stavo per tornare a casa per le vacanze di pasqua e ho pensato bene di preparare dei cantucci da portare come pensiero. Ne ho fatti 3 chili!!!! E da lì in poi ho cucinato molte molte cose. E questi cantucci mi fanno venire voglia di provarli di nuovo (con qualche modifichina 😛 )

  5. Mi ritrovo molto in quello che hai scritto, io pure ho imparato negli anni ad apprezzare la preparazione di un buon arrosto o un pane ma biscotti, muffin, torte semplici da tutti i giorni, sono per me il meglio, li preparo con la leggerezza di chi potrebbe farlo ad occhi chiusi, pregusto il risultato, mi alzo la mattina più felice sapendo cosa mi aspetta per colazione, sono profumi, colori, sapori che sento miei totalmente! resto sempre incantata dalle foto, brava!

  6. Oh che belli!!!! Proverò a farli, magari con farina normale, ché c’è solo quella! E magari con gocce di cioccolato! sperimentero’. Grazie! Simona.

  7. Ciao cara Giulia, brava! Ti seguo da tempo e anche se io sono più grande di te, posso dire che anche per me Piccole donne è stato il libro che ha connotato la mia infanzia e un po’ tutta la mia giovinezza. Scrivi molto bene, la tua è una scrittura sincera, diretta ma non per questo meno suggestiva. Invidio la tua bellissima campagna così ben fotografata. Complimenti continua così


  8. Si conservano per diversi giorni!?!?!?! Ma se li ho sfornati prima di cena e ne abbiamo già spazzolato la metà!!! Arriveranno a domani mattina? Ahahhhaha Questa ricetta è davvero strepitosa Giulia, io l’ho provata usando la farina di farro, quella di avena non l’ho trovata da nessuna parte. E a questo punto proverò tutte le varianti che mi verranno in mente…

  9. Ciao, complimenti per questa ricetta, i tuoi biscottini sembrano deliziosi. Dato che si sta avvicinando il natale ho deciso di mettere la mani in pasta e vorrei tanto provare i tuoi cantuccini. Prima però una domanda tecnica, secondo te posso dimezzare la dose di miele senza comprometterd il risultato, magari allungandoo con acqua? Il fatto è che non amo i dolci zuccherati ed essendoci già l’uvetta per mevsarebbe davvero troppo. Grazie mille
    Lucia

    1. Ciao Lucia, puoi senz’altro provare, anche senza allungarlo troppo con l’acqua. Considera però che le noci smorzano molto il dolce, quindi magari comincia riducendo di un terzo, poi fammi sapere eh!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca