skip to Main Content

Insalata di finocchi e arance. Un passe-partout invernale

A volte mi dimentico di preparare il pranzo, o la cena. Credimi, succede più di quanto vorrei ammette. In questi casi i finocchi diventano i miei migliori amici. Li compro al mercato, scelgo quelli più paffuti, quelli tondi e schiacciati, perché sono quelli più teneri. Li voglio sodi al tatto, con le fronde ancora verdi e fresche. Li metto nel frigo per quei momenti di dimenticanza.

Se mi rendo conto che il pranzo che ho in mente è un po’ troppo frugale, taglio un finocchio in quattro e impilo gli spicchi su un piatto, poi lo metto in tavola con una ciotolina con olio e sale: da una parte mi fa sentire una donna adulta responsabile, dall’altra mi sembra un lusso che è bello concedersi, un modo per portare l’estate anche nella stagione fredda. Amo il pinzimonio anche in inverno, un modo per godere delle verdure più croccanti, e dell’olio nuovo ancora piccantino.

Insalata di finocchi e arance

I finocchi sposano magnificamente un altro ingrediente di stagione, le arance, in particolare quelle rosse.

L’insalata di finocchi e arance rosse è il contorno invernale che faccio più spesso, soprattutto in accompagnamento al pesce arrosto o alle bistecchine di maiale. Quando dimentico di avere una cena da preparare, però, questa insalata abbraccia altri ingredienti e diventa un piatto principale. La feta sbriciolata, per esempio, come ho imparato da mia sorella, ma anche le acciughe sotto sale o l’aringa affumicata. Se invece dai retta a Tommaso e ai suoi gusti, puoi aggiungere una mozzarella di bufala. Prepara un po’ di pane croccante e un altro po’ di olio, per la scarpetta. 

Insalata di finocchi e arance rosse
Preparazione
10 min
 

Questa insalata di finocchi e arance rosse e un passe-partout di stagione, un contorno invernale ma anche un piatto unico se abbinato a un po' di formaggio.

Piatto: Contorno
Cucina: Italiana
Keyword: arance, finocchi, insalata, olive
Porzioni: 4 persone come contorno, 2 come piatto unico
Ingredienti
  • 1 finocchio
  • 2 arance rosse
  • una manciata di olive nere
  • Olio extravergine d'oliva
  • Sale
  • Pepe nero
Istruzioni
  1. Sciacquate il finocchio sotto l’acqua corrente, poi affettatelo sottilmente. Se i ciuffi verdi sono ancora freschi, aggiungete anche quelli. Tommaso preferisce invece fette più spesse, per avere un’insalata più croccante.
  2. Sbucciate le arance e tagliatele a fette.
  3. Raccogliete in una ciotola il finocchio e le arance, poi aggiungete una manciata di olive nere.
  4. Condite l'insalata con il vostro miglior olio extravergine di oliva, sale e pepe nero appena macinato. Servitela immediatamente, altrimenti diventerà rapidamente acquosa.

Insalata di finocchi e arance

Completa il menu con…

Lo so, ti ho detto che questa è la ricetta che faccio quando dimentico che devo ancora cucinare la cena. Se però avessi il tempo di pianificare un menu, inizierei con le tagliatelle con cavolo romanesco e acciughe e farei anche le polpette di agnello e zucca. Questa insalata di finocchi e arance rosse sarebbe un buon contorno per le polpette. Dato che è ancora inverno, finirei con uno zabaione: non tanto, un bicchierino per scaldarci. Tu con cosa serviresti questa insalata?

  • Tagliatelle con cavolo romanesco, acciughe e burrata. Potete usare il cavolo romanesco così come il cavolfiore o i broccoli, anche se trovo che questo prodigio della natura, tanto meraviglioso nella sua conformazione spaziale, abbia anche il gusto più delicato e cremoso di tutte le altre crucifere.
  • Polpette di agnello e zucca. Servi queste polpette di agnello e zucca con un pesto veloce fatto con pistacchi e pinoli, che si sposano alla menta, il complemento naturale della carne di agnello. Prepara anche un’insalata di cavolo cappuccio affettato sottile sottile e condiscila con olio extravergine di oliva, sale, pepe nero e mezza arancia spremuta.
  • Zabaione. Lo zabaione ha una storia così lunga e affascinante perché è fatto con ingredienti che erano facilmente a disposizione di quasi tutte le famiglie. Fare uno zabaione è nello stesso tempo rilassante e gratificante, ma il piacere che si prova nel farlo non si avvicina nemmeno alla soddisfazione di condividerlo con qualcuno che ami in una fredda giornata d’inverno.

Questo è un post insolitamente corto per i miei standard, ma questa settimana siamo molto indietro con una consegna grossa e, inoltre, abbiamo un progetto che si sta cucinando a fuoco lento.

Torna qui venerdì per festeggiare i 10 anni di Juls’ Kitchen e per scoprire la nostra novità, qualcosa a cui stiamo lavorando da tanti mesi, elettrizzante e al tempo stesso… un salto nel buio! 

Toscana in inverno

Sharing is caring:
This Post Has One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca