skip to Main Content

Sapori e colori d’autunno: confettura di zucca e mandorle

L’autunno è arrivato di soppiatto, come a farci una sorpresa. Fino al giorno prima spalancavo le finestre appena sveglia per fare entrare l’aria fresca del mattino, giravo scalza per casa e sceglievo a cuor leggero i vestiti più sgargianti e leggeri.

Poi una mattina, silenzioso, è arrivato. L’ho riconosciuto dall’aria fresca in camera, che ti spinge sotto alla coperta, alla ricerca del calore umano di chi ti dorme accanto. Noa invece di sdraiarsi in terra accanto al letto, con la testa nascosta sotto per evitare ogni traccia di luce, cerca il tappeto e ci si raggomitola sopra, contenta.

Confettura di zucca e mandorle

Ti alzi, apri le finestre, e poi rimani lì in bilico, tra la voglia di vedere la nebbia che piano piano si dirada e lascia il posto al giorno e il desiderio di infilarti un altro maglione, di mettere l’acqua sul fuoco per un tè o un caffè. La sera, alla fine della giornata lavorativa, esco e mi godo gli ultimi raggi di sole. L’aria è già fredda, ma è il modo migliore per riconnettersi con il mondo e la natura.

I colori cambiano improvvisamente: non sono ancora le foglie degli alberi a raccontarci di un autunno inoltrato, ma la luce stessa, più calda e morbida. Nell’armadio cerco colori e tessuti che si abbinino a questa nuova morbidezza, torno sul cotone spesso, sul mio golf preferito di lana sottilissimo color vinaccia, sui vestiti comodi per casa che vanno dai toni del marrone a quelli del grigio.

L’autunno mi ha anche messo addosso voglia di prendermi cura di me. Mi sono di nuovo iscritta in palestra dopo tanto tempo, un abbonamento annuale che mi accompagnerà via via a smaltire risotti ai funghi porcini, panettoni, cenci e frittelle, colombe di Pasqua giù fino ai gelati della prossima estate.

Anche la cucina, come ogni anno, prende le misure per la nuova stagione.

Misty Tuscany

Sono arrivate le prugne, quelle dalla buccia sottile, dalla polpa verde e dolcissima, che ormai si contendono il primato di frutto preferito con pesche e cocomeri. Al momento stanno vincendo con largo scarto. Al mercato ho visto spuntare i funghi sui banchi, affiancati da mazzetti di timo e nepitella. Mele e pere si fanno compagnia in torte e plumcake, per rendere più morbido anche il risveglio.

Durante i corsi di cucina ci godiamo il calore del forno, e tornano grandi classici che avevo accantonato per un po’ a favore di panzanella, pappa al pomodoro e insalate più fresche: con l’arista con le mele vado sul sicuro, mentre la zucca si fa largo tra melanzane e peperoni per finire in risotti, pasta fresca, zuppe e contorni.

Confettura di zucca e mandorle

Mi chiedevo quanto avrei aspettato a proporvi la prima ricetta con la zucca. È già arrivata da qualche settimana nella mia cucina, iniziando pian piano a diffondere la sua dolcezza morbida.

Nei risotti vince sempre, con tutti: durante un corso di cucina ne ho fatto uno, mantecato con un po’ di pecorino e burro dorato con la salvia, che avrei voluto tenere tutto per me, nonostante il momento di condivisione a tavola. La infilo in forno, a fette o a cubotti, da sola, con le patate o con le ultime melanzane, la condisco con olio e erbe mediterranee come salvia e rosmarino, o la profumo di terre lontane, con cannella, noce moscata e sumac.

Ma è con le ricette dolci che la zucca ha vinto un posto nel mio cuore, rendendomi nostalgica appena sparisce dai banchi del mercato. Ci ho fatto ciambelloni da colazione umidi e aromatici che ti fanno iniziare la giornata con il piede giusto, ma qualche anno fa l’ho anche cotta piano piano fino a trasformala in confettura. E di questa voglio parlarvi oggi.

Confettura di zucca e mandorle  Confettura di zucca e mandorle

I prodotti Ventura, marca leader nella produzione di frutta secca di qualità, ci accompagnano ormai qui sul blog da più di un anno. È uno dei clienti con i quali lavoro con più soddisfazione, non soltanto perché la frutta secca è uno degli ingredienti più versatili in cucina, ma perché stagione dopo stagione mi spingono a declinare i loro prodotti insieme a quello che di meglio la natura ha da offrire. E ora che l’autunno si è affacciato, io ho abbinato le mandorle a lamelle alla zucca.

La confettura di zucca e mandorle ha lo stesso colore caldo delle foglie autunnali: è sensuale e setosa. Sentirete un impulso irrefrenabile a spalmarla sul pane fresco, meglio se integrale o multicereale. Ma appena vi renderete conto che ci sono anche le mandorle a lamelle, non resisterete e vorrete provarla subito, cucchiaio dopo cucchiaio, per farvi sorprendere da quel tocco croccante che le lamelle sanno aggiungere alla morbidezza della zucca.

5 da 3 voti
Confettura di zucca e mandorle
Preparazione
15 min
Cottura
45 min
Tempo totale
1 h
 
Piatto: Conserve
Cucina: Italiana
Porzioni: 4 barattoli da ca. 300 ml
Chef: Giulia
Ingredienti
  • 1 kg di zucca delica o mantovana pulita
  • Succo di 1 limone
  • 300 ml di acqua
  • 1 bacca di vaniglia aperta
  • 300 g di zucchero
  • 40 g di mandorle a lamelle
Istruzioni
  1. Taglia la zucca a fette, sbucciala e poi falla a cubetti. Servirà 1 kg di polpa. Mettila in una pentola capiente e cuocila a fuoco basso con il succo di un limone e 300 ml di acqua per circa 35 minuti, finché non si ammorbidisce e comincia a disfarsi. Mescola spesso per evitare che si attacchi sul fondo. In base alla consistenza della zucca potrebbe essere necessaria più o meno acqua, più o meno tempo di cottura.
  2. Con un frullatore a immersione o un passaverdura riduci la zucca in una purea vellutata.
  3. Aggiungi 300 g di zucchero e la bacca di vaniglia aperta e cuoci la zucca per altri 10 minuti in modo che la confettura si assodi.
  4. Quando la confettura è quasi pronta aggiungi le mandorle a lamelle e cuoci per altri 5 minuti.
  5. Per verificare che la confettura abbia la giusta consistenza versane una goccia su un piattino ben freddo e aspetta qualche minuto. Se inclinandolo non scivola via, è pronta.
  6. Invasa la confettura nei barattoli sterilizzati e bolli i barattoli per conservarli a lungo.

Come usare la confettura di zucca?

La risposta più immediata è sul pane, a colazione o a merenda, accompagnata da un tè alla cannella. Ora che ci addentriamo nell’autunno, però, questa confettura può essere anche il punto di partenza per una crostata che ricorderà tanto la pumpkin pie americana, o il ripieno di una torta margherita per una domenica pigra sul divano.

Confettura di zucca e mandorle

Link Love

Oggi voglio darvi qualche idea in più per usare la zucca in ricette dolci. Ci sarà sicuramente occasione di riparlare di ricette salate, la stagione della zucca è ancora lunga, per fortuna! Come vi piace la zucca?

Ora tocca a voi. Come vi piace la zucca? Avete ricette dolci da condividere? Sarei curiosa di leggerle!

Sharing is caring:
This Post Has 13 Comments
  1. Vivi in un luogo stupendo stellina. Si difendono bene anche le mie colline piacentine, ma spettacoli così, non ne abbiamo tutte le mattine. E questa confettura? La devo assolutamente provare. Sto cucinando zucca e mangiando talmente tante, che il passo dal diventare zucca io stessa è breve. Segnato la ricettina e ti farò sapere quanta dipendenza crea 😛

  2. Mi piace da morire quest’idea, soprattutto per una potenziale pumpkin pie americana! 😀 Siamo a ottobre e io ancora non ho mai usato la zucca. Che vergogna.
    Qui l’autunno é arrivato molto repentinamente, tutto in una volta dopo un caldo allucinante. La mia voglia di cannella é immediatamente schizzata alle stelle.
    Sei la meglio, Giulia!

  3. Cara Giulia,
    ritrovare la zucca è anche per me una delle gioie di inizio autunno (stagione che amo particolarmente), qualche anno fa avevo fatto dei muffin zucca e all spices seguendo una ricetta di Martha Stewart 🙂
    Per questo ottobre medito di ispirarmi alle idee che ci hai dato per provare nuovi dolci profumati da colazione.
    Grazie!
    Claudia

  4. Sono approdata sul tuo blog stasera dopo aver visto questa meraviglia di confettura sulla tua pagina Facebook!
    Giuro, non immaginavo minimamente che assieme alla ricetta, avrei trovato la bellissima sorpresa che mi hai riservato! Grazie davvero, sei stata troppo carina! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca