skip to Main Content

Il blog, le ricette con la zucca e le pizzette salva cena

In un pomeriggio di novembre, quando la luce già rivela le intenzioni della sera e la vicinanza di un inverno che spero rispetterà le sue promesse di lentezza e riflessione, mi sono fatta un caffè, ho rubato due biscotti dal barattolo e mi sono seduta davanti al blog. Ormai lo sento quasi come un individuo indipendente, dotato di una sua volontà, di ricordi, di progetti per il futuro e a volte di malumori o malinconie. Proprio come me.

Io e Tommaso abbiamo appena concluso Autumnia, un evento che ci ha tenuti impegnati nelle ultime settimane. Ho consegnato un po’ di lavori che avevo lasciato in sospeso, a attenderci al ritorno dal viaggio di nozze. Oggi finalmente inauguriamo la bassa stagione di Juls’ Kitchen, un momento dell’anno a cui ho fatto l’abitudine, dopo il panico iniziale, e di cui ormai sento il bisogno: per riflettere, per riposare sicuramente, ma anche per crescere.

Non è un caso che proprio oggi apra il blog per raccontarlo, per capire meglio a che punto siamo arrivati. La scusa era sfogliare il blog per raccogliere tutte le ricette con la zucca, per stilare un elenco di piatti dal colore inconfondibile, così da darti qualche idea su cosa cucinare in questa stagione. A dire il vero, però, volevo guardarlo da vicino il blog, girarmelo un po’ tra le mani, soppesarlo. Alla fine volevo anche abbracciarlo, e dargli una pacca sulla spalla, perché se lo merita.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Giulia Scarpaleggia (@julskitchen) in data:

Juls’ Kitchen ha quasi dieci anni, li compirà il 1 febbraio. Che dici? Festeggiamo? 

Qui sul blog ci sono più di 700 ricette. Le prime erano sperimentazioni, affermazioni di identità per differenza: volevo cucinare qualcosa che fosse il più possibile lontano dal mio quotidiano. Ecco allora gli involtini primavera, i cupcake, i brownies.

Poi col tempo la cucina toscana ha preso il sopravvento. Quando ho riconosciuto la mia storia nel racconto di una pappa al pomodoro, quando ho scoperto di avere radici salde, che affondano nel terreno sassoso di un oliveto toscano, ho abbracciato con gratitudine tutti quei piatti che avevano contribuito a creare la mia identità gastronomica. Così arrivò il tempo della panzanella e della trippa alla fiorentina.

Negli anni, accanto ai piatti più tradizionali e alle loro storie, si è affiancata una cucina spontanea e generosa, dettata dall’avvicendarsi delle stagioni, dagli ingredienti comuni che si possono trovare in qualsiasi dispensa. Cucinare è un piacere, ma anche un atto quotidiano che può creare coesione, un senso di famiglia, dei ricordi che ci porteremo con noi per sempre.

Si è sviluppata anche l’idea di un repertorio in cucina. Ho messo da parte ricette nate per impressionare a favore di quei piatti più pratici, che possono essere fatti che all’ultimo momento, piatti che possano esprimere più la mia sensibilità in cucina che la mia ambizione. Quando hai ospiti a cena, che siano quegli amici di vecchia data che ti hanno vista anche nei tuoi giorni peggiori o quella nuova coppia conosciuta da poco a casa di amici, quelle saranno le ricette a cui vorrai affidarti per goderti la serata senza stress.

Oggi Juls’ Kitchen è un blog di ricette e racconti.

I racconti sono quelli della vita quotidiana di una coppia di trentenni (una dei due più vicina ai 40, l’altro ai 30) che vivono in una casa nella campagna toscana con un cane bianco e una vista da cartolina dalla finestra del bagno. Nonostante la bellezza del panorama rifuggiamo i luoghi comuni e aspiriamo alla realtà, a raccontare una vita vera, non pettinata. Affrontiamo le sfide quotidiane date dal lavorare insieme e dal non riuscire a trovare un equilibrio tra vita privata e lavoro. Siamo impegnati a creare un senso di famiglia, a inventare una nuova routine di piatti e rituali. Stiamo lavorando sulle nostre priorità di coppia fresca di matrimonio, cercando di non farci sopraffare dal lavoro. Crediamo nell’importanza dei contenuti, e per questo continueremo a scommettere sul blog e sulla newsletter, più che sui Social (però ci trovate anche lì, anche se prima o poi dovremo imparare a controllare il tempo, troppo, che ci investiamo).

Le ricette sono invece quelle che ci piace mangiare, quelle che insegniamo durante i corsi di cucina, quelle che mettiamo in tavola la sera dopo una giornata passata a cucinare, a fotografare o a scrivere. E a lavare lavandini pieni di piatti. Sono le ricette del quotidiano, quelle che ti salvano la cena con pochi ingredienti, o quelle delle occasioni speciali, quando i tuoi amici decidono di sfidare la distanza e la strada di campagna per venirti a trovare. 

Pizzette di zucca

Una ricetta salva-cena. Le pizzette di zucca

Le ricette salva-cena sono idee geniali per usare ingredienti comuni e farli diventare un pasto. Ecco, queste pizzette di zucca ne sono un esempio calzante.

Quando hai una voglia improvvisa di pizza, una di quelle voglie brucianti e insaziabili, è impossibile calmarla con un piatto di spaghetti o un petto di pollo alla griglia. Ma se hai qualche fetta di zucca noce di burro, un vasetto di datterini pelati e un po’ di mozzarella, le prospettive della tua cena possono migliorare immediatamente. Non sarà una pizza, ma il gusto è così vicino che ti verrà voglia di prepararle più spesso queste pizzette, non solo per salvare la cena all’ultimo minuto.

In estate uso le melanzane, ora basta affettare la parte superiore di una zucca noce di burro, dove è priva di semi. Otterrai delle fette rotonde: spennellale con olio extravergine di oliva e condiscile con sale e pepe, poi arrostiscile nel forno fino a quando non saranno leggermente caramellate. Sono un contorno stagionale che mi piace servire con l’arista, ma aggiungi un po’ di pomodoro e qualche bocconcino di mozzarella e nel giro di mezzora avrai delle pizzette gustose, la tua cena.

Pizzette di zucca
Preparazione
5 min
Cottura
25 min
Tempo totale
30 min
 

Potete condire queste pizzette di zucca come preferite, in base agli ingredienti che avete in casa: non solo pomodoro e mozzarella, ma volendo anche olive, filetti di acciuga o prosciutto. 

Piatto: Piatto unico
Cucina: Italiana
Keyword: mozzarella, pomodoro, zucca
Porzioni: 2 persone come piatto unico, 4 come antipasto
Ingredienti
  • 12 fette di zucca noce di burro
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaio di acqua
  • Pepe nero appena macinato
Per il condimento
  • 300 g di datterini pelati o polpa di pomodoro
  • Olio extra vergine di oliva
  • 1/2 cucchiaino di origano
  • Sale
  • 250 g di mozzarella
  • 2 cucchiai di pecorino romano
Istruzioni
  1. Scaldate il forno a 200°C.
  2. Affettate la zucca noce di burro nella parte piena, senza semi. Ricavate 12 fette spesse non più di 5 mm.
  3. Foderate di carta forno una teglia e sistemateci le fette di zucca. In una tazzina sbattete l'olio con l'acqua e il sale, poi spennellate ogni fetta di zucca sopra e sotto con quest'olio.
  4. Infornate in forno caldo e fare cuocere per circa 12 minuti, finché la zucca non inizia a dorarsi.
  5. Mentre la zucca cuoce preparate il pomodoro per la pizza: in una ciotola schiacciate i datterini con le mani. Potete anche usare una polpa di pomodoro, sceglietene una che abbia un po' di corpo, che non sia troppo liquida. Condite il pomodoro con olio, sale e origano secco.
  6. Togliete la zucca dal forno e distribuiteci sopra il pomodoro, poi infornate di nuovo per 5 minuti.
  7. Mentre il pomodoro cuoce e perde un po' della sua acqua, con le mani fate la mozzarella a bocconcini e mischiatela al pecorino grattato.
  8. Finite le pizzette distribuendo la mozzarella su ogni fetta di zucca. Fatele cuocere per gli ultimi 5 minuti, finché la mozzarella non si sarà sciolta.
  9. Potete servire le pizzette subito, per approfittare della mozzarella filante. Se vi avanzano, o se vi siete avvantaggiati nel prepararle, potete ripassarle in forno per scaldarle, o anche semplicemente in padella.

Cosa farci con il resto della zucca? Ho qualche idea per te…

Ricette con la zucca

15 ricette con la zucca

Eccoci alla raccolta che ha dato inconsapevolmente il via al post di oggi: quindici ricette con la zucca, con tanti primi, zuppe, pasta fresca e risotti, un secondo, un contorno, un dolce e anche una confettura. Se penso che ho iniziato a prendere confidenza con la zucca proprio grazie al blog, mi stupisco di come, in poco meno di dieci anni, sia passata dall’essere un ingrediente insolito al divenire la mia rappresentazione del confort autunnale in cucina.

Cosa aggiungeresti a questa raccolta? C’è qualcosa che hai già cucinato?

Vellutata di zucca e ceci

Qualche anno fa mi sono trovata con una ciotola di ceci freddi e un po’ di zucca che mi supplicava di essere utilizzata il più presto possibile. Alla fine si sono sposati in una vellutata densa tinta nei colori autunnali e da allora questo è stato il mio rifugio per una cena veloce quando ho bisogno di una ciotola di zuppa fumante per rallegrare la mia giornata. Tenete da parte un paio di cucchiai di ceci da aggiungere alla vellutata, incresperanno la sua superficie e daranno un bel tocco di colore e consistenza. Servitela con dei crostini di pane spalmato di gorgonzola per poterla definire un pasto completo.

Timballo di zucca e salsiccia

Il timballo di riso con zucca e salsiccia è un primo natalizio (ma io direi semplicemente festivo), scaldato dall’arancio di una zucca mantovana e dal mantecare energico sul fuoco. È una ricetta che ci vede protagonisti dall’inizio alla fine nella sua esecuzione, per tenerci ancorati al qui e all’ora, alla generosità di un gesto.

Pasta ai quattro formaggi autunnale con la zucca.

Pasta ai quattro formaggi autunnale con la zucca

Una volta al ritorno da Londra leggevo in aereo BBC Good Food e mi è caduto l’occhio su una ricetta, una pasta butternut squash macaroni cheese. Da lì mi è venuta voglia di rifare la nostra classica quattro formaggi con quello che c’era in frigo, compreso uno Stilton blue inglese comprato da Harrods, un piccolo regalino che mi ero fatta al duty free dell’aeroporto. Come zucca ho usato invece una mantovana comprata al mercatale, freschissima e dal profumo meravigliosamente fruttato, con la buccia morbida e tanto sottile che si può mangiare.

Pici con la zucca

I pici sono fatti con farina 0 e con un po’ di farina di segale integrale, che dà ancora più corpo e sapore a questi spaghettoni. Il condimento è stagionale, il mio cavallo di battaglia autunnale durante i corsi di cucina: zucca noce di burro che cuoce piano piano fino a disfarsi con i porri, salsicce fresche prese dal mio macellaio e una manciata abbondante di pecorino toscano DOP fresco, che si scioglie in padella e lega il condimento alla pasta.

Tortelli di zucca e patate

Tortelli di zucca e patate

Quando io e Tommaso abbiamo iniziato a convivere, mi vantavo con tutti di come fossi riuscita a portare un fiorentino in campagna. A dir la verità, però, lui ha origini mugellane, delle montagne sopra Firenze, e queste origini emergono nei suoi gusti a tavola. Se io ho sempre avuto un debole per i ravioli maremmani con ricotta e spinaci, lui potrebbe invece mangiare ogni giorno, a pranzo e cena, i tortelli del Mugello, quelli ripieni di patate, con un leggero accenno di prezzemolo e aglio. Gli ho preparato i tortelli, ma ci ho nascosto dentro anche un po’ di zucca cotta al forno con olio, sale, pepe e tanta noce moscata: è autunno, come non preparare un primo piatto che rispecchi anche nei colori e nei profumi queste giornate brumose, accese dal colore degli alberi del bosco?

Risotto con la zucca e le vongole

Prima conquista l’occhio per i suoi colori alla moda e poi lentamente si insinua nei vostri sensi, rendendosi complice di un rinnovato amore per i risotti di pesce anche in autunno. A prima vista sembra un abbinamento inusuale e azzardato. L’ho pensato anche io mentre mantecavo il risotto e nella padella accanto si aprivano le vongole rilasciando il loro odore salmastro. Si è invece rivelata un’accoppiata vincente. Non siate parchi con le vongole: non solo aggiungeranno una insolita sfumatura violetta che darà un meraviglioso contrasto cromatico con l’arancio del risotto, ma smorzeranno anche la dolcezza della zucca con la loro nota salina, di mare.

Crespelle alla fiorentina con zucca e pecorino

Nel fare queste crespelle puoi utilizzare un po’ di zucca avanzata o anche arrostirne una teglia intera, e metterne da parte qualche fetta per il prossimo pasto. La dolcezza della zucca è ben bilanciata da una generosa manciata di pecorino stagionato grattato, ma può essere tranquillamente sostituito da qualsiasi altro formaggio saporito, dal Parmigiano al provolone.

Insalata di zucca

Insalata di riso autunnale con zucca e melanzane

C’è un periodo brevissimo dell’anno in cui le melanzane, ancora sode e di un viola profondo, convivono nell’orto e sui banchi del mercato con l’arancio acceso della zucca. Complementari come colore ma anche, e soprattutto, come sapore. La base è un riso selvaggio integrale che mantiene la consistenza al dente anche dopo qualche ora in frigo. Ho aggiunto zucca e melanzane al forno, poi olive, capperi e erba cipollina. È un’insalata di riso autunnale per i pranzi in ufficio, per le sere in cui già sai che farai tardi e allora le prepari con un po’ di anticipo per trovarla lì, per le serate pigre di serie TV e divano, quando devi solo scegliere cosa guardare, perché l’insalata è già li che ti aspetta.

Parmigiana di zucca

Saprai ormai che la parmigiana di melanzane è il mio piatto preferito. Se potessi lo mangerei tutto l’anno in barba alla stagionalità. Bene, ho trovato un degno sostituto che non mi fa rimpiangere le melanzane, anzi! La zucca cotta al forno è veloce da preparare e se la spennelli di olio extravergine di oliva diventerà croccante, conservando un interno morbido e dolce, proprio come le fette di melanzane che si friggono sul finire dell’estate. Poi si procede come per la più classica delle parmigiane: una buona salsa di pomodoro, mozzarella e cucchiaiate generose di parmigiano.

Insalata di zucca e rucola

Questa è proprio recente. L’idea di questa insalata era un po’ che mi girava per la testa, il mio corpo reclamava a gran voce verdure, e colori, e olio d’oliva. E così, per il primo pranzo domenicale in famiglia, accanto a un classico della domenica, il pollo arrosto, ho preparato quest’insalata tiepida con zucca arrosto, rucola, pinoli tostati, olive nere e Parmigiano a scaglie. Alla fine, forse per i suoi colori autunnali, forse per quel pizzicottino della rucola che tanto mi ricorda la senape, quest’insalata è riuscita a rubare la scena al pollo arrosto, che eppure avevo preparato con tanta cura, per ottenere una pelle dorata e croccante.

polpette di agnello e zucca

Polpette di agnello e zucca

Servi queste polpette di agnello e zucca con un pesto veloce fatto con pistacchi e pinoli, che si sposano alla menta, il complemento naturale della carne di agnello. Prepara anche un’insalata di cavolo cappuccio affettato sottile sottile e condiscila con olio extravergine di oliva, sale, pepe nero e mezza arancia spremuta. Meglio ancora, aggiungi qualche fettina sottile d’arancia direttamente nella tua insalata. Servile come piatto principale, o in un panino morbido se hai qualche avanzo.

Ciambellone alla zucca

Questo ciambellone alla zucca sa di casa, di buono, di colazione al tavolo di cucina. Amo la consistenza umida e pastosa data dalla zucca frullata con lo yogurt che costituisce la base del dolce. Un po’ come una torta di carote, nasconde al suo interno una bella dose di verdure e si mantiene fresco per diversi giorni, diventando il perfetto dolce da colazione. La zucca è scaldata da un cucchiaino di noce moscata grattata, da abbinare ad una tazza di latte o di tè nero. C’è anche una versione senza glutine qui.

In questo post scrivevo: “Ci sarà una torta, specialmente dopo il fine settimana, e la torta starà lì nel centro del tavolo anche per gli amici che arriveranno a merenda, o più tardi, perché due fette di torta su un’alzatina nel centro del tavolo di cucina fanno subito casa, e ho bisogno che questa sensazione di calore mi accompagni per tutto il giorno. E non dubitate, se passate ci saranno anche tè o caffè, basta chiedere.” Era dedicato a Tommaso, e ancora non lo sapevo.

Confettura di zucca e mandorle

Confettura di zucca e mandorle

La confettura di zucca e mandorle ha lo stesso colore caldo delle foglie autunnali: è sensuale e setosa. Sentirete un impulso irrefrenabile a spalmarla sul pane fresco, meglio se integrale o multicereale. Ma appena vi renderete conto che ci sono anche le mandorle a lamelle, non resisterete e vorrete provarla subito, cucchiaio dopo cucchiaio, per farvi sorprendere da quel tocco croccante che le lamelle sanno aggiungere alla morbidezza della zucca.

E non è finita qui. Ci sono anche due ricette più vecchie, una frittata di zucca con una riflessione su Halloween e la morte secca e una che data appena due settimane dall’apertura del blog, i tortelli di zucca, con una foto imbarazzante. Eppure questo è un post che amo molto, mi ricordo quando l’ho scritto, mi ricordo quando ho tentato la foto, e mi ricordo di quei tortelli, fatti con la ricetta della mia amica Valeria.

Sharing is caring:
This Post Has One Comment
  1. Delle ricette che riporti ne ho provate tre: l’insalata di riso autunnale con zucca e melanzane, i pici con la zucca e la vellutata di zucca e ceci. Mi sono piaciute tanto tutte e tre. La mia ricetta indispensabile con la zucca è la zucca arrosto con sesamo, feta e miele, una di quelle ricette veloci ma gustosissime. Oltre a questa anche la zuppa di zucca è una di quelle ricorrenti anche se quest’anno ne ho elaborata una nuova versione che prevede una prima cottura della zucca in forno che adoro e sta sostituendo decisamente quella che è la mia ricetta classica.
    Il tuo blog ormai mi accompagna da anni ed è una garanzia. Se cerco qualcosa che so che verrà bene alla prima mi affido alle tue ricette: sono sempre infallibili! A febbraio, quindi, grandi festeggiamenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca